Lunedì 30 Novembre 2020
   
Text Size

SCOPPIA L’EMERGENZA RIFIUTI, LONGO FIRMA ORDINANZA

PrimiConferimenti2

rifiuti_cassonetti_pieniContro ogni aspettativa, meno di una decina di giorni fa, nel corso dell’inaugurazione della nuova campagna sulla raccolta differenziata con Fabio e Mingo, si era affermato il contrario, che non c’era nulla da temere, che la nostra situazione non era paragonabile a quella di Napoli, ecco che anche nel Bacino dell’ATO BA5, e di conseguenza anche a Gioia del Colle, scoppia il problema dell’emergenza rifiuti.

All’uopo il sindaco Piero Longo, nella giornata di ieri, dopo un movimentato incontro tenutosi nel Palazzo Municipale, ha redatto e sottoscritto una ordinanza sindacale, che vi proponiamo in calce, in cui “ordina” la collaborazione dei cittadini.

Collaborazione richiesta e divulgata per tramite di volantini e manifesti preparati e fatti affiggere in fretta e furia. Come avranno fatto se si sono riuniti ieri, domenica, nel pomeriggio?sindaco-piero-longo

----------------------------------------------------------------------

Ordinanza n. 112 prot. 29258

IL SINDACO

VISTA la chiusura della discarica sita in Conversano, in esecuzione della Sentenza del TAR Puglia n. 3536/2010, giusta comunicazione del Consorzio ATO BA/5 n. 350 del 10 u.s;

CONSIDERATO che tale discarica risulta essere l'unica presso la quale è possibile conferire i rifiuti per il relativo smaltimento, previo trattamento di biostabilizzazione, sia per il Comune di Gioia del Colle che per altri 20 Comuni facenti parte dell'ATO BA/5;

LogoGioiaRILEVATO che la Regione Puglia, competente per materia, è attivamente impegnata nella ricerca di una soluzione immediata per la gestione dei rifiuti nel Bacino BA/5;

RILEVATO conseguentemente che, per alcuni giorni, tale situazione comporterà inevitabili disagi a tutta la cittadinanza per la gestione dei rifiuti;

ACCERTATA la necessità e l'urgenza di dover ridurre al minimo disservizi e disagi causati da tale contingenza anche ai fini della igiene pubblica;

VISTO il D. Lgs. 18 agosto 2000 n. 267 (Testo Unico delle leggi sull'ordinamento degli Enti Locali) e s.m.i.;

volantino_emergenza_rifiutiO R D I N A

Di non conferire il rifiuto indifferenziato al cassonetto, sino alla riattivazione del servizio di smaltimento in discarica;

Di raccogliere il rifiuto organico (scarti da cucina e da alimentazione ed altri indicati sul sacchetto in distribuzione) nelle apposite buste biodegradabili compostabili che saranno distribuite a tutte le utenze familiari nella giornata di lunedì 11 Ottobre da parte del personale della SPES Gioia S.p.A.;

Di posizionare dalle ore 6,00 alle ore 8,30 nelle giornate di martedì, giovedì e sabato il sacchetto per la raccolta del rifiuto organico a filo strada dinanzi alla propria abitazione al fine di consentire la raccolta porta a porta da parte del personale della SPES GIOIA S.p.A. Detta raccolta sarà effettuata nelle stesse giornate (martedì, giovedì e sabato) dalle ore 8,30 alle ore 11,00;

Di incrementare la raccolta di rifiuto differenziato (carta, cartone, plastica e vetro) da conferire ai cassonetti all'uopo destinati;

Chiunque è obbligato a osservare e far osservare quanto qui prescritto.

Il Comando Polizia Municipale, la SPES GIOIA S.p.A. e le altre componenti le Forze Armate del territorio sono incaricati dell'effettuazione dei necessari controlli.

Dalla Residenza Municipale lì, 10 ottobre 2010

IL SINDACO

Dott. Pietro LONGO

Commenti  

 
#10 fabio 2010-10-16 13:04
aldila delle polemiche che non portano mai a nulla,cerchiamo di impegnarci concretamente...mi chiedevo...è vero che i giorni e gli orari di raccolta sono cambiati.alcune voci mi hanno riferito questo.stamattina ho cercato informazioni ma non ho trovato nulla.e poi..le buste.come si farà per procurarne altre?ci verrano nuovamente consegnate????
 
 
#9 rocco 2010-10-14 11:58
In questo manifesto si dice che la raccoltà avverrà il martedì, giovedì e sabato .... seguirà commento su nuova ordinanza e manifesto ...
 
 
#8 cittadinoesperto 2010-10-11 22:38
ATTENZIONE, questa situazione, che poteva essere facilmente prevista se a gestire i rifiuti e l'ambiente ci fossero persone competenti e non i soliti politici ignoranti in materia (nel senso che ignorano la materia), potrebbe essere strumentalizzata per riprendere il progetto di Monte Sannace, per la gioia economica di pochi, tra cui qualche tecnico che siede in Consiglio Comunale
 
 
#7 giù alle croci 2010-10-11 17:32
che stro***ta davvero una pessima idea e poi pure l'ordinanza ma se il gioiese è nato comodo non farà mai la raccolta mai! verremo sommersi dalla monnezza e faremo la fine di napoli!!!
 
 
#6 rocco bellino 2010-10-11 17:26
e voi continuate a non definirvi faziosi anti amministrazione????
conoscendovi personalmente, non posso non nascondere la vostra preparazione in materia, state facendo passare un problema creato dall'attuale governo regionale per un problema creato da questa amministrazione....Vi cambierei mestiere!!!! BUGIARDI
 
 
#5 Antonio 2010-10-11 16:39
Secondo me il problema è che, a tempo debito, chi era chiamato a fare scelte politiche non ha avuto i c.d. attributi per farlo.
In un ciclo maturo della raccolta dei RSU, c'è bisogno di differenziare e di conferire in discarica o in impanti di compostaggio e quindi in impianti di trasformazione dei rifiuti conferiti (e qui ricomprendo anche gli inceneritori).
La politica, come spesso accade, non è stata in grado di metter daccordo non semplicemente gli amministratori di diversi comuni, ma addirittura gli ammministratori del nostro Comune sull'esigenza di collaborare per l'individuazione di aree da destinare agli impianti necessari per lo smaltimento dei RSU.
Ora questa emergenza forse servirà proprio a questo...
 
 
#4 peppe 2010-10-11 16:35
che significa mettere i sacchetti a filo di strada? ma stanno scherzando o non sanno che nella maggior parte delle strade gioiesi non si può nemmeno camminare? e le macchine poi, che faranno? li schiacceranno o faranno le gimcane per evitarli? non potevano individuare delle zone di raccolta. mah, sempre più incomprensibili le azioni di questi nostri amministratori...
 
 
#3 Le Redazione 2010-10-11 15:25
La domanda da porsi caro "cittadino qualunque" è: "perchè sostenere pochi giorni prima il contrario di ciò che è accaduto? Questo genere di problemi non cascano sulla testa dalla sera alla mattina. Se poi si vuole sempre minimizzare e dare la colpa ad altri quando non sì è più in grado di nascondere l'entità del problema, è un'altra cosa. E non si dica che è stata colpa della sentenza del TAR, anche in questo caso si sapeva e si doveva prevedere che poteva essere contraria alle aspettative o che potesse considerare ammissibili le richieste avanzate dal Comitato di far chiudere la discarica di Conversano. O no?
Un saluto a tutti.
 
 
#2 Le Redazione 2010-10-11 15:11
Riprendiamo e riportiamo, da Facebook, un commento di Antonella scritto sull'argomento:

"vorrei collaborare anche io, ma abito fuori dal perimetro urbano. Domanda: porteranno anche a me le buste biodegradabili, e poi verranno a ritirarle? Nel caso non mi vengano recapitate che faccio con la spazzatura, se invece mi vengono recapitate e le lascio a filo dell'abitazione i cani randagi potrebbero aprirle, a meno che non mi metta ad aspettare fuori dall'uscio il personale della Spes..."
 
 
#1 Cittadino qualunque 2010-10-11 15:06
Ma perchè fare polemica anche per queste notizie? Cosa c'è che non va? Dobbiamo addirittura porci il problema di come abbiano fatto a preparare i manifesti di domenica piuttosto che comprendere le dimensioni che questa situazione potrebbe assumere. Ben venga quest'iniziativa seppur organizzata in fretta e furia, ben venga qualunque iniziativa possa evitare che Gioia ed i comuni limitrofi vivano la stessa situazione di Napoli!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.