Venerdì 23 Ottobre 2020
   
Text Size

MEETING ASSOCIAZIONI: MA QUALE SPORT A GIOIA…?

meeting-sport-associazioni-

Riflessioni a margine dell’incontro-dibattito sullo sport tenutosi il 18.06.2011 a cura di “Obiettivo Gioia”

meeting-sport-colaciccoNell’ambito dell’iniziativa “Tutti per Gioia, Gioia per tutti” meeting delle associazioni gioiesi,  importante dibattito sullo sport nella nostra città. Il dibattito, moderato con lodevole accuratezza dall’esperto giornalista locale Piero Giannico, passato da alcuni anni all’ufficio stampa della Lega pallavolo serie A femminile, aveva il titolo “Crescere nello sport”. Erano presenti Giuseppe Castellaneta triatleta, Patrizia Castellaneta campionessa Italiana di Tiro con l’Arco, Vincenzo Di Pinto allenatore di pallavolo e Michele Girardi maestro di judo.

L’obiettivo degli organizzatori, stando al titolo, era quello di parlare dello sport nella sua accezione educativa, come strumento appunto per crescere.

meeting-sport-relatoriNel corso dei vari interventi è emersa una situazione alquanto problematica in questo senso; infatti si è passati da un concetto di sport come affermazione individuale ad un accezione educativa; tranne che per la Castellaneta, infatti, gli altri presenti hanno dipinto un quadro a tinte fosche sullo sport come strumento educativo, addebitando alle varie agenzie educative e soprattutto alla scuola le colpe di ciò (chissà perché non hanno parlato delle numerose società sportive locali…).

Il Prof. Di Pinto in particolare, lungamente interpellato dal giornalista, nel corso dei suoi interventi ha fatto emergere, anche affermandolo esplicitamente, una visione dello sport come proposta per stimolare i giovani al successo nella vita, in quanto a sua detta, nella meeting-sport-pubblicosocietà odierna è indispensabile avere successo e lo sport può essere un buon allenamento in questa direzione (ho dedotto che si riferisse allo sport agonistico, forse…).

Fatica e sacrificio, sono gli ingredienti per un buon sportivo a detta di Giuseppe Castellaneta il quale intravede nello sport anche uno strumento di mediazione con la famiglia. Certamente lucida la visione dello sport da parte del Prof. Girardi, allenatore di campioni internazionali di judo, il quale partendo da una analisi del proprio personale percorso di allenatore/educatore, ha rinnegato pubblicamente l’attenzione da sempre avuta allo sport agonistico. Il passare degli anni lo ha convinto sulla indispensabilità di uno sport come occasione educativa che segua delle linee progettuali chiare ma che meeting-sport-interventi-renon ha, secondo lui, oggi, interlocutori o soggetti che possano attuarlo.

Significativa la testimonianza giovanile di Patrizia Castellaneta che ha espresso, con la freschezza dei suoi diciassette anni, l’idea di sport come occasione di crescita per tutti i ragazzi, anche quelli che non possono pagare le società sportive; occasione che probabilmente poche agenzie educative sono in grado di offrire oggi nella nostra città. Patrizia ha affermato di aver mosso i primi passi sportivi in Oratorio a San Vito insieme ad altri; lì si è sperimentata, lì ha trovato gli educatori che l’hanno aiutata a credere in quella esperienza che, dopo tanto impegno, a distanza di alcuni anni l’hanno portata al titolo nazionale femminile.

municipio-ingressoNel corso del dibattito è emersa inoltre la scarsa attenzione delle politiche locali nei riguardi dello sport come strumento educativo. Eppure a Gioia sono diverse le società sportive che – tra calcio, pallavolo, basket, nuoto e quant’altro – si prendono cura, a pagamento, dei pomeriggi dei nostri figli.

Sono genitore anch’io e mi sono chiesto più volte: ma dove sto mandando mio figlio/figlia a fare sport? Oggi posso dire di avere le idee chiare su quello che anch’io qualche anno fa non avevo compreso e cioè che lo sport è un’occasione che, attraverso il gioco, contribuisce alla crescita dei nostri figli in maniera libera, facendo sì che i ragazzi si possano sperimentare, possano fare una esperienza di comunità, possano imparare a stare insieme agli altri con la guida di persone che rappresentino dei riferimenti significativi.

A Gioia del Colle pare che le cose non vadano proprio in questa direzione.

Commenti  

 
#7 Giovane Gioiese 2011-06-29 16:04
A Gioia lo sport vero non esiste nessuno sa cosa significa saper educare col gioco, nessuno si sa mettere al fianco dei ragazzi ed educarli allo stare insieme...in pochi si salvano e fra questi voglio citare l'ANSPI..ostaggiata ma vincente...se partecipassimo a questi incontri ci renderemmo conto che c'è bisogno a gioia di qualcosa di nuovo per i nostri giovani e non soltato adulti che sono pronti a mettersi in mostra, a farsi belli davanti a tutti e poi non insegnare un bel niente!!!!
Gioia è una città che dorme...oramai da parecchio e quindi fa più clamore chi grida che agisce dal basso...
Tutti pronti a cavalcare il vincitore ma quando sta da agire tutti si tirano indietro esempio classico il grande volley, oramai scomparso perchè nessuno si è fatto avanti...ebbene cosi in tutto qua a Gioia...figuriamoci con chi ne avrebbe più bisogno e cioè i giovani...i ragazzi che dovremmo accompagnare verso una crescita migliore in mondo che è spinto solo dalla competizione e non dal fare squadra...perchè è solo stando insieme che si riscoprono valori che oramai andiamo perdendo!!!!
 
 
#6 mavà 2011-06-28 21:02
... e mò risponderanno che l'amo (invito) l'avevano lanciato e che è colpa vostra se non avete abboccato (partecipato)... che pensate troppo ai divertimenti, al mare, al sabato in panciolle etc...
 
 
#5 asd Pro Gioia 2011-06-28 19:01
a nome del presidente e di tutti i dirigenti esprimiamo amarezza per non essere stati invitati a questo tavolo di discussione. Essendo da anni impegnati sul campo e senza prendere un euro da alcun tesserato per lo svolgimento dell'attività sportiva avremmo potuto portare il nostro contributo e raccontare la nostra esperienza. Abbiamo circa 60 tesserati di cui oltre l'80% al di sotto dei 21 anni. Da alcuni anni ormai svolgiamo campionato juniores oltre alla normale attività agonistica della prima squadra. Puntiamo nel futuro, se possibile, ad allargare la base del settore giovanile. Il tutto vorrei rimarcarlo, sempre a titolo gratuito per tutti i tesserati. Saluti
 
 
#4 Socrate 2011-06-28 17:52
Forse non si sono voluti mischiare con certa gente, abituata solo a gestire le persone per il loro tornaconto. Io mi sono affacciato e andato via. Ritornato a Gioia da poco, ho già visto abbastanza. Cambiano i nomi, ma usare la gente no. E tutto sto tempo per scrivere e pubblicare l'articolo... Forse qualche prima donna, arrivista e opportunista, doveva dare il suo consenso (in famiglia e alla famiglia)
 
 
#3 schizzo 2011-06-28 16:43
firmare o no con il proprio nome e cognome è una scelta personale, ma il mio commento negativo non era riferito al tipo di manifestazione, bensì proprio alla partecipazione del pubblico..e sono d'accordo con lei riguardo a come la gente a Gioia risponda, spesso, ad alcuni tipi di manifestazioni.
 
 
#2 Tonia Scarnera 2011-06-28 15:23
Beh, riguardo all'affluenza di pubblico, egregio SCHIZZO, come sicuramente lei saprà,a Gioia per avere un ottima affluenza di pubblico, è necessario organizzare qualcosa dove si possa mangiare, vale a dire "wuacezze di tutti i tipi". PUPO FRITTO, SAGRA DELLA MOZZARELLA ecc. In caso contrario, quando si parla di temi importanti, le menti sono talmente atrofizzate da televisione spazzatura, che non riescono a recepire nozioni che apportino informazioni sicuramente più importanti, che riguardano la sfera dei nostri figli e nipoti. Ed ancora, ogni tanto metterci la faccia non guasta, e chi come noi la mette in gioco quotidianamente, non soltanto lamentandosi e criticando l'operato atrui, ma scendendo in strada, tra la gente, non ha problemi a firmarsi con i propri dati anagrafici.
 
 
#1 schizzo 2011-06-28 13:27
wow che affluenza di pubblico..
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.