Martedì 11 Agosto 2020
   
Text Size

Concorso ASL Puglia. 162 posti per Collaboratori amministrativi

concorso asl puglia 162 amministrativi

“Nuovo Concorso Collaboratori Amministrativi per 162 posti a tempo indeterminato nelle Aziende Sanitarie della Regione Puglia: nel Bollettino Ufficiale n.131 del 14 novembre 2019 è stato pubblicato il bando di concorso unico, con selezione su base titoli ed esami.

Requisconcorso asl puglia 162 amministrativiiti di partecipazione

 Per essere ammessi a partecipare al Concorso 162 Collaboratori Amministrativi Asl Puglia i candidati devono possedere:

- Diploma di Laurea (DL) del vecchio ordinamento in Giurisprudenza, Economia e Commercio, Scienze Politiche o equipollenti oppure Laurea Specialistica o Magistrale equiparate;

- Laurea triennale conseguita ai sensi del vigente ordinamento (L-2, L-15, L-17, L-19, L-28, L-31)

Eventuali titoli di studio conseguiti all’estero dovranno essere presentati con apposito decreto di riconoscimento o di equiparazione.

La partecipazione al concorso non è soggetta a limiti d’età, tranne che per il collocamento a riposo.

Invio domande

Gli aspiranti concorsisti in possesso di tutti i requisiti sopraindicati potranno inviare la domanda di partecipazione esclusivamente tramite il sito www.sanita.puglia.it/asl-barletta-andria entro il 30° giorno dalla pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale.

Il form sarà reperibile alla voce Albo Pretorio, sezione Concorsi/domande on-line, sottosezione “Concorso di Collaboratori Amministrativi”.

La candidatura si considera completa con il pagamento della tassa di concorso del valore di 10 euro.

Prove di selezioneconcorso asl puglia 162 amministrativi

La procedura selettiva indicata sulla delibera prevede i seguenti step:

- Prova preselettiva, attivata qualora il numero delle domande sia superiore a 1000;

- Prova scritta, consistente nella redazione di un tema o nella soluzione di quesiti a risposta sintetica su Diritto Amministrativo e Diritto Costituzionale, in riferimento ai compiti legati al profilo;

- Prova pratica, predisposizione di atti o esecuzione di tecniche specifiche relative al profilo;

- Prova orale, un colloquio sulle materie oggetto della prova scritta e ulteriori (elementi di diritto civile, contabilità economico patrimoniale, diritto del lavoro, legislazione sociale, diritto penale, leggi e regolamenti nazionali e regionali del Settore Sanitario), nonchè elementi di informatica e di lingua straniera.

Verrà data notizia dell’attivazione della preselezione almeno 15 giorni prima della data effettiva di svolgimento. Un mese prima invece verrà resa disponibile la banca dati con 3500 quiz dalla quale verranno estratte le domande dell’esame”.

Per scaricare o visionare il Bando, clicca qui.

 

Commenti  

 
#1 x mandarino 2019-12-06 13:04
Sono concorsi che prediligono troppo i laureati in giurisprudenza e troppo poco i laureati nelle altre facoltà previste dal bando. Poi, tra l'altro, l'oggetto delle prove è molto generico ed evanescente. Non dà la possibilità al candidato "qualunque" di prepararsi in maniera più precisa per le prove previste. Boh, chissà se questo modo di preparare i bandi è rivolto sin dagli inizi a fare una certa ... selezione !
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.