“Maggioranza prepotente. Preferisce il rifiuto al dialogo”

municipio_balcone

consiglio comunale on line“È con grande rammarico che si assiste all’ennesimo atto di prepotenza e arroganza di una maggioranza che, in chiara difficoltà di idee, proposte e metodo di lavoro, preferisce il rifiuto al dialogo, la chiusura alla collaborazione.

Nel prossimo Consiglio Comunale, oltre ad esaminare importanti e impegnativi argomenti quali le tariffe e il regolamento TARI, le aliquote e detrazioni IMU, una mozione della minoranza sulla riorganizzazione della mobilità urbana, si affronterà l’importantissima discussione sul Documento Unico di Programmazione (DUP), il documento che definisce le scelte politiche che guideranno l’attuale amministrazione nei prossimi 3 anni, le cui ricadute, tanto positive quanto negative, ricadranno su tutta la comunità.

Per l’ennesima volta la maggioranza non tiene in nessun conto delle richieste dell’opposizione tutta scegliendo di organizzare la seduta del Consiglio Comunale in tempi e modi che guardano solo al proprio interesse, impedendo, di fatto, un approfondito esame degli argomenti all’o.d.g. e, a buona parte dell’opposizione, la presenza.

Per l’ennesima volta si ripete un copione che vede il sindaco e i suoi consiglieri, nonostante la loro millantata disponibilità al dialogo con l’opposizione, rifiutare qualsiasi proposta tra cui lo spostamento di un giorno nella celebrazione del Consiglio. Un giorno che è niente rispetto ai sei mesi in cui la maggioranza ha dormito sonni tranquilli, portando il paese al degrado in cui si trova attualmente e all’approvazione di un Bilancio Preventivo 2020 che forse sarà portato in Consiglio oltre la fine del mese, a distanza di 9 mesi dalla scadenza naturale.

È chiaro che questa maggioranza non vuole nessun tipo di collaborazione, ma ancor peggio non vuole nessun tipo di confronto rispetto alle proprie iniziative, che sin dall’inizio hanno evidenziato la completa carenza di una visione strategica per la città e la necessaria e conseguente programmazione.

L’attuale momento di crisi merita l’impegno di tutte le parti politiche, la collaborazione e la condivisione sinergica di idee, progetti e prospettive per la nostra città. Le enormi risorse economiche rese disponibili da anni di sacrificio di tutta la comunità che hanno portato ad un avanzo di amministrazione di ben 1.1 Milioni di euro, dai finanziamenti del governo causa COVID19 e dalla discutibile dilazione effettuata da questa maggioranza dei mutui comunali, con un aggravio di oltre 1.2 Milione sulle casse comunali sino al 2043, devono trovare una programmazione seria e attenta, che eviti sprechi e vada ad incidere secondo priorità riconosciute da tutti”.

I Consiglieri Comunali
Colacicco Donato – Liuzzi Maurizio - Martucci Filippo - Milano Rosario - Paradiso Donato - Pavone Milena