Sabato 11 Luglio 2020
   
Text Size

Legge nomine regionali. “Quella del M5S non piace. Punta sul merito”

Emiliano

consiglieri regionali m5s“Quando si cerca di cambiare il sistema delle nomine regionali, puntando sul merito e non sulla convenienza politica la maggioranza si dilegua. Per la seconda volta in commissione i consiglieri sono andati via mentre si votava la proposta di legge con cui vogliamo introdurre una nuova procedura più trasparente e meritocratica per la nomina e la designazione di incarichi di competenza regionale.

Per non parlare del Governo regionale che non si è neanche presentato. Un atteggiamento che purtroppo non ci stupisce viste le nomine di questi anni, fatte da Emiliano solo per allargare il suo consenso a destra, senza minimamente tener conto di merito e curriculum. Si vedano i casi di Simeone Di Cagno Abbrescia all’AqP e Francesco Spina a InnovaPuglia, per cui il governatore è anche indagato, solo per citare alcuni esempi.

La proposta stabilisce che per le nomine di competenza del Consiglio Regionale, sia previsto un passaggio preliminare dalla commissione consiliare competente, che stabilisce i requisiti della figura oggetto della nomina ed esamina le candidature pervenute. I candidati ritenuti idonei sono poi valutati dal Consiglio. Per le nomine di competenza della Giunta, invece, è previsto un parere preventivo obbligatorio della commissione consiliare competente su una rosa di candidati. La Giunta nell'atto di nomina deve poi indicare se le osservazioni della Commissione sono state accolte e in caso contrario spiegare il perché.

I tre consiglieri di maggioranza presenti in commissione oltre al presidente hanno iniziato ad alzarsi alla spicciolata fino a quando, arrivati all’art.4 è caduto il numero legale. A quel punto per evitare di mettere in imbarazzo i colleghi, i consiglieri di centrodestra, hanno chiesto di conoscere il parere della Giunta. Seduta finita e chissà quando sarà riconvocata la Commissione. Nel frattempo si continuerà a fare le nomine come sempre fatto finora, con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti i pugliesi e le aberranti intercettazioni che quotidianamente leggiamo sui giornali. Con buona pace di chi ha curriculum, ma non porta voti alla vecchia politica”.

Antonella Laricchia
Consigliere regionale M5S

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.