Lunedì 17 Dicembre 2018
   
Text Size

Impianti sportivi. Le novità dopo l’incontro con il Commissario

palacapurso

Commenti  

 
#3 consenso assicurato 2018-08-24 14:51
A gioia avete ritrovato chi fa promesse vuote per tenervi buoni, contenti voi. Rifacendo il manto avevate subito il campo omologato, ma è meglio assecondare altri business, sono strane le associazioni sportive gioiesi
 
 
#2 Filippo Speranza 2018-08-24 14:39
Sono felicissimo !!

Complimenti al Comitato ASD Gioiesi

Gioia2024 stava lavorando a questo progetto dal giorno 11 luglio data della mia pubblicazione relativa al Bando “ SPORT MISSIONE COMUNE 2018” oggetto dell attuale progetto.

All epoca pubblicai l’ uscita del bando che a partire dal 5 luglio dava la possibilità di valutare per i campetti di via Einaudi un investimento che li rendesse finalmente e formalmente fruibili

Di li a poco infatti furono oggetto dell intervento di recupero che tutti conosciamo

Bene!! Felice felice felice che le associazioni gioiesi abbiamo come me pensato subito a quel bando per quelle strutture! Questo è il senso di reattività che mi piace , questo il modo di fare azione comune per la città. Bellissimo essere preceduti in un progetto che migliora la vita sportiva dei nostri ragazzi.I miei complimenti per la reattività.

Mi auguro che il tutto parta il più rapidamente possibile e faccio i miei complimenti ai responsabili e progettisti che hanno elaborato la richiesta in tempi così stretti per il commissario. Ottimo lavoro.

Ora avremo uno spazio in più per i gioiesi , uno spazio che era nelle nostre priorità come più volte scritto e che ora sara’ REALTA.

Tifiamo GIOIA !!
 
 
#1 Paolo Cantore 2018-08-24 13:54
Sport Missione Comune è finalizzato all’accensione di mutui a tasso zero e, purtroppo, ad oggi il Comune di Gioia del Colle non possiede alcuna capacità di indebitamento (per via della pesante eredità raccolta) pertanto non sarebbe una soluzione percorribile; anche se lo fosse, tuttavia, le dimensioni del campo in via Einaudi non sarebbero regolamentari, ovvero il campo non potrebbe essere utilizzato per la disputa di partite. Per di più i campetti non sono accatastati, determinando per ragioni burocratiche, ad oggi, l’impossibilità di esternalizzarne la gestione, attraverso investimenti privati. Argomentazioni, queste, trite e ritrite perché più volte affrontate nelle giuste sedi e per le quali, il bilancio di previsione, garantiva coperture e possibilità di intervento (partendo proprio dagli accatastamenti)

Tralasciando alcune considerazioni esposte in questo comunicato, mi avvarrei dello stesso tono utilizzato per chiedermi le regioni che spingono alcune (e fortunatamente sempre le stesse e ben individuabili) associazioni sportive ad assumere, sempre più, un peso politico e chi, nei fatti, possa trarne giovamento.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI