Lunedì 14 Ottobre 2019
   
Text Size

PRO GIOIA A QUOTA CINQUANTA MA RESTA INSEGUITRICE

olaf20026

itemNetta la vittoria dei giallo neri tra le mura amiche sull’Urus Andria, cinque a due è il risultato finale, ma ciò non basta per riottenere il primato in classifica, in virtù della vittoria della capolista Bitritto per due a uno sul Bitetto.

All’inizio del match, l’atmosfera nel comunale di Gioia del Colle, sembra essere tesa. Sia tifosi che giocatori sanno che la gara ha una rilevanza fondamentale per il cammino della squadra verso la vittoria del campionato, nonostante l’avversario sia penultimo in graduatoria. Quindi sanno che una sconfitta potrebbe pregiudicare l’intera stagione.

Ma non si ha il tempo di pensarci. Dopo appena due minuti Lopriore riscalda gli animi, mettendo a segno il primo dei suoi tre gol giornalieri, spiazzando il portiere avversario con un rasoterra da distanza ravvicinata.

Segue però a differenza di un avvio con il piede sull’acceleratore, una fase di disordine tecnico e tattico da parte di entrambe le squadre, con parecchi interventi duri e scomposti da parte dei difensori ospiti.

Varie sono le iniziative dei gioiesi Maldarizzi, Lepore e Fanelli, ma imprecise e poco concrete.

Solo al 37’ arriva il raddoppio dei padroni di casa, con una buona manovra iniziata da Piero Fanelli e conclusa da De Pietro con la complicità di un difensore andriese che manda la sfera nella porta sbagliata.

Nonostante il nervosismo in campo e una trama di gioco poco fluida da parte dei padroni di casa, è evidente che il tasso tecnico tra le due squadre è assai diverso.

item.jpg2Nella ripresa dopo solo 8’ Lopriore trasforma un calcio di rigore, ottenuto dall’atterramento di De Pietro in piena aria di rigore.

Inaspettata e sottovalutata però la reazione, qualche minuto più tardi, dell’Andria che fa tre a uno dagli sviluppi di un calcio d’angolo. Ma al 65’ è Lepore con un fendente che si insacca inesorabilmente nel sette a rimettere i conti in ordine a seguito di una bella e prolungata azione personale.

Ma il valzer dei gol non si ferma qui e sempre da un calcio da fermo, ormai letali in questa stagione per il Pro Gioia, arriva il quattro a due ed è stavolta Grimaldi a fare gol nella propria porta, non resistendo ad una carica di un attaccante ospite.

Dopo di che l’incontrastabile Lopriore dice ancora la sua. Cross basso di De Pietro dalla sinistra e tiro terra aria da circa quindici metri da parte del bomber. Cinque a due e tensioni finali con Lepore graziato dal direttore di gara a seguito di un fallo di reazione.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.