Lunedì 03 Agosto 2020
   
Text Size

LONGO, COSTRETTO, ANNULLA I BANDI E DISERTA IL CONSIGLIO

consiglio-comunale-pp

municipio-ingressoAncora una volta l’Amministrazione Longo cede sotto i colpi dei dissidenti. Nel corso del Consiglio Comunale andato in scena giovedì scorso, 25 novembre 2010, è accaduto per ben due volte sugli unici due punti posti all’ordine del giorno.

Si doveva discutere del “Servizio di gestione-manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione installati sul territorio comunale e fornitura di energia elettrica; atto di indirizzo e determinazioni”, ma non è stato possibile farlo perché non era più necessario. Infatti, in sede di dibattimento, è stato comunicato che su richiesta del Sindaco Piero Longo il bando di gara oggetto del contendere era stato ritirato.

Lo stesso bando che aveva scatenato anche la rivolta di alcuni consiglieri di maggioranza (http://www.gioianet.it/politica/1987-tre-consiglieri-di-maggioranza-si-ribellano-al-sindaco.html), perché ritenuto dagli stessi illegittimo.

sindaco_piero_longocelibertiUn consiglio comunale che nonostante ciò è stato alquanto infervorato anche per le assenze (in)giustificate sia del sindaco che dell’assessore ai lavori pubblici, Sante Celiberti. Iniziato in ritardo, rispetto alle previsioni, e interrotto prematuramente all’ora di pranzo per riprenderlo nel pomeriggio (16.30 circa), e durato fino alle 19.20, per discutere (si è tentato) l’unico punto rimasto che riguardava la “Situazione gestionale e comunicazioni inerenti il rendiconto 2009 della Spes Gioia SpA”. Anche in questa circostanza si è notata l’assenza sia del primo cittadino, si è affacciato per un istante, salvo poi volatilizzarsi nuovamente, che dell’assessore.

lampioniE’ stata una discussione molto accesa, non soltanto dalla parte della minoranza (con gli interventi di Povia e Bradascio in particolare), che ha inanellato una serie di domande sull’allegra gestione dell’azienda a prevalente capitale pubblico (comunale), a cui sia i responsabili aziendali presenti (il direttore Pompeo Colapinto e il presidente Andrea Benagiano), sia l’assessore al ramo, Donvito Giacinto, non hanno saputo rispondere adeguatamente, ma anche da parte di alcuni consiglieri di maggioranza, Vito Paradiso fra tutti, che hanno rilevato l’esistenza, anche da parte loro, degli stessi dubbi e delle stesse perplessità fatte rilevare dalla minoranza, sulla scarsa chiarezza della gestione aziendale e dei dati inseriti nel bilancio e non solo del 2009 ma anche del 2008.

spes-1Mancate risposte che hanno obbligato i consiglieri presenti a richiedere una sospensione della seduta necessaria per decidere, di comune accordo, su come procedere. Una sospensione, durata circa 15 minuti, nel corso della quale è stato deciso di rinviare la trattazione dell’argomento in oggetto a condizione che la stesura della nuova proposta, da inserire all’ordine del giorno del nuovo consiglio, fosse formulato dall’intera assise per tramite dei relativi capigruppo consiliari, previa discussione all’interno di ogni singola forza politica. Una decisione messa ai voti ed approvata all’unanimità.

aula-consiliare-gioiaUn consiglio, scioltosi poco dopo le 19, che pur non approdando ad un risultato tangibile, ha di fatto decretato, in modo chiaro e lapalissiano, la presenza di una profonda crisi all’interno della maggioranza.

Crisi che ha portato il sindaco Longo non solo a disertare la seduta ma soprattutto a fare, dopo quanto accaduto per il Teatro, ulteriori passi indietro su decisioni già prese. Si dà per certo, infatti, che al ritiro del bando sulla pubblica illuminazione, a breve, seguirà anche la  contestatissima gara, portata avanti, come si sostiene, in maniera altrettanto illegittima, per la realizzazione dell’aerea mercatale.

Commenti  

 
#6 tantoper 2010-11-30 08:39
Sarebbe altrettanto interessante sapere i motivi che hanno indotto,però, parte della maggioranza a votare una mozione congiunta con la minoranza.
Presente o non presente. :zzz
 
 
#5 CittadinoPresente 2010-11-29 22:28
Egr. Sig. Stoppini
Aspettavo, con ansia, una sua replica....
...ma da replicare non c'è nulla!!! La REALTA' contro il "sentito dire"!!!
VERITA' INCONFUTABILIE!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
 
#4 Libero 2010-11-29 00:07
Stoppini giornalista? Noooo è diventato la voce dell'opposizione, hai detto bene che razza di giornalista è colui che scrive articoli per sentito dire? E questo dimostra quanto di poco vero ci sia in tutte le notizie scritte da tali personaggi!
 
 
#3 CittadinoPresente 2010-11-28 17:31
Egr. Sig Stoppini
mi fa piacere che, per una volta, ha avuto il coraggio di dire la verità:Lei non era presente in consiglio comunale ed ha scritto l'articolo per "sentito dire"!!!! Bella dimostrazione di consapevolezza della situazione, e bell'esempio di giornalista che descrive la realtà (quella raccontata dagli altri, stile telefono senza fili!!!!).
Avrebbe voluto essere più critico?? Certo è comprensibile, ma lei la critica l'avrebbe fatta solo per partito preso e non per oggettiva realtà dei fatti!!
La invito, visto che lei sa sempre tutto, a fare una ANALISI del bilancio della Spes Spa esercizio 2009; La analisi va fatta nello specifico e non leggendo "le fredde cifre" del bilancio 2009.
Una Analisi di bilancio va fatta leggendo le cifre del Conto economico, dello Stato Patrimoniale e della Nota integrativa, (documenti fondamentali del bilancio di una Società!!)
Se invece ci si ferma ad una analisi supeficiale, come fa lei, non si rappresenta la realtà!!!
Lei non ha messo in evidenza quello che è stato esposto dall'Ad e dal Dg della Spes riguardo il risultato di esercizio e la situazione creditoria nei confronti del comune di Gioia del Colle(Ah DIMENTICAVO LEI NON ERA PRESENTE , QUINDI NON HA SENTITO LE RELAZIONI DEI DIRIGENTI DELLA SPES NE LE OSSERVAZIONI DEI CONSIGLIERI DI OPPOSIZIONE!!!).
Se volesse dei commenti, anche critici, sulla Spes e sul Analisi di bilancio sono pronto a fornirli ...a patto che si rappresenti la realtà oggettiva e non quella di parte che Lei vuol far passare per VERITA' ASSOLUTA, OGGETTIVA ed INCONFUTABILE!!!!!
Mi scusi se mi sono permesso..... ma IO ERO PRESENTE!!!!!!!!!!!!!
 
 
#2 Donato Stoppini 2010-11-27 14:09
Egr. CittadinoPresente
Anch’io ho un dubbio, che lei pur essendo presente di fatto era assente, il che è più grave rispetto a chi, pur non essendo presente, prima di scrivere ritiene di essersi informato su quanto accaduto. A parte la giusta precisazione sulla carica di Benagiano, che di fatto però aggraverebbe ulteriormente la sua posizione in merito a quanto accaduto, non ritengo di aver riportato fatti non accaduti, anzi confermo e ribadisco tutto, e aggiungo che forse sono stato anche un tantino meno critico e pungente del solito, sa, sparare sulla … croce rossa non è… elegante. La gestione di una società che dopo oltre un quinquennio, con un fatturato di diversi milioni di euro, anziché raccogliere i frutti di una sempre citata e positiva “politica industriale” chiude in passivo, come la vuole considerare? Se a ciò aggiungiamo che i responsabili aziendali non sono riusciti a dare una spiegazione plausibile sul perché ciò sia potuto accadere, né tantomeno sulla presenza di un credito di circa 1 milione e trecento mila euro nei confronti del comune di Gioia del Colle (che da parte sua non ha evidenziato nel proprio bilancio sia consuntivo 2009 che di previsione 2010) e di un debito di oltre 1 milione di euro nei confronti dei fornitori, credo che più che allegra sarebbe da ritenere irresponsabile, anche da parte della Giunta Longo. E se a quanto detto si aggiunge che la stessa azienda ha prospettato la volontà di investire oltre 2 milioni di euro per creare un’isola ecologica e una piattaforma di differenziazione dei rifiuti, si può dire quasi in città (nella propria azienda), dopo aver sbattuto la porta in faccia alla prospettiva di beneficiare di contributi messi a disposizione dalla regione, allora più che allegra o da irresponsabili, la stessa gestione sarebbe da ritenere una gestione suicida. La sensazione è che qualcuno stia spingendo questa società, che ricordo a chi lo avesse dimenticato, è a prevalente capitale comunale (82%) sull’orlo del fallimento. Per quale ragione? Perchè non si informa e ce lo comunica visto che si ritiene un CittadinoPresente? Considerato che ho “ottemperato” alle sue richieste perché non ci racconta anche cosa lei ha visto, ma soprattutto cosa ha sentito dal momento che afferma di essere stato presente? Sa la curiosità è tanta, e non soltanto mia. Anzi sarebbe interessante conoscere anche il punto di vista dei consiglieri di maggioranza presenti che hanno votato una mozione congiunta con i rappresentanti della minoranza contro proprio questa "gestione allegra" della Spes.
E mi scusi se anch'io... mi sono permesso…
Un saluto a tutti.
 
 
#1 CittadinoPresente 2010-11-27 11:58
Egr. sig. Stoppini
vorrei farle una domanda:
Lei era presente al consiglio comunale citato?
Il dubbio mi sorge, leggendo il suo articolo, in riferimento alla discussione sulla Spes SpA.

Io c'ero in consiglio comunale e quello che ha scritto non corrisponde alla realtà( e mi permetterà non ho avuto il piacere di vederla....)
Gradirei sapere:

Cosa intende per allegra gestione??

Perché il Direttore Generale e l'Amministratore Delegato (Andrea Benagiano è AD non presidente!!) non hanno saputo rispondere adeguatamente??

Dovrebbe spiegare questi punti, fondamentali, della sua analisi altrimenti non fa informazione, ma impone il suo pensiero come realtà!

Mi scusi se mi sono permesso...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.