Sardine di Puglia. A Taranto interviene la gioiese Isabella Capozzi

le sardine tarantine

le sardine tarantine Sono ben 48.500 le “Sardine pugliesi”, il gruppo ad oggi più numeroso del movimento nato spontaneamente a Bologna nel corso di una manifestazione flash mob di piazza in funzione anti-Lega il 14 novembre scorso.

In pochi giorni si sono registrati numeri da record: in Veneto gli iscritti sono 2.854, in Umbria 14.350, in Sicilia 7.348 e in Toscana 773, numeri che includono anche un folto gruppo di gioiesi tra cui Isabella Capozzi - fondatrice con Vito Vetrano, Marina Nenna e Rosemary Sansone del gruppo face book “Le sardine-Puglia” che in pochissimi giorni ha raggiunto questo traguardo sfiorando i 50mila iscritti -, che questa mattina, domenica 1° dicembre, è intervenuta a Taranto in Piazza Immacolata per manifestare.

“Il 19 novembre - dichiara Isabella Capozzi - abbiamo creato la pagina “Le Sardine - Puglia”. In meno di 24 ore abbiamo raggiunto il numero di 28.000 iscritti. Mai avremmo pensato di avere una così forte risonanza. Ci riempie di speranza e grande gioia sapere che molta gente prova nostalgia per una politica fatta di parole migliori, apertaisabella capozzi con le sardine tarantine al confronto e lontana da sentimenti di odio. In queste ore si sono creati differenti sottogruppi, questo proliferare di pagine ed eventi genera problemi di gestione e chiarezza. Stiamo cercando di coordinarci con le diverse voci presenti sul territorio, fiduciosi che non venga oscurato il fine principale delle Sardine, cioè quello di porsi come un movimento pacifico e trasversale, politico ma apartitico. Sappiamo tutti che il mare è pieno di pesci, quindi i rischi di strumentalizzazione partitica sono dietro lo scoglio.

Personalmente spero che gli interessi individuali vengano messi da parte e che sia lasciato spazio al sentire comune, alla piazza e alle persone, portatrici di idee e di valori, prima ancora che di bandiere.”

Quello del 1° dicembre a Taranto è stato a tutti gli effetti il primo debutto pugliese per esprimere i valori dell'antifascismo, dell'antisovranismo, dell'antirazzismo, della cultura della diversità e della politica con la "P" maiuscola, essere uniti “come sardine” è l’obiettivo prioritario. Alla manifestazione sarà presente anche Mattia Santori uno dei fondatori del movimento. Coloro che volessero aderire possono contattare il profilo fb “Le Sardine - Puglia”.

''Sono contenta di essere stata a Taranto, perché Taranto per me è il migrante, è il lavoratore precario, è il transessuale, è il mendicante. Per me Taranto è tutto ciò che è fragile. Per questo non si lega, perché, come me, non crede nel prima gli italiani ma urla prima le persone.''

Di seguito il link del video del suo intervento:

https://www.facebook.com/angelofabio.attolico/videos/3040148082679809/