MANIFESTI SELVAGGI PER INAUGURARE I PARCHEGGI

foto-manifesti-parcheggi-a-

Domenica 31 gennaio 2010, in occasione della partenza, da oggi, 1° febbraio, delle nuove aree adibite a sosta a pagamento (via Carducci, via R. Canudo, via G. Del Re, piazzale via Noci), la città è stata letteralmente invasa da decine e decine di locandine e manifestini preparati, stampati e fatti affiggere dall’Amministrazione comunale, per informare la cittadinanza sulle nuove “agevolazioni” adottate in merito al pagamento del previsto ticket di sosta.

Una informazione ben “orchestrata” in cui si sottolinea, anche più volte nello stesso messaggio, che le promozioni non sono per tutti, ma riservate ai soli cittadini residenti nelle vie interessate dai parcheggi a pagamento.

Promozioni soggette, però, a ulteriori condizioni da considerarsi non migliorative.

Infatti, nei manifestini si precisa che i residenti per poter “parcheggiare con Ticket agevolato”, dovranno sottoscrivere un “abbonamento mensile”. Solo in quel caso “il costo è di € 1,50 al giorno”, circa 40 euro al mese per una sola vettura, ma “senza garanzia del posto riservato”, sottolineando, per altro, che “l’abbonamento vale solo per la strada di residenza e non per le altre aree di parcheggio a pagamento”.

Manifesti stranamente comparsi in tutte le zone interessate, fuorché nel piazzale di via Noci, a pochi metri dall’Ufficio Postale e dall’Agenzia delle Entrate e in via Vittorio Emanuele.

Un’affissione fatta a tappeto, non solo sulle macchinette preposte, tanto “selvaggia” quanto irriguardosa della proprietà privata, destinata a procurare piccoli danni, (la campagna “CHI SBAGLIA PAGA” ne annovera diversi), che non ha risparmiato cassette Enel, Telecom, locali… compaiono volantini perfino sui pali, sulle saracinesche e sulle porte di civili abitazioni e attività commerciali,

Non sono apparsi, però, solo i volantini che inneggiano al “Ticket agevolato”.

Il Centro Storico, per esempio, è stato tappezzato da locandine in cui si prospetta ai residenti la possibilità di avere “a disposizione il parcheggio GRATIS nell’area riservata posta a fianco dell’INPS”. Ma anche qui con delle evidenti incongruenze.

I manifesti parlano di “parcheggio riservato per residenti del Centro Storico”, senza però precisare espressamente quale parte di esso. Le strade, infatti, sono state individuate e “marcate” da una semplice e come la precedente selvaggia affissione.

Ci si chiede se di questa “opportunità”, oltre che i residenti, potranno beneficiare anche i responsabili, gli iscritti, gli ospiti dei partiti politici che vi “dimorano” (Pdl-UDC-PD), gli esercenti e i relativi avventori delle attività commerciali presenti sulle stesse vie (Bed & Breakfast, ristoranti, pizzerie, macellerie, negozi di alimentari, bar, e associazioni culturali).

E, a parte ciò, i pochi posti disponibili, poco più di una ventina in tutto, basteranno a soddisfare così numerosi utenti? Ed in questo caso, le autorizzazioni con quali criteri verranno rilasciate?

In tanti, domenica, dopo aver letto, si sono chiesti chi da questa “campagna” ci guadagnerà veramente e perché, ancora una volta, il Comune si sia messo a completa disposizione della società che gestirà i parcheggi a pagamento, tanto da organizzare una campagna informativa e pubblicitaria in così grande stile, sicuramente non a costo zero, se non per la sola società che gestirà i parcheggi.

Visita http://picasaweb.google.it/redazionegioianet/ 2010/parcheggi a pagamento{/gallery}