In MoVimento per Gioia ripropone utilizzo ex ospedale Paradiso

ospedale paradiso

Coronavirus“E' noto oramai da tempo che la Pandemia si stia diffondendo ad alta velocità, ed è noto anche che dai dati forniti dal Ministero della Salute si evince che il 30% di questi contagi si sviluppa a livello Familiare.

Sappiamo inoltre che molti cittadini in auto-isolamento in attesa di essere sottoposti al "famoso" tampone naso-faringeo hanno difficoltà a trovare un luogo adatto dove "trascorrere" questo tempo, per mancanza di spazi o più semplicemente preoccupati per i loro cari, in quanto una loro presenza in ambito familiare potrebbe provocare una diffusione del virus, magari colpendo persone fragili al loro interno.

Sappiamo infine, che il Dipartimento di Protezione e Salute Asl/BA in collaborazione con la stessa ASL, Protezione Civile Regionale e Polizia Metropolitana, stiano individuando strutture (anche private) da destinare a questa particolare categoria.

Pertanto, consapevoli della disponibilità che "offrono" gli spazi e gli ambienti dell'ex. Ospedale "Paradiso", noi di In MoVimento per Gioia abbiamo scritto all'Assessore alla Sanità Lopalco, al Capo Dipartimento Montanaro e al Direttore Asl/BA Sanguedolce, affinché utilizzino il nostro ex. nosocomio per ospitare tutti quei cittadini che non possono "scontare" il loro isolamento fiduciario nella propria abitazione.

In un momento di estrema emergenza, riteniamo che le decisioni di buon senso debbano prevalere sulla burocrazia”.

In MoVimento per Gioia