Giovedì 22 Febbraio 2018
   
Text Size

SERIE D. ACADEMY VOLLEY GIOIA DIFENDE PRIMO POSTO

Tecnova Volley Gioia_Serie D F_2018_01_14_1

Tecnova Volley Gioia_Serie D F_2018_01_14_4“È stata più difficile del previsto la prima sfida interna del nuovo anno solare per la Tecnova Volley Gioia. Le biancorosse, alla prima uscita da leader del girone B, hanno dovuto faticare non poco per avere la meglio di Orchidea Volley Monteiasi. Si tratta del primo tie break stagionale e del primo punto perso (e quarto in assoluto) dall’inizio della regular season, dati che certificano sempre tutto il potenziale del roster di mister Milella, ma è innegabile che gli alti e bassi emersi con le tarantine siano stati troppi. In un torneo così lungo (manca ancora una giornata al termine del girone di andata) è bene che le atlete gioiesi ricordino che c’è ancora tantissima strada da macinare.

Il primo parziale della partita di domenica scorsa ne è la conferma. Monteiasi ha sorpreso le padrone di casa, non soltanto per lo sprint iniziale (0-4), ma anche per la capacità di contenere il rientro biancorosso e disarmare nettamente il gioco avversario (16-25). Fortunatamente, mister Milella è riuscito a ristabilire subito l’ordine in campo e la Tecnova ha risposto con la stessa moneta (25-14), riuscendo anche a ritrovare equilibri e continuità e a imporsi anche nel terzo gioco con la consueta determinazione (25-22). Tuttavia, la pratica non è stata chiusa e un altro blackout (da 14 pari a 14-20) ha consegnato il quarto set alle ospiti (20-25). Piccola delusione che ha caricato le gioiesi, che hanno affrontato con grinta il primo tie break della stagione e sono riuscite a portarlo a casa senza problemi (15-7).

Subito l’aggancio in classifica del Conversano (che, per quoziente set e scontro diretto è tornato avanti), la Tecnova deve concentrarsi sull’ultima sfida prima del giro di boa, sabato 20 gennaio a Bari contro Volley’s Eagles”.

Ufficio Stampa Academy Volley Gioia

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI