Lunedì 14 Ottobre 2019
   
Text Size

LA NAVA VOLLEY… “AFFONDA” NELLA TRASFERTA DI FROSINONE

FotoH1.jpg1

FotoH9Troppo forti e cinici i sorani per i biancorossi, piegati in tre set.

Solo qualche reazione positiva nel terzo set non basta alla Nava Gioia del Volley per uscire indenne da Frosinone.

Nell’anticipo della dodicesima giornata di ritorno la Globo Sora si dimostra di gran lunga superiore ai ragazzi di Cennestracci, guidando le operazioni dall’inizio alla fine senza sbavature. Il 3-0 finale rispecchia le reali potenzialità in campo e per i biancorossi il discorso salvezza si complica sempre di più.

A inizio gara Cannestracci ripropone De Giorgi in palleggio e Cetrullo in diagonale con lui, ritrovando Rigoni di banda in linea con Antanovich, il più positivo in attacco dei suoi, con Hotulevs premiato centrale titolare insieme a Tomassetti e Viva libero.

Alberto Gatto invece non cambia nulla e, come nelle previsioni, si affida a Scappaticcio alzatore, Giacomini opposto, Libraro e Argilagos martelli, D’Avanzo e Di Marco centrali e Michele Gatto libero.

Dopo un avvio sostanzialmente equilibrato la Globo Sora non ci mette molto per iniziare a condurre le operazioni, con una buona battuta e un’alta efficacia in attacco (15-11). Gioia non si disunisce e resta ordinata soprattutto in difesa, dove Viva argina qualche bordata di Giacomini e i suoi compagni possono trovare qualche break vincente (20-18). Ma il margine minimo non impensierisce i padroni di casa, che non sbagliano nulla e portano a casa il set 25-21.

FotoH6

Stesso copione in avvio di secondo set. La Globo che allunga subito e i biancorossi cercano di restare in scia con un discreto cambio palla. Ma la battuta ospite proprio non incide e i sorani hanno gioco facile per non concedere break, aumentando il divario con una correlazione muro difesa di alto livello (16-13). La Nava perde incisività e i padroni di casa si involano agevolmente verso il 25-18 finale.

Il colpo subito nel secondo set tramortisce i ragazzi di Cannestracci, che, dopo l’iniziale 6-1 del parziale successivo, hanno il merito di non mollare e si rimettono in carreggiata. Un’ottima ricezione e la crescita a muro con il neo entrato Tomasello e Rigoni riporta sotto i biancorossi (21-20). Antanovich ha il peso dell’attacco gioiese e non sfigura, ma dall’altra parte Libraro e compagni non falliscono mai le giocate decisive e alla fine Sora la spunta 25-23.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.