Giovedì 18 Luglio 2019
   
Text Size

TABU’ VITTORIA SFATATO. IL SOLLEONE SA VINCERE

joya-prima-vittoria-pp

logo-sponsor-volley-jhaVittoria doveva essere e vittoria è stata. Il Solleone Volley Gioia nel mspinelliomento più difficile della stagione lascia alle spalle dubbi e paure, che l’avevano spinta nel baratro delle undici sconfitte, e sfodera una prestazione tutta cuore, grinta e carattere.

Le difficoltà di assemblare una squadra piena di defezioni (Battilotti è ancora in fase di guarigione, Panunzio, Galasso e Cannistrà sono alla loro prima esperienza da titolari nei rispettivi ruoli, tanto per fare qualche esempio) non sono del tutto sparite, ma i ragazzi di Spinelli, lo stesso mister e tutto il suo staff ancora ci credono e oggi più che mai è giunta la riprova.

andrea_galasso

17869_NpAdvHoverClub Italia è una diretta concorrente piena di giovani di belle speranze, tra cui il gioiese Pasquale “Lello” Gabriele, e ha dimostrato finora di non essere affatto la vittima sacrificale del torneo, motivo per cui era importantissimo mandare un messaggio forte a tutte le avversarie per dimostrare che il Solleone c’è e ci crede ancora.

Qualche appannamento, specie nel primo set, non macchia una prestazione dove fattori emotivi ed equilibri di gioco hanno avuto stessa positiva valenza, mettendo particolarmente in mostra la tecnica di Galasso, la crescita di Cannistrà e la grinta del capitano. Ma tutti sono stati davvero meritevoli e joya_time_outben oltre la sufficienza quest’oggi e tutti meritano un plauso per questa reazione.

Ora due settimane di lavoro per consentire il rientro di Battilotti e l’inserimento di Lapacciana e approcciare al meglio e con tanta umiltà all’altro scontro diretto contro Casoria.

A inizio gara Barbiero schiera i suoi giovanissimi ragazzi con Pedron in regia, Della Corte opposto, il “padrone di casa” Gabriele e Puliti di banda, Valsecchi e Picco centrali e Tailli libero.

joya_esultanza_giocatoriNessuna novità per mister Spinelli, privo di Gallotta partito per Martina, Battilotti ancora convalescente e Lapacciana da poco aggregatosi al gruppo; scelte obbligate con Albanese alzatore, Cannistrà opposto, Andriano e Galasso martelli, Barbone e Minenna al centro e Panunzio libero.

Solleone Volley Gioia – Club Italia 3 – 0 (25-23, 25-12, 25-14)

Solleone Volley Gioia: Albanese 4, Cannistrà 13, Andriano 11, Galasso 11, Barbone 7, Minenna 8, Panunzio (L). All. Spinelli. Bv 8, be 4, muri 7, ric pos 67%, att 55%.

Club Italia: Pedron 3, Della Corte 11, Gabriele 6, Puliti 4, Valsecchi 2, Picco 4, Tailli (L), Spirito, Maniero. All. Barbiero. Bv 2, be 4, muri 6, ric pos 39%, att 31%.

Le fasi salienti della gara

pala2L’ace in avvio di Puliti chiarisce subito ai biancorossi che i ragazzi di Barbiero non hanno intenzione di agevolare la rincorsa del Solleone verso i primi punti stagionali. Ma proprio in battuta in padroni di casa reagiscono; prima il turno di Cannistrà, poi quello di Andriano gettano scompiglio nella seconda linea azzurra e mettono pressione nella costruzione di gioco di Pedron (9-4). Sempre dai nove metri il Club Italia prova a forzare per non prendere margine, ma Gioia limita gli errori al minimo e con una efficace correlazione muro-difesa continua a comandare le operazioni in campo e il punteggio (15-9). Il turno al servizio di Valsecchi e un muro di Picco su Minenna consentono agli azzurri di dimezzare lo svantaggio, Gioia spezza la serie ma si disunisce per merito della veemenza avversaria; una doppia molto dubbia fischiata ad Albanesimg_4356e sancisce la parità, poi un errore di Andriano capovolge la situazione (16-17). Tre ace proprio del martello gioiese ribaltano ancora l’inerzia e il Solleone riprende a mettere palla a terra, con un Cannistrà tornato positivo dopo un momento di appannamento. Ma un ace sporco di Pedron riporta gli ospiti a meno uno prima che un block out di Della Corte ristabilisca l’equilibrio (22 pari). Un bel primo tempo di Barbone e un errore di Pedron spengono proprio in dirittura d’arrivo le speranze azzurre, chiudendo un set molto combattuto (25-23).

Il secondo set si apre all’insegna dell’equilibrio come gli ultimi scambi del precedente, anche se il Club Italia trova maggiore continuità in attacco, passando a condurre con un contrasto a rete vinto da Pedron (4-5). Ma qui avviene la svolta del set; il Solleone reagisce, copre al meglio in difesa e diventa letale in attacco, con particolare nota di merito per Galasso, autore di un diagonale stretto nei tre metri da posto quattro davvero da applausi che vale l’8-5. Barbiero prova a cambiare in regia, mandando in campo Spirito e di banda, schierando Maniero per Puliti, ma i biancorossi hanno preso coraggio e cominciano a giocare in scioltezza. Club Italia non trova soluzioni che garantiscano continuità in attacco e Cannistrà e compagni possono gestire con autorevolezza l’ampio margine (18-7). E’ un attacco nei tre img_4595metri di capitan Barbone a firmare il 25-12 che regala il primo punto ufficiale ai ragazzi di Spinelli.

Club Italia torna in campo con Pedron e Puliti, ma Gioia parte bene, deciso a dare seguito al suo momento positivo e preme sull’acceleratore per chiudere la contesa il prima possibile e non dare fiducia agli avversari. Barbone e Cannistrà inanellano due serie al servizio lunghe e letali e il Solleone allunga subito (5-0). Barberio vuole scuotere i suoi e manda Maniero di nuovo in campo, ma la correlazione muro-difesa gioiese è impeccabile in più di un’occasione e Cannistrà e Galasso chiudono gli scambi senza esitazioni. Anche il gioco al centro si dimostra molto efficace e, più in genere, tutto il sestetto mantiene sempre intatti i suoi equilibri e gioca finalmente divertendo e divertendosi (17-7). Il Solleone scappa via, si siede per qualche scambio ma non molla le redini del gioco. Il PalaCapurso deve trattenere il fiato fino all’errore in battuta di Pedron, che sancisce il primo successo e i primi punti stagionali per i colori biancorossi.

(Giuseppe Leronni - Ufficio Stampa Team Volley Jòya)

Commenti  

 
#2 nonmollaremai 2011-01-18 19:14
E vai! Incoraggiamoli questi ragazzi ed il "Grande" Presidente (sì, perchè Mario è davvero un GRANDE! Troppo facile essere alla guida di un treno in corsa, molto meno essere disposti a rimetterci la faccia quando gli sponsor non ci sono, i risultati non arrivano ed i pochi spettatori presenti sono là solo a scaldare il seggiolino.... Per non parlare della moltitudine di gufi!
Forza ragazzi! Forza Mario! Onore alle sciarpe bianco-rosse!
 
 
#1 Ivan T. 2011-01-18 16:15
E' stata una vittoria meritata: i ns. ragazzi hanno dato il massimo. L'entusiasmo di qualcuno ha contagiato gli altri: non ci siamo accorti dell'assenza di Gallotta! Siamo stati più squadra e i punti realizzati da ciascuno lo dimostrano. Detto dei ns. meriti, mi domando che cosa insegnano ai futuri atleti che ci rappresenteranno, forse, a livello internazionale? L'esclusione dai prossimi mondiali Juniores significa che il sistema Italia Volley è in crisi? Insegniamo a questi ragazzi i fondamentali! La tecnica ormai è un optional e, domenica si è visto; la ricezione un fondamentale di altri tempi. Per favore, obbligateli ad utilizzare il bagher!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.