Venerdì 13 Dicembre 2019
   
Text Size

Rdc/Pdc. M5S: “In 7 mesi diminuito tasso di povertà del 60%”

poveri

reddito di cittadinanzaGrazie al Reddito e alla Pensione di Cittadinanza in soli 7 mesi il tasso di povertà è diminuito del 60%, c’è una riduzione dell’8% dell’intensità della povertà e una riduzione dell’1,5% del tasso di disuguaglianza. Dati resi noti dal presidente dell’Inps Pasquale Tridico che li ha definiti straordinari. Basterebbero solo questi numeri per rispondere a chi parla di fallimento di questa misura, ma oltre i numeri ci sono le persone reali, quelle che grazie al RdC/Pdc possono finalmente comprare le medicine per curarsi, o molto più semplicemente gli ingredienti per una torta per il figlio che compie gli anni. O che finalmente hanno avuto la possibilità di reinserirsi nel mondo del lavoro. Per anni destra e sinistra non hanno fatto altro che aumentare il divario tra Nord e Sud, per poi approfittare della fame di lavoro promettendo posti in campagna elettorale. Noi invece stipasquale tridicoamo creando nuova occupazione”. Lo dichiarano i consiglieri del M5S Puglia.

In Puglia fino al 22 ottobre sono state accolte più di 90mila domande per Reddito e Pensione di Cittadinanza, con le due misure che coinvolgono circa 220mila pugliesi. In particolare nella provincia di Bari sono state accolte 25.392 domande; nella Bat 8.324; in provincia di Brindisi 9.655 domande; nella provincia di Foggia 14.902; nella provincia di Lecce 16.516 e in quella di Taranto 15.260.

La fase due del RdC - proseguono i pentastellati - quella in cui c’è stata la firma del Patto per il Lavoro, è iniziata lo scorso settembre e in poco più di tre mesi oltre 18mila beneficiari hanno già trovato un lavoro e oltre 200mila sono quelli già convocati dai Centri per l’Impiego, che stiamo riformando dopo anni di totale abbandono e dotando di tutta la strumentazione adeguata per permettere a navigator e dipendenti di poter lavorare al meglio. Non diciamo che sia tutto perfetto e non ci siano intoppi, ma stiamo continuando a lavorare a tutti i livelli per correggere le criticità e migliorare. Stiamo provando a risolvere i problemi creati da chi per decenni ha governato l’Italia e dopo aver fatto solo disastri adesso vuole perfino darci lezioni”.

Ufficio Stampa Regionale

 

Commenti  

 
#4 ISTAT 2019-12-07 18:23
Quindi soldi gratis a tutti !

La Redazione
No, soldi restituiti a tutti coloro che nel tempo sono stati depredati del loro futuro e ridotti in quelle condizioni. Esattamente da chi si è messo in tasca, fraudolentemente, milioni di euro di soldi pubblici e vorrebbe continuare a farlo.
Saluti
 
 
#3 Giovanni Addabbo 2019-12-06 20:01
Il tasso di povertà si combatte creando lavoro e riducendo il tasso di evasione.
L'assistenzialismo prima o poi finisce. Piuttosto, perché non investire in infrastrutture, di cui l'Italia necessita? Probabilmente il reddito di cittadinanza rende subito e meglio in consenso elettorale.

La Redazione
In infrastrutture sono stati investiti miliardi, forse bisognerebbe leggere o ascoltare altre campane per una più completa in formazione.
Saluti
 
 
#2 istat 2019-12-05 16:20
Quando le cose non si fanno, la colpa è sempre degli altri. Ma 5stelle sul fronte lotta dura all'evasione è assolutamente evanescente (nonostante abbia i numeri per agire) e Conte sta avendo molti bastoni tra le ruote per attuare determinate riforme in tale verso. E vogliamo sapere perchè ? Perchè il "partito" dell'evasione è trasversale e crea gruppi di potere all'interno di tutti i partiti, 5stelle inclusi ! Per quanto riguarda l'RdC : non si capisce perchè, dopo l'incredibile exploit elettorale del 2018 dei 5stelle sopratutto al sud ( dove, evidentemente, l'rdc faceva più gola rispetto a tutte le altre parti dell'Italia ), il movimento ha perso parecchio nelle successive competizioni elettorali. Non sarà perchè questa riforma ha disattteso le aspettative e ha avuto uno scarsissimo impatto sui suoi potenziali destinatari ?

La Redazione
Dimentichi un piccolissimo particolare, oltre alla trasversalità, che ha il 100% della (dis)informazione nazional popolare, a qualsiasi livello, contro. Anche l'allora "alleato" di governo, non aiutava, visto che tutto faceva anzichè governare. Ecco, il vero errore dei 5 Stelle è stato quello di permettere loro di utilizzare quei posti chiave per "fare" continua campagna elettorale, anzichè operare per il benessere degli italiani, salvo poi, alla resa dei conti, decidere di far cadere quel governo, di cui, sulla carta, erano parte integrante. Troppo impopolari evidentemente per i loro finanziatori le misure da attuare subito dopo la pausa estiva. Purtroppo per loro la speranza di andare in breve tempo a votare è rimasta tale. Ciò detto il Rdc/Pdc è senza ombra di dubbio, checchè se ne dica, la miglior misura anti povertà adottata nell'ultimo trentennio in Italia.
Saluti
 
 
#1 istat 2019-12-04 09:15
Insomma, il reddito di inclusione di Gentiloni e il RED di Emiliano in Puglia non sono stati sufficienti per sedare la VERA povertà che serpeggia nel Paese. Ma come mai i cinquestelle hanno ... diminuito le diseguaglianze ... e hanno perso un sacco di voti nell'ultimo anno ? E la diminuzione delle diseguaglianze non passa anche per una serrata lotta all'evasione fiscale ? Cosa sta facendo cinque stelle in merito ? Perchè non finanzia l'RdC con i soldi degli evasori piuttosto che farlo pagare a tutti i contribuenti rendendo ancora più ciclopico, il debito pubblico ?

La Redazione
Se negli ultimi decenni, 30/40 anni, ci fosse stata una vera lotta all'evasione, di alto bordo, milioni di italiani non si sarebbero ritrovati a vivere al di sotto della soglia di povertà, e non avrebbero avuto bisogno di queste misure sociali. E a Gioia, nel nostro piccolo, ne sappiamo qualcosa. In quanto al REI e al RED o al SIA erano fin troppo limitativi tanto da non sortire alcun effetto tangibile, come in tanti avranno avuto modo di constatare.
Saluti
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.