Decoro urbano. Multe salate per chi sporca da 80 a 500 euro

decoro urbano ordinanza sindacale

decoro urbano ordinanza sindacaleCon ordinanza n. 71 del 22 ottobre scorso, avente come oggetto “Disposizioni per la tutela del decoro urbano, la salute e la sicurezza pubblica”, il sindaco Mastrangelo pone l’obbligo agli utenti di conferire i rifiuti esclusivamente nel rispetto delle modalità e dei termini stabiliti con ordinanza n. 58 del 19/07/2018 e vieta di depositare rifiuti di qualsiasi natura al di fuori dei contenitori preposti per la raccolta differenziata e nei pressi o all’interno dei cestini portarifiuti installati nella pubblica via; di abbandonare rifiuti di qualsiasi genere nelle strade pubbliche centrali e periferiche; di esporre rifiuti al di fuori degli orari consentiti e in contenitori e buste in maniera difforme rispetto alle vigenti disposizioni comunali in materia di raccolta differenziata; di depositare, abbandonare, scaricare, sversare rifiuti in modo indiscriminato di ogni genere e di ogni dimensione anche allo stato liquido, in modo tale da insozzare le aree soggette ad uso pubblico; di insozzare e imbrattare il suolo pubblico (strade, marciapiedi, piazze, zone verdi, ecc…) a causa di escrementi e di animali e depositare sulla pubblica via o nelle adiacenze delle abitazioni e di esercizi commerciali piattini e contenitori di vario genere per alimenti per animali domestici o randagi.

I proprietari di cani o animali domestici dovranno provvedere immediatamente alla raccolta delle deiezioni, alla pulizia dei luoghi ed al corretto smaltimento delle feci, introdotte in idonei involucri o sacchetti chiusi negli appositi contenitori, qualora il cane sporchi luoghi pubblici o aperti al pubblico quali strade, marciapiedi, piazze, giardini e parchi pubblici, aree attrezzate adibite al gioco dei bambini, zone destinate al verde pubblico. Dovrà anche munirsi di apposite palette, sacchetti o qualsiasi altro strumento idoneo alla raccolta delle deiezioni depositate.

In caso di violazione delle disposizioni previste dalla stessa si applica la sanzione amministrativa pecuniaria compresa tra un valore minimo di euro 80,00 e un massimo di euro 500,00.

La Polizia Municipale, nonché tutti gli Agenti e Ufficiali di Polizia Giudiziaria sono incaricati del controllo relativo all'esecuzione ed al rispetto dell’ordinanza.

La motivazione che ha portato all’elevamento delle multe e ad una forte azione di contrasto ai fenomeni più diffusi di degrado ambientale è - soprattutto nell’ultimo periodo - il crescente fenomeno dell’abbandono di rifiuti di vario genere, di imbrattamento delle pubbliche vie e degli spazi condivisi gettando rifiuti, oggetti vari, deiezioni di cani o animali domestici. Obiettivo: il miglioramento del decoro urbano.

Infatti questi comportamenti incivili ledono non solo l’immagine di Gioia, ma mettono anche in pericolo la salute pubblica e limitano la fruibilità degli spazi pubblici. Senza dimenticare che l’abbandono incontrollato di rifiuti sta causando anche l’aggravio di costi per l’Amministrazione che deve provvedere alla rimozione e alla bonifica delle aree interessate con conseguente aggravio di tasse per tutti i cittadini.