Martedì 29 Settembre 2020
   
Text Size

Gioia del Colle. Le elezioni regionali della maggioranza

elezioni-regionali-liguria

destra5 Il vecchio Lone Wolf ancora una volta di passaggio a Gioia del Colle non può non notare che cambiamenti epocali ne stanno in qualche modo modificando il volto e inquinandone l’anima. Si lo capiamo benissimo che il nuovo avvento della destra nel palazzo di città avrebbe portato novità ma, by god direbbe un mio amico, quando è troppo è troppo. E fin quando a vincere le elezioni e a governare la città è chiamato uno schieramento in contrapposizione all’altro va bene, si accetta l’esito elettorale e si spera in un buon governo. Ma a Gioia sembrerebbe che hanno vinto non una, non due ma tre destre.

C’è la destra storica rappresentata non si sa bene da chi, poi c’è quella borghese con tendenze intellettualoidi e infine quella più volgare e becera che è facile individuare nelle spacconate della Lega locale. Le tre destre non sono solo alleate tra di loro ai fini elettorali, lo sono per un background culturale come direbbe sempre un mio amico, che si può definire meglio di matrice fascista. Certo le differenze a chi le vuol vedere si vedono. E sono pure accentuate. Volutamente visibili affinché vi ci si possa identificare a secdestra6onda delle proprie preferenze che poi diventano voti.

E così per le prossime votazioni regionali di settembre le tre destre rastrelleranno voti per il proprio alleato candidato cittadino Vito Etna il cui nome nel filmato che vi invito a vedere (https://www.facebook.com/451241288582672/posts/1185428915163902/) è associato nel finale a un’immagine boccaccesca.

Lo stesso Vito Etna che però non appare negli incontri politici seri davanti a un pubblico “saputo” di destra storica. Lo stesso Vito Etna che non è stato invitato dalla destra intellettualoide a partecipare all’assalto e successiva conquista della Pro Loco, come avete avuto modo di leggere sulla Voce del Paese. Assalto e successiva conquista avvenuti con metodi non del tutto democratici.

Ma lui, Vito Etna, avrà i voti delle tre destre gioiesi, e questo lo garantisce il sindaco Mastrangelo che è sempre al suo fianco, come nel volgarissimo filmino di cui sopra, ma che è sempre al fianco anche di Lucio Romano, l’anima intellettualoide dell’altra destra, ed è sempre al fianco di...se stesso.

E mentre ci si diverte a sembrare divisi per poi bere tutti dallo stesso calice la città va alla deriva, senza idee, senza alberi, senza aule, senza pulizia. Senza quella nobiltà che pure le spetta.

Lone Wolf

 

Commenti  

 
#5 Losservatore 2020-08-09 09:39
Non mi meraviglio della presenza di nessuno in quella gazzarra dove viene citata anche Malena, tranne che di quella del sindaco, che è un ragazzo più compìto rispetto agli altri. Gli altri predicano bene e razzolano maluccio, protetti dal sacro cuore di Maria che ogni tanto evoca il presidente Etna. Ma si sa che i politici non sono altro che la semplice fotografia della società che ci circonda. Evidentemente, chi segue costoro si identifica in loro stessi. In democrazia bisogna accettare tutto. Mastrangelo vuole mandare Etna alla regione perchè al Comune gli crea troppi imbarazzi. La sua desistenza e quella del partito del candidato Fitto è una desistenza calcolata !
 
 
#4 Tino 2020-08-08 16:31
Fatemi capire, questi hanno preso il posto dell'ex amministrazione?
 
 
#3 Tonino 2020-08-08 15:45
Come sono belli! Stanno proprio bene insieme e come dice un proverbio, Dio li fa e poi li accoppia e lo fa a dispetto per i gioiesi! Meno male che non abito più a Gioia! Leggendo quello che succede Gioia state proprio messi male!
 
 
#2 Rabbrivido 2020-08-08 12:48
In questo caso dire RABBRIVIDO ci sta tutto. Iniziamo con il dire sig. Etna che lei non è il candidato di Gioia del Colle, lei è un candidato di bandiera. Non faccia il furbo con le parole, perché non tutti sono pecore alle sue parole pardon alle parole che le vengono suggerite dall'organo di stampa nordista. Quel video che ben rappresenta il Vostro Presidente Del Consiglio Comunale, mostra tutto l'imbarazzo del Sindaco, di Capano e di qualche altro commensale. Mi chiedo come possa Mastrangelo persona con un suo stile ma soprattutto con un pedigree Paterno di altissimo livello prestarsi a simili spettacoli pecorecci ( almeno il buon gusto di non farne un video ). Ritornando al sig. Etna, ribadisco e sottolineo che lei non può rappresentare Gioia ma soprattutto è la grande maggioranza dei Gioiesi che per stile, cultura e storia non si farebbero mai rappresentare da lei. Dimenticavo, nel suo profilo social/ politico spesso parla di immigrazione e ovviamente con lo slogan prima gli italiani. Ebbene, si faccia un giro nelle campagne gioiesi oppure osservi i furgoni che in zona stazione caricano operai stranieri per trasferirli in aziende locali e si chieda perché prima gli stranieri????? Ma lei questo non lo farà mai perché per farlo bisogna ESSERE e non APPARIRE.
 
 
#1 marika 2020-08-07 09:42
che spettacolo desolante,sono pentita di aver votato gente del genere
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.