Mercoledì 28 Ottobre 2020
   
Text Size

Viabilità: “Sindaco e Giunta così non si può andare avanti”

traffico-1

traffico-2Molti si lamentano che, a differenza dei comuni limitrofi, la nostra è una città morta. Ad una certa ora, molto presto, nessuno in giro a passeggio o a fare shopping e atmosfera mesta. Vero. Ma, per rendere la città più attrattiva per i residenti e per gli auspicati - sinora latitanti - ospiti, sarebbe opportuno, quanto meno, renderla più ordinata e disciplinata. Girando fra marciapiedi deserti e sconnessi e strade oggettivamente rotte (più passa il tempo, nell'inerzia di chi dovrebbe provvedere con atti concreti e non con proclami, e più somiglianti a “carrari” mal messi), con le tetre luci soffuse (e da ultimo, chissà perché, intere vie e piazze – ad intermittenza - interamente al buio per ore), l'unica cosa che riluce di splendore proprio e ruggisce con vigorosa arroganza, alla faccia della triste ritirata di pedoni, mamme con passeggino, e giovani sfaccendati, è un traffico - in determinate ore - assolutamente caotico e sosta selvaggia, sempre, in ogni dove e in alcuni posti in particolare.

Ma chi amministra se lo fa un giro ogni tanto per osservare il delirio di auto parcheggiate sui marciapiedi, in doppia fila nei pressi di esercizi pubblici, che ostruiscono gli accessi per diversamente abili, che deturpano, con la loro asfissiante presenza, monumenti, chiese e i pochi luoghi di ritrovo?

Il tutto, nell'imprecazione di molti, nell'indifferenza di tanti, nella “cecità” di chi dovrebbe provvedere a far rispettare il codice della strada e nell’incomprensibile “permissivismo” di chi dovrebbe orientare e gestire al meglio la cosa pubblica. Certamente nel laissez faire generale, in assenza di controlli e di una qualsivoglia campagna “educativa” dell'assessorato preposto (chissà chi ha le deleghe al decoro urbano e alla mobilità), i cittadini ci aggiungono del proprio ad aggravare la situazione, già di per sé grave da anni. Contribuisce sicuramente al degrado anche la riduzione degli stalli per parcheggi a disco orario e non, causata dal proliferare indiscriminato, e spesso irrazionale, di dehors e stalli riservati al carico e scarico e degli stalli "riservati".

Capitolo a parte sono poi i circa 200 stalli riservati ai disabili su cui occorrerebbe capire se utilizzati propriamente o come spesso denunciato impropriamente e l’utilizzo disinvolto del disco orario da parte di alcuni.

Francamente, pur essendo la faccenda non nuova, ci saremmo aspettati da questa nuova amministrazione comunale, molto prodiga nella propaganda (Gioia capitale della …) e negli annunci, un maggior interesse ad affrontare temi che causano un degrado reale della qualità della vita cittadina e che sono un biglietto da visita non certo allettante per i forestieri. Invece nulla, dopo 16 mesi, inerzia allo stato puro. Come associazione nelle prossime settimane ci faremo promotori di iniziative, anche a livello istituzionale attraverso i consiglieri comunali espressione della Bottega, per sollecitare provvedimenti cogenti ed urgenti sulla mobilità urbana e sui parcheggi, sulla cenerentola del trasporto pubblico, per disincentivare l’uso distorto delle automobili.

Sindaco e Giunta così non si può andare avanti”.

Città di Tutti – La Bottega

 

Commenti  

 
#13 Donato Leo 2020-10-15 20:18
Sono rientrato nella mia Gioia da 4 mesi. Sono rimasto deluso come l'ho trovata. Pavimentazione delle strade da 3* mondo. Questa pavimentazione va bene per due categorie. La prima per le donne gravide che vogliono abortire. La seconda per far addormentare i bimbetti che non hanno sonno. Per non parlare dei parchi, dove i cani fanno i loro bisogni ed i proprietari se ne fregano di depositare gli escrementi negli appositi cestini. La circolazione stradale è collassata, conducenti menefreghisti, ma i vigili? Sindaco, ripristini il parcheggio a strisce blu. Le casse comunali, sarebbero più ricche e non in rosso, almeno per quello che ho sentito.Sindaco cerchi di dare una svolta a questa bella cittadina.

La Redazione
OK. Ma cosa centrano le strisce blu, cioè il parcheggio a pagamento, con la mancanza di senso civico degli automobilisti e dei controlli? Così, tanto per capire.
Saluti
 
 
#12 felice 2020-10-15 18:01
E sto NICOLA,che fa sempre il sapientone.....io farei,io direi....!!.
 
 
#11 Sbigottito 2020-10-15 17:35
E i vigili dove sono,cosa fanno?!
Eppure credo che i commenti li leggono pure loro....come fanno a essere........assenti?
Nemmeno il loro comandante ha uno scatto di orgoglio?
 
 
#10 Nicola A. 2020-10-15 17:28
@ fortunato, riguardo ai passi carrabili è solo mancanza di volontà nel voler fare i controlli incrociati. basterebbe un piccolo software come excel per stanare gli evasori e chi non ha pagato, rimuovere il passo carrabile. Però se non c'è nessuno che sappia usare excel, mi offro volontario per fare una verifica di persona. Non ci vedo niente di complicato poichè un passo carrabile ha un numero di concessione ed un indirizzo, anche senza software è facile controllare. Un/a ragazzino/a della 1^ elementare saprebbe cosa fare.
 
 
#9 Rosangela 2020-10-15 16:23
Benvenuti a gioia del colle paese del nulla
 
 
#8 Mendez 2020-10-15 16:09
Ai tempi di Povia i gioiesi erano educatissimi e parcheggiavano come gli abitanti di Hoffenheim, non è vero ?
 
 
#7 giorgio gasparre 2020-10-15 15:59
E il festival dello sviluppo sostenibile cosa ha prodotto di utile?
 
 
#6 Etnino 2020-10-15 13:58
A me mancano le parole. Gioia è in un declino costante. Marciapiedi infiorescenti, strade rotte, marciapiedi pericolanti, la viabilità è allo stremo, macchine in seconda fila incurante delle code che si formano per poter avanzare. Controlli inesistenti, mi chiedo Dove è finita la dignità del gioiesi e soprattutto come fanno gli amministratori ad andare in giro senza vergognarsi! Inimmaginabile un degrado così forte a distanza di un anno e mezzo dalla loro elezione.
questi personaggi che stanno rovinando Gioia devono avere la dignità di andarsene prima che noi cittadini li mandiamo via.........
 
 
#5 Elisabetta Diomede 2020-10-15 13:49
Gli automobilisti gioiesi sono avvezzi ai parcheggi in doppia fila, perché due passi a piedi per andare in un esercizio commerciale proprio non li sanno fare! Vedasi via Dante di fronte a Depa, piazza Plebiscito di fronte al Grand'Italia, Via Manin di fronte al bar Rossini, via Cavour di fronte alla Favale, via Flora altezza panificio Lorusso, ecc... Indisciplinati!!!!
 
 
#4 Sinistrorso 2020-10-15 12:41
Cari "Bottegai", i vostri rappresentanti in Consiglio avrebbero fatto di meglio se fossero stati al posto della maggioranza? Su questo avrei dubbi amletici!
 
 
#3 Peppino 2020-10-15 11:53
Se non c'è tempo e voglia neanche per riverniciare le strisce pedonali, la speranza che questa Amministrazione si occupi della mobilità stradale resta un'utopia. Ma il Presidente ha tracciato un bilancio soddifacente di questo primo periodo, quindi...gioiesi, attaccatevi al tram, se ne passa uno...
 
 
#2 fortunato 2020-10-15 11:31
aggiungerei, centinaia e centinaia di passi carrabili che non sono autorizzati e nè tantomeno pagano la relativa tassa
 
 
#1 ottimista 2020-10-15 11:04
non si può mai fotografare una chiesa a Gioia, chiesa sant'andrea invasa da auto su tutta la piazza antistante nonostante il divieto di sosta, chiesa madre auto perennemente parcheggiate davanti,chiesa san rocco idem, chiesa san francesco idem, accesso da Piazza Umberto a Piazza Luca d'andrano sempre occupato, intorno al momunemto dei caduti sempre pieno e se potessero mettere le auto nel pesudogiardino del monumento le metterebbero, piazza plebiscito completamente non valorizzata..... DECORO ZERO!!!! andiamo a vedere la vicina Sammichele anche di sera luci non arancioni, un vero salottino. EPPURE COSA CI MANCA??? SINDACO, lei ha ereditato questo scempio ma non lo lasci in eredità al suo successore. Grazie
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.