Domenica 13 Giugno 2021
   
Text Size

Diffida Itea. La proposta dei consiglieri F. Pavone e D. Paradiso

fumate sperimentazioni

Milena-PavoneMercoledì scorso, 31 marzo 2021, i Consiglieri Comunali Filomena Pavone e Donato Paradiso hanno protocollato, presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Gioia del Colle, una missiva avente per oggetto: “Risoluzione presentata ai sensi dell’art.85 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale”, inerente la diffida che Itea spa ha inviato alla nostra testata e al nostro concittadino e scienziato dottor Roberto Cazzolla Gatti a seguito di un suo articolo pubblicato da “La voce del paese e GioiaNet”.[Le sperimentazioni sui rifiuti pericolosi vanno fermate. Le ragioni ]

Una risoluzione inserita al punto n. 5 dell’ordine del giorno in discussione nel prossimo consiglio comunale.[CONSIGLIO. SI DISCUTE DI IMU-IRPEF 2021 E DIFFIDA ITEA]

Una missiva che sottoponiamo qui in calce all’attenzione dei nostri lettori.

“I sottoscritti Consiglieri Comunali Paradiso Donato e Pavone Filomena, premesso che la testata locale ‘La Voce del Paese’, nel numero 12 deDonato-Paradisol 27.03.2021 riporta il testo della LETTERA DI DIFFIDA presentata dalla Società ’Itea S.p.a.’ nei confronti dello stesso giornale per un articolo, a firma del Dr. Cazzolla, ritenuto estremamente diffamatorio verso la società, considerato che, al di là delle singole posizioni, la stampa, compresa quella locale, svolge un ruolo fondamentale per la conoscenza di fatti e circostanze e si rivela un insostituibile ed efficace strumento per veicolare una informazione esauriente, rilevato che la decisione della Società Itea rischia di introdurre elementi di turbativa in un dibattito, sereno e approfondito, che da tempo nella nostra città si va sviluppando sulla difesa dell’ambiente e sulla tutela della salute pubblica, chiedono:

- che il Consiglio Comunale esprima la piena solidarietà all’Editore e al Direttore Editoriale della testata ‘La Voce del Paese’, con l’invito alla Società Itea, tramite il proprio rappresentante legale, di valutare l’opportunità di NON DAR SEGUITO ALLA MINACCIA DI querela, allo scopo di riportare la questione relativa alla sperimentazione Itea nell’ambito di un confronto sereno e scevro da posizioni precostituite o demagogiche”.

 

 

Commenti  

 
#20 Fabiola 2021-04-12 20:42
certo l'ITEA non è la lega per la lotta contro i tumori o l 'AIRC
 
 
#19 tatiana 2021-04-12 20:40
l'eccellenza gastronomica di gioia del colle sarà mozzarella dop,qualità certificata con un tocco di retrogusto tossico,ne parlerà anche il Financial times, le figaro,la Zeitung di Francoforte..ci faremo conoscere in Europa e nel mondo
e dove stanno quei parlamentari euro e non euro che dovevano difendere il prodotto locale?andatevi a coricare che è meglio
 
 
#18 GAGARIN 2021-04-12 17:40
Gioia è conosciuta per le grandi eccellenze gastronomiche del suo territorio. Grossa parte della ns economia si regge su questi prodotti. Dubbi sulle condizioni ambientali in cui produciamo non sono ammissibili e neanche negoziabili. Possiamo permetterci L'ITEA e il CCA, aziende private che operano solo per il proprio profitto? È la domanda a cui i politici devono rispondere.
Chi sta con gioianet sta con Gioia!
 
 
#17 Mattopino 2021-04-10 20:45
Spett.le redazione, mi dispiace per la diffida, ma come ho avuto già modo di commentare, un conto è riportare il parere di Arpa o fatti accertati, un conto è insinuare che itea sia la causa di tutti i mali ed associarla quindi al presunto elevato tasso di tumori in città. La responsabilità di aver avvallato simili insinuazioni è solo vostra quindi ritengo dobbiate risponderne voi e non chiedere il sostegno al comune. Non potete nascondervi dietro la libertà di stampa, non potete offendere senza prove. Ma fatemi capire qui a gioia siamo così ciechi che scorgiamo solo la ciminiera Itea/ansaldo/cca? Davvero non ce ne sono altre? Sulle quali quanto meno farsi qualche domanda?
 
 
#16 Sebastiano 2021-04-09 21:01
OPPOSIZIONE non vi voto più se non bloccate le emissioni dell'ITEA.Opposizione non ti voto più e magari convinco qualcun altro a non votarti.OPPOSIZIONE compattati su questo problema, altrimenti fate le solite cose, provate ad andare oltre le appartenenze, fate un gioco di squadra altrimenti che razza di opposizione siete?rischiate il peggio e cioè assomigliare alla maggioranza
 
 
#15 Alfonso 2021-04-09 17:29
Nessuno dimentica l'inquinamento dell'aeroporto, ma qui si sta parlando di bruciare rifiuti tossici, contro parere Arpa e Asl, e di cui non sono stati resi pubblici i dati delle emmissioni della precedente sperimentazione, è difficile capirlo?
I politici di maggioranza e dell'opposizione, tranne Pavone e Paradiso, si stanno comportando in egual modo!!! Avete visto il consiglio comunale?
 
 
#14 Eugenio 2021-04-08 21:58
Qui si dimentica l'inquinamento da aeroporto
 
 
#13 Giannetto 2021-04-08 21:56
E che si parla dell'aeroporto?
 
 
#12 Incoerenza 2021-04-08 19:16
La faccenda ITEA a me sembra solo l'ennesima scusa accampata dall'opposizione per attaccare la maggioranza. La stessa opposizione, con annessa redazione di gioianet che non perde mai l'occasione di celebrare ben altro problema inquinante che giace sul suolo comunale da oltre 100 anni. Grasse risate.
 
 
#11 Annamaria 2021-04-08 18:30
Ringrazio gioianet per le uniche e continue informazioni sulla qualità dell'ambiente cittadino che diversamente non avrei mai saputo. A chi ostacola questa trasparenza non gli auguro il dolore che mi porto tutti i giorni per chi ho perso a causa del tumore, ma i rimorsi della responsabilità....... sì!
 
 
#10 Lorenzo 2021-04-08 09:37
ITEA (ANSALDO) LA TUA E UNA DICHIARAZIONE DI GUERRA ALLA CITTA'!
 
 
#9 Don Chisciotte 2021-04-07 21:28
NON È CONSIGLIABILE non significa CHE È FUORILEGGE spettabile redazione.

Concordo pienamente con alfabeta funzionale
 
 
#8 Ruggero 2021-04-07 19:35
....altre testate danno solo informazioni controllate dalla politica, non scrivono con chiarezza, assemblano una notizia e fingono di riflettere,è lampante!Io sto con Gioianet
 
 
#7 Nuccio 2021-04-07 11:31
I giornali che danno solo informazioni controllate dalla politica non rischiano nulla.
I cittadini che leggono tali giornali rischiano di non conoscere la verità!
IO STO CON GIOIANET!
 
 
#6 Nico 2021-04-07 10:56
Ma lo volete capire che non si vogliono rendere pubblici i dati delle emissioni della sperimentazione? Perchè secondo voi? Se si avesse la coscienza a posto lo si farebbe! I dati precedenti sino al 2009 rilevati da Arpa superavano le soglie, e i dati successivi che fine hanno fatto?
 
 
#5 Luciano 2021-04-06 21:06
Polemiche sterili e che accentuano la confusione.L'Arpa,e ancora
non lo si vuole capire chissà perché,si è espressa con chiarezza sulla nocività, la stessa ITEA ha messo nero su bianco nella Richiesta di autorizzazione alla Città Metropolitana ed al Comune di Gioia del Colle e che vogliamo di più? che lo dica il Papa, Draghi o chi? troppo comodo prendersela con lo scienziato, leggi Cazzolla Gatti ed ingiusto. Guardate gli interessi ,le reali motivazioni di queste polemiche o l'atteggiamento nocivo dei vari Ponzio Pilato che si lavano le mani e nella staffetta delle omissioni di comodo passano il testimone ad un altro. Con il futuro voto alle comunali daremo credito a chi ha fatto qualcosa e non a chi ha solo ed esclusivamente parlato e talvolta blaterato.....
 
 
#4 Marco Costa 2021-04-06 16:58
Appare alquanto strano che invece di far rispondere i tecnici ITEA faccia intervenire i legali. Mancanza di argomenti?
 
 
#3 alfabeta funzionale 2021-04-06 08:10
Il punto è: lo scienziato ha elementi che univocamente correlano tumore con sperimentazione nell'impianto ITEA?
Finora ho letto solo considerazioni assolutamente non scevre da posizioni precostituite e demagogiche; grazie alle quali, se io fossi ignorante, darei per scontata la correlazione tra il sistema ITEA e l'insorgenza di mali incurabili.
Con tutto il rispetto, ma non è con due tabelle realizzate su excel che si possono correlare determinate tematiche.
Lo scienziato ha mai chiesto o avuto accesso ai dati in uscita dall'impianto ITEA? Volete fare qualcosa di costruttivo come redazione, come consiglieri, come scienziati? Chiedete i dati dei fumi in uscita dall'impianto e poi verificate se in essi vi siano sostanze cancerogene e se le stesse rientrano nei limiti previsti dal D.lgs.152/06.
Chiedete all'Amministrazione di far intervenire ARPA o altri laboratori certificati.
Ma se non fate ciò, si tratta solo di tanto rumore per nulla e di querele che, non solo non fanno il bene vostro, ma anche quello della città al cospetto di eventuali emissioni effettivamente cancerogene.
Perchè il punto è: se non sai cosa emetto, su cosa mi accusi? Su semplici percezioni aventi carattere assolutamente non scientifico e deterministico?


La Redazione
Già anni fa l'ARPA in un suo "parere", chiesto dalla Regione Puglia, aveva espresso le sue perplessità sulla decisione di dare una ulteriore proroga alle sperimentazioni. Esattamente riportò, ufficialmente, quanto segue: "ARPA DAP Bari, prot. n. 4384 del 26.01.2017:” …(omissis)… date le criticità evidenziate nel corso delle attività pregresse sull’impianto in questione, comunicate alle AA.CC. e ai soggetti interessati, questo servizio non ritiene consigliabile procedere ad ulteriori autorizzazioni per sperimentazione di questo tipo”.
Quindi, di cosa parliamo? Perchè si continua a mettere in dubbio tutto ciò che stiamo pubblicando in merito, ammistrazione con sindaco in testa? Questi documenti li leggono o no?
Saluti
 
 
#2 Cittadino Honesto!1! 2021-04-05 21:59
Fino ad oggi per chi ha letto tutti gli articoli, è evidente che il dibattito non sia stato per nulla sereno e costruttivo.
Anche l'ultimo comunicato di Gioianet è stato decisamente urlato.

Leggendo gli articoli e i comunicati vari di forze politiche è chiaramente stato detto che ci sono evidenze sulla nocività delle emissioni di Itea così come sono stati associati a tali studi quelli sulle morti di
Per di più i due consiglieri di opposizione, pretendono che la maggioranza si schieri a favore du una testata che ha sempre anche colto la palla al balzo per dare addosso a Mastrangelo.

La diffida legale ha preso alla sprovvista la redazione, che forse sperava in qualche ruota bucata o lo stuzzicadenti nel citofono.
E invece l'azienda ha usato gli strumenti di legge, dato che la querela/diffida è uno strumento di altissima civiltà e non è vero che serve a intimidire la redazione, serve a difendersi da delle accuse pubbliche e pesanti.

Del resto oggi la redazione, con il supporto degli scienziati di parte di cui fino ad oggi si è avvalsa, ha la grande opportunità di dimostrare che ha ragione o eventualmente dovrà affrontare le consegue ze della pubblicazione delle proprie certezze.

A Gioia siamo abituati a dare sentenze pensando di poter accusare chi ci pare e come ci piace, ma fuori da questo paese chi si sente diffamato reagisce ed è giusto che lo faccia nei limiti della legge. Ho sempre chiesto del perché chi sostiene della nocività dell'impianto industriale in oggetto, a valle degli scientifici di cui si avvaleva, non abbia intrapreso per primo le vie legali.
Forse non ne era tanto sicuro?

A proposito nelle foto che continuate a pubblicare non si vede l'impianto, ma solo e sempr la ciminiera di una altro impianto che con Itea non c'entra nulla, cosa che dopo anni nè voi e nè i 5S di Gioia non riuscite a comprendere, e se non è demogogia questa allora di che parliamo?
 
 
#1 Rosamaria 2021-04-05 21:50
Bravi Pavone e Paradiso che avete difeso Gioianet ma non fermatevi alla questione della querela,in gioco c'è una questione ancora più importante:LA SICURA NOCIVITA' DELLA SPERIMENTAZIONE ITEA.I CONSIGLIERI; A PRESCINDERE DALLA APPARTENENZA AI PARTITI DEVONO COALIZZARSI E FARE UN FRONTE UNICO CONTRO L'ITEA CHE POSSA COMPRENDERE
ANCHE QUALCHE ILLUMINATO DELLA MAGGIORANZA,La salute è di tutti
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.