Sabato 15 Agosto 2020
   
Text Size

A rischio esternalizzazione Contabilità del Comune. A quale prezzo?

palazzo-municipale

logo-comune-di-gioiaIl giorno 22 aprile 2020, in piena emergenza coronavirus per cui anche Gioia del Colle ha pagato un pesante tributo, la morte di Filippo Vasco, la Giunta Mastrangelo ha avuto il tempo di emettere e pubblicare la delibera di Giunta n. 84 avente ad oggetto: "Atto di indirizzo al settore finanze per il riordino della gestione fiscale passiva con specifico riferimento alla tenuta della contabilità ed ai relativi adempimenti per imposta sul valore aggiunto e per imposta regionale sulle attività produttive".

La lettura della delibera fa sorgere delle domande spontanee. In particolare, ci si chiede se, dopo l'esternalizzazione dell'attività di supporto all'Ufficio Tributi, costata alla comunità centinaia di migliaia di euro - una perdita netta in questo primo anno di attività, essendo state bloccate le azioni di recupero delle tasse evase -, questa delibera rappresenti il primo atto per l'esternalizzazione anche della tenuta della contabilità del Comune e magari un domani l'esternalizzazione dell'elaborazione delle buste paga dei dipendenti ed altro ancora.

Per logica conseguenza si dovrebbe assistere ad una drastica riduzione del numero delle figure apicali e ad una robusta riduzione delle relative indennità di posizione, anche in considerazione dell'effettuazione del lavoro da parte di professionisti esterni "organizzati" e "qualificati" che a loro volta costeranno “cari” alla comunità.

Vogliamo sperare che questa Amministrazione, come già accaduto con altre in passato, non abbia intenzione di “sostenere” studi commerciali e legali esternalizzando servizi ma al contrario assuma figure valide e preparate, controlli l’efficienza di chi opera e rimandi a casa in mobilità le zavorre, ovvero chi affonda il servizio affidato per incapacità o mancanza di buona volontà, creando i presupposti per una esternalizzazione.

Commenti  

 
#6 Nicola A. 2020-07-13 17:09
@Don Chisciotte, già, infatti, avrebbe dovuto togliere alla ex CERIN, la riscossione dei tributi E NON LO HA FATTO. Quello che ci ricordiamo tutt'ora è che ci fa tenere in casa (di pochi metri quadrati e non VILLE) l'immondizia (invece di istituire le Isole Ecologiche) promettendo una riduzione delle tariffe che non c'è stata. Dopo due anni ha lasciato Gioia nelle mani di un ennesimo Commissario, per cui, se non si fosse dimesso sarebbe ancora in carica, quindi ...... lasciamo perdere.

La Redazione
Più che togliere non si doveva dare alla Cerin che a sua volta ha dato alla ex Cerin. Non cambiamo le carte in tavola, non è il caso. Ricordatevi chi ha voluto e gestito tutto questo.
Saluti
 
 
#5 Il grande bluff 2020-07-13 15:44
Don Chisciotte, hai ragione!
 
 
#4 Don Chisciotte 2020-07-11 22:00
La competenza e l'esperienza di Donato Lucilla potete solo sognarla, se ci fosse stato ancora lui e il suo entourage avrebbe impedito questo scempio.
 
 
#3 Uomodellastrada 2020-07-10 15:50
Ecco l'esperto, il massimo esponente, professionista e infallibile dott. Gallo.
Il vicesindaco era quello che aveva competenze giuste per il comune di Gioia...ad esternalizzare tutto
 
 
#2 vitos 2020-07-10 08:57
Si ricorda che Mastrangelo in merito all' esternalizzazione dei tributi sbraitava in consiglio comunale ( amministrazione Povia ) .Ora invece esternalizza tutto , come dire la coerenza e' un optional.......come si suol dire la pong e la mong
 
 
#1 Giorgio 2020-07-09 22:32
Speriamo vadano via al più presto.
Come abbiamo fatto a votarli!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.