Lunedì 14 Ottobre 2019
   
Text Size

SAGRA IN “AGRODOLCE”- OK MARCO CARTA, KO MOZZARELLA & C. (video)

spettacolo-marco-carta-pp

graticola-carnestand-salsicciaBilancio decisamente “agrodolce”, per la 10a Sagra della Mozzarella, a onor del vero più sagra “delle braci” sulla cui graticola, oltre gli spiedi e la porchetta, più di una polemica rovente si è consumata, in primis il contributo di ben 11.000 euro offerto dall’Amministrazione all’Associazione One, per far cosa o a sostegno di quali costi non è ben chiaro, essendo praticamente tutte le spese a carico del Comune.

via-garibaldistand-mozzarelleSolo quattro gli stand dei caseifici scesi in campo (Gioiella di Filippo Capurso, Sabato, Fior di Latte, Sette Colli) sui venti allestiti in città, e tutti letteralmente affumicati dalle bracerie all’aperto e relegati in “periferia”, lontano dalla piazza.

Marco Carta avrà anche portato clienti a bizzeffe e migliorato la situazione reddituale degli esercenti sotto i gazebo, ma ha anche pesantemente oscurato la “regina” della sagra, latticinilavorazione-latticinila tanto osannata (a parole), quanto vituperata (nei fatti) “Mozzarella”.

Che fine hanno fatto le sagre in cui il prodotto era al centro dell’attenzione, lavorato “in diretta” dai vari caseifici pronti a competere in profumi e qualità, assaporato (gratis) con gusto, valutato da una vera e propria giuria ed infine premiato con coppe e riconoscimenti vari?

Oggi la mozzarella, così come lo zampino ed il primitivo, si ritrovano nello svilito ruolo di “contorno” di altri eventi. In realtà, che ci siano o meno, poco conta.

pubblico-campagnaIl vero successo è dato dall’audience, dai numeri, dal pubblico sempre più numeroso da cui ricevere consensi e davanti a cui esibirsi, attratto da ben altri “sapori” ed educato ad un gusto “nazionale, popolare, televisivo” (per dirla con le parole di Pino Dentico, quello dei “divertimentifrici”), sempre meno legato alla tradizione ed alla cultura e sempre più “asservito” alle logiche della TV, anche a buon mercato.

pubblico-marco-cartaTentando un’analisi più oggettiva, foto alla mano, Pino Campagna (da “Zelig”, cache 6mila euro) – “costato” meno della quinta parte di Marco Carta (da “Amici” e Sanremo, “scontato” a soli 32.400 euro) - ha reso quasi alla pari, con angeliniun pubblico più vario, ma altrettanto soddisfatto.

Nel corso della sua serata anche un barlume di gioiesità sul palco, con l’aspirante tenore Gianmarco Angelini (il pubblico è il suo “respiro”) e una promettente seppur davvero molto belliniemozionata Roberta Bellini (da riascoltare in un altro contesto), “apripista” dei Nottetempo.

Nella serata del 29 è invece “saltata” all’ultimo minuto l’esibizione di Deborah Paradiso, non solo per l’impossibilità di “ri-tarare” per tempo microfoni e casse sulla voce del cantante, famoso anche per le sue “mancate” prove voci e suono, ma anche per l’irresponsabilità (politica, non organizzativa) di chi voleva a tutti i costi bypassare le clausole contenute nel contratto sottoscritto.

parata-politicaDopo l’ormai scontata passerella degli amministratori, che da esser inizialmente patetica, assume sempre più i connotati di una patologia (smania di protagonismo contagiosa e virulenta da cui non sono immuni né consiglieri, né i loro parenti ed amici), ecco giungere Marco Carta.

politici-in-attesaLo presenta con quaranta minuti di anticipo Piero Romanazzi tra grida estasiate e cori da curva sud che accendono la piazza, vera “musica” dal vivo, nell’impaziente e silente attesa del suo arrivo (solo una musichetta di sottofondo, poco coinvolgente).

sindaco-cartaVani i tentativi anche da parte di “assessori” ed affini, di rubare un autografo o uno scatto al cantante anche nei corridoi dell’Hotel Svevo, presso cui era “in incognita” sin dal pomeriggio.

attesa-uscita-cartaA tal proposito, scene da “cabaret” nelle retrovie, dove gli stessi personaggi (e non adolescenti scalmanate) pretendevano le dovute interviste-autorit“attenzioni”, tanto da arrivare a “discutere” animatamente con le forze dell’ordine, impegnate nel poco gratificante compito di “proteggere” dal delirio della folla (mai immaginando contagiasse anche i politici) il cantante.

fans-marco-cartaL’artista si è dato a piene mani nella sua diciassettesima “serata” estiva (lo scorso anno pubblico-visibilioalla stessa data ne annoverava ben 55), pubblico in visibilio, la parola “Gioia” ripetuta – a detta di chi portava il conto – circa 85 volte, ed un feeling magico con i suoi ammiratori, un po’ meno con la sua band non sempre in grado di “stargli dietro”, con qualche arrangiamento perlomeno discutibile (irriconoscibile “Imagine” di John Lennon), e qualche accordo da rivedere.

marco-cartaAccattivante e simpaticamente “ruffiana” l’idea di Marco Carta di fotografare e filmare il pubblico con il suo cellulare, per portar con sé il ricordo della serata, così come definire la “piazza gioiese” una delle più belle visitate, dopo aver riempito interi stadi con centinaia di vanni_antonicelli-cartamigliaia di fan.

Peccato che né Marco (ma lo perdoniamo), né Piero Romanazzi, né i politici strenui difensori e paladini della gioiesità, abbiano ricordato al pubblico che per due anni (fino a dicembre scorso) in tour alle tastiere con la precedente band di Carta, vi era un gioiese d.o.c. (quanto la mozzarella), Vanni Antonicelli, pianista e compositore che ha conseguito a Gioia la maturità classica, a Taranto il diploma di solfeggio presso il Conservatorio Paisiello e a Milano il diploma triennale frequentando la M.A.S. (Accademia Music, Art & Show).DSC01044.jpg2

Un’ultima curiosità: qualcuno si è accorto che alle finestre del palazzo dell’INPS vi erano delle persone affacciate tra le 22.00 e le 23.00? Ma gli uffici pubblici possono essere “utilizzati” in orari di chiusura, per assistere a spettacoli di piazza? Da chi hanno ricevuto il permesso o le chiavi? E se qualche “pratica” finiva tra i coriandoli lanciati sul palco?

Infine, una “menzione speciale” a Mario Di Giuseppe, appassionato fotografo “per diletto” che davvero sfiora, con i suoi scatti, la perfezione professionale.

Le manifestazimario-campagnaoni “immortalate” dal suo obiettivo sono destinate a passare alla storia, grazie ad un corredo fotografico cui non sfugge alcun dettaglio e che arricchisce di valore aggiunto qualunque scritto.

Convinto assertore della gioiesità “colta” in tutte le sue sfaccettature e sfumature, da quelle tradizionali a quelle prettamente folcloristiche, religiose, fieristiche, naturalistiche, persino meteorologiche (chi non ricorda la Gioia innevata o “allagata” in altri articoli?), Mario offre un prezioso e gratuito contributo alla città, fendendo folle oceaniche, scalando gru e palazzi o dietro il palco, sempre silenziosamente e preziosamente presente quando occorre.

Altro peccato “non veniale”non se ne abbia a male l’assessorefoto689donvitot al traffico Tommaso Donvito che tanta sensibilità aveva mostrato in passato al tema, prima di cedere alle lusinghe dei vari “chi sbaglia paga”, il non aver speso un pensiero, una parola per Francesco Pugliese, 24enne caporale della Folgore, coetaneo del cantante, deceduto tragicamente lo scorso 28 agosto in un pauroso incidente stradale sulla via per Acquaviva, di ritorno da una festa, probabilmente vittima oltre che di una triste fatalità, di un colpo di sonno.

Quale migliore occasione dell’essere al cospetto di un così vasto e soprattutto “interessatovigilidelfuoco274” pubblico di giovani, per esortare alla prudenza alla guida e a quelle misure minime di sicurezza da consigliare agli stessi astanti, che dopo una serata festosa sarebbero tornati a casa, magari in auto?funerale

Forse avrebbe steso un velo di tristezza sulla serata, è vero, ma anche offerto un momento di riflessione necessario e dovuto, per “tentare”, nel piccolo, di porre un freno alle stragi sulle strade.

Altra nota dolente, parrebbe che nessun rappresentante dell’amministrazione fosse presente alle esequie del ragazzo, celebratesi il giorno dopo “il dì di festa”, lunedì 30 agosto, nella chiesa di San Rocco, in presenza dei militari della Folgore…

Commenti  

 
#30 solochisognaimparaavolare 2010-09-10 19:08
conipiediperterra...secondo me la pensiamo allo steso modo su tante cose. Scambiarsi informazioni e pareri tramite commenti scritti su un blog purtroppo a volte fa fraintendere ciò che si dice e come lo si dice. Io sono d'accordo con il tuo ultimo commento. Dico solo che è inutile polemizzare troppo su tutto. Meglio smettere di criticare il passato e guardare al futuro con un occhio più attento e vigile, per fare scelte (politiche anche) più attente, in modo che quelli che, secondo te, sono gli errori che questa Amministrazione ha fatto non si ripetano pari pari. Chiaramente, e su questo siamo più che d'accordo, non possiamo aspettarci assoluta onestà e considerazione da nessuno che passeggi per i corridoi del Municipio. Nè oggi, nè domani.
Ciao :-)
 
 
#29 conipiediperterra 2010-09-10 16:55
mi scuso se rispondo solo ora all'ultimo intervento di solochisognaimparaavolare ma mi era sfuggito a causa dell'accavallarsi dei commenti che c'è stato. ringrazio PASQUALE e mavà per questo. non sono abituato a farmi prendere in giro da nessuno, figurati dai politici, ma qui non questione che se tutti fan così noi dobbiamo essere sempre lì a prendere schiaffi da sinistra e da destra, e mentre loro fanno i loro interessi noi siamo qui quasi ad elemosinare che si interessino dei nostri problemi. non mi sembra giusto e nemmeno onesto fare questo. soprattutto nascondere le spese o sostenerle solo per farsi belli, agli occhi di chi. spiacente ma per mia esperienza preferisco non volare, anche se mi piacerebbe, e rimare conipiediperterra ben piantati, anche grazie alle scarpe antinfortunistiche perchhè la vita vera non è quella che indichi tu. io ho una sola certezza, e non solo io, che quei signori non li voterò più, e se scendono dal piedistallo farebbero un grosso piacere a tanti delusi. su una cosa ti devo dare ragione, che tra loro non c'è differenza, anzi, questi ultimi vogliono superare i loro maestri, in peggio.
 
 
#28 mavà 2010-09-10 16:18
... ultimamente il tuo e nostro "paese natio è risaltato in tutta ITALIA" anche per altri eventi, meno edificanti. c'è però che il giorno dopo i problemi sono ancora lì ad aspettarci per essere risolti. non capisco però il tuo livore nei confronti di chi interviene, non è stato carta ad essere messo sotto osservazione, ma i politici, perchè prendersela tanto. una ulteriore informazione, se possibile, il palco quanto ci è costato...
 
 
#27 PASQUALE 2010-09-10 16:01
rispondo oggi in quanto il mio lavoro mi permette poco tempo da dedicare a polemiche politiche di cui personalmente non mi occupo e non voglio occuparmi. Nel mio lavoro non sono amico di merende di nessuno, ma Gioia come l'Italia Intera è cliente di una società che di lavoro si occupa di ORGANIZZAZIONE e distribuzione di piccoli, medi e grandi eventi.
il mio parere è stato essenzialmente sulla organizzazione dell'evento( backstage (scusami voglio dire allestimento retropalco), palco, e quant'altro riguarda la realizzazione dello spettacolo.
Poi visto che hai certezze di alberghi, e a quanto scrivi tu i camerieri dell'hotel svevo ti comunicano che Marco era li, bè dovrei tirare le orecchie alla Direzione di questo bellissimo albergo, che a tuo dire non solo non conosce privacy ma i suoi dipendenti dicono anche fesserie. Li era la band.Poi per quanto riguarda il tuo parere del modo di come spendono i soldi l'Amministrazione, non sono problemi miei, puoi candidarti e se votano te puoi ottimizzare le spese, ma resta solo una polemica tua verso l'amministrazione. Io nella Vita faccio il Promoter, Con molta simpatia saluto la redazione e colui il quale si fa chiamare :rido per non pingere. Ti confesso una cosa dopo tantissimi anni ho coordinato un concerto nella Città di GIOIA, ed ero cosi entusiasta di arrivare li, dopotutto sulla mia carta d'identità c'è scritto :NATO A GIOIA DEL COLLE, ma da questo blog sono rimansto profondamente deluso da quello che ho letto e l'accanimento impegnato, trascurando che con un evento del genere il nome (anche del mio paese natio) è risaltato in tutta ITALIA.
 
 
#26 solochisognaimparaavolare 2010-09-09 03:08
"...ma lì sul municipio ci sono dei gran...bugiardi...". In ogni municipio ci sono dei gran bugiardi. Perchè, conosci politici onesti? Presentameli!=)
Comunque hai frainteso. Non sto negando l'evidente sperpero di denaro che c'è stato, nè dicendo che il sindaco è tanto caro e buono. Affermo solo che quello che succede qui succede ovunque. Il nostro Pierolò non è poi così speciale, nè così diverso dal "politico italiano medio", tipicamente con le mani bucate.
Intendevo dire che a volte mi sembra che si critichi tanto per. E, soprattutto, che parlare qui tra noi incazzandoci gli uni con gli altri non risolverà le cose. Quindi, tanto vale sforzarci di vedere quei (pochi) lati positivi che ci sono stati e risparmiare fiato per discussioni e critiche meno sterili. (Ormai quel che è fatto è fatto, cosa possiamo cambiare del passato? Nulla).
Chi ruba continuerà a rubare. E chi adesso dice che se fosse lassù in municipio aggiusterebbe le cose probabilmente farebbe di peggio. (E' inutile, gli italiani al potere hanno tutti le mani bucate, guarda un po'). Ma se tu speri che le cose cambierebbero se cambiassero i nostri politici, bè...forse non sono io che sogno ad occhi aperti...RASSEGNATI, QUESTA E' LA VITA VERA. Continua a stare conipiediperterra che mi sa che ti stai sollevando un po'.
Saluti.
 
 
#25 conipiediperterra 2010-09-08 00:32
e quali sarebbero questi paesi che ci invidiano, puoi fare i nomi, dai non sognare ad occhi aperti e con gli occhi degli altri, usa il tuo cervello. due anni fa il tuo caro sindaco non volle dare più di 1500 euro per la sagra alla lega casearia, oggi dopo averli cacciati ne spende decine di migliaia, mi dici perchè, te lo sei mai chiesto o aspetti che ti venga a dirlo in sogno, travestito da san filippo, sara svegliati che è mattina e tu devi andare a scuola non sul palazzo a prendere ordin..azioni. noi forse saremo snob, ma lì sul municipio ci sono dei gran ... bugiardi che hanno dimenticato le critiche che facevano a quelli che stavano prima, e hanno pure le mani bucate, ma solo per risolvere le loro... cose non per quelle dei comuni snob.
 
 
#24 solochisognaimparaavolare 2010-09-07 18:52
Assicuro a tutti coloro che hanno criticato questa sagra in tutto e per tutto che alcuni paesi limitrofi ci hanno invidiato l'organizzazione della stessa e i "personaggi" ospiti. Anche loro sono abituati a un'amministrazione che, quando può, "spende e spande". Con la differenza, però, che non hanno nulla in cambio. Nè una mezza sagra, nè un comico all'altezza di Pino Campagna, nè un fenomeno televisivo come Marco Carta, che piaccia o no. Quest'anno, almeno, la sagra di Gioia ha riempito del tutto la piazza per due serate, devo dire anche abbastanza piacevoli. Certo, l'evento doveva ruotare più intorno alla mozzarella che a Marco Carta, ma non credo che la pietanza non sia stata conosciuta e degustata da chi ne aveva voglia. Chiedo: l'evento ha portato gente? I bar, le pizzerie, i ristoranti, i bed&breakfast si sono riempiti? Il pubblico è parso in gran parte soddisfatto? (Non rispondetemi di no, altrimenti che ci facevano centinaia di migliaia di persone addossate l'una all'altra in P.zza Plebiscito?). La mozzarella gioiese è stata comunque "riscoperta", "rilanciata"? Io credo che la risposta a tutte queste domande sia sì. Il che significa che gli obiettivi prefissati sono stati raggiunti. Le critiche sono necessarie, specie se costruttive. Ma lamentarsi sempre mi sembra triste ed esagerato..."premeditato" direi. Lamentarsi perchè non si appoggia l'Amministrazione, dunque bisogna sempre criticarla, sia quando sbaglia, sia quando, in realtà, fa un buon lavoro (una volta tanto!). Basta. Specialmente quando c'è chi, da non molto lontano, invidia eventi come questi e si chiede davvero dove finiscano i fior di quattrini che incassa la loro Amministrazione. E afferma che siamo ridicoli e "vanitosi", Noi, Gioiesi, non la sagra in sè e per sè, perchè non sappiamo più di cosa lamentarci. Quanto siamo snob!
 
 
#23 25 2010-09-07 17:28
penso solo ke due minuti del loro tempo potevano esser "DEDICATI"al ragazzo morto..è solo una vergogna ke l'amministrazione si curi solo di qst cose così stupide..nn presentandosi nemmeno il gg dopo al funerale e manifestando il suo totale disinteresse all'accaduto...vergogna!!!!
 
 
#22 rido per non piangere 2010-09-06 20:44
PER PASQUALE !!! la ragazza di cui nn vedi il nesso con la serata..... è stata FORTEMENTE e ribadisco FORTEMENTE VOLUTA DALL'AMMINISTRAZIONE !! e questo puoi chiederlo ai tuoi compagni di merende!!!!!! per quanto riguarda marco carta alloggiava presso l'hotel svevo .. E ANCHE QUI PUOI CHIEDERE INFO PRESSO I CAMERIERI DELL'ALBERGO STESSO!!!
MARCO CARTA E PINO CAMPAGNA...FANTASTICI ...SONO I RETROSCENA DI TUTTO A DELUDERE!
ma forse questo è troppo per te.....alla fine VOI AMATE LE APPARENZE!!!!e quindi questo basta!
W LA SAGRA ...W LA MOZZARELLA ...ops..che non c'era..... W IL PALCO....W L'AMMINISTRAZIONE...W LE APPARENZE ...E W PASQUALE!!!!!!!!! ;-)
e anche qui...rido per non piangere ;-)
 
 
#21 la redazione 2010-09-06 03:34
... Con una somma del genere a disposizione (oltre 60 mila euro, di cui solo 33 mila dati a Carta e 6.000 a Campagna) chiunque sarebbe in grado di organizzare una bella e simpatica "festicciola". In quanto alle foto non sono state "ottenute con l'inganno" ma gentilmente messe a disposizione da chi le ha realizzate. Le "tante fesserie scritte" le leggiamo nel tuo commento, troppo di parte, non tanto nei confronti del cantante quanto nell'operato dell'amministrazione. Una difesa così evidente da non ricordare che tutti quei soldi sono stati spesi per una sagra che non c'è stata, come l'esibizione di Deborah voluta proprio da quell'amministrazione che tu difendi, ma non da Marco Carta, perchè? Solo per motivi tecnici? In quanto al "palco vero", al "backstage", ti possiamo garantire che si può fare ancora di più e di meglio, è solo una questione di soldi, più si da più si può ottenere. La fattura? Forse ti riferivi al pernottamento e alla colazione pagata da qualche altra parte perchè a Gioia non poteva averla in quanto ospite degli organizzatori (sindaco & C.). La confusione, scusaci, l'ha creata qualcun'altro noi abbiamo cercato di fare chiarezza, ma evidentemente si continua ad alzare cortine di fumo (di carne alla brace e non di latte che bolle per preparare le mozzarelle per la sagra) per non parlarne. Su una cosa però hai ragione, che hanno fatto di tutto "per buttare giù un gran bel lavoro" non per colpa di questo articolo ma della vanità dei nostri politici e in tutto questo, lo ribadiamo anche se dall'articolo lo si può benissimo notare, Marco Carta o Pino Campagna, non c'entrano assolutamente nulla!
 
 
#20 PASQUALE 2010-09-06 02:56
- LA PIAZZA STRACOLMA DI GENTE - GENTE CHE ARRIVA DA OGNI PARTE D'ITALIA PER VEDERE L'IDOLO (MARCO CARTA) E PER L'OCCASIONE SCOPRE UNA FESTA COSI BENE ORGANIZZATA, UN PALCO VERO, UN BACKSTAGE VERO INSOMMA UN EVENTO, PER LA PRIMA VOLTA AGIOIA DEL COLLE. TANTE FESSERIE SCRITTE DALL'AUTRICE DEGLI ARTICOLI E AUTRICE DI FOTO OTTENUTE CON L'INGANNO DELLA BUONA FEDE PER POI PUBBLICARLE E DARE UN SIGNIFICATO DISTORTI FINO A NEGARE L'EVIDENZA. MA CHI SEI, MANDRAKE, CONOSCI L'ALBERGO DOVE E' STATO MARCO ? FORSE NON HAI GUARDATO BENE LA FATTURA, AVRESTI NOTATO CHE PORTAVA L'INTESTAZIONE DI UN ALBERGO A QUASI 50 KM DI DISTANZA, STAI CONFONDENDO LA POLITICA CON L'ARTE, PECCATO CHE STAI BUTTANDO GIU' UN GRAN BEL LAVORO FATTO DA TUTTI, AMMINISTRAZIONE E OPERATORI CHE NON SI ASPETTAVANO UN EVENTO A QUESTO LIVELLO, MA SONO STATI IN GRADO DI ORGANIZZARLO. TU INVECE DI CRITICARE, LA MANCATE ESIBIZIONE DELLA RAGAZZA, CHE NON VEDO IL NESSO CON LA SERATA, MA CONSIDERATO CHE NON ERA LA PRIMA VOLTA CHE SI ESIBIVA A GIOA,POTEVATE FARLA ESIBIRE LA SERA PRIMA CON PINO CAMPAGNA COSI NON SI SOVRAPPONEVA MUSICA SU MUSICA, MA IL CONNUBIO CABARET - MUSICA ANDAVA MOLTO MEGLIO. CRITICHI I MUSICISTI, PROPORREMO TE COME PRODUTTORE ESECUTIVO MUSICALE AL PROSSIMO TOUR, E POI CON TUTTE QUESTE QUALITA' TI PERDI COSI
 
 
#19 Teresa 2010-09-04 03:07
Oggi c'è stato un altro incidente sulla via per Santeramo. Ha ragione chi scrive che dai palchi bisogna invitare i giovani alla prudenza, invece di fare le passerelle!
 
 
#18 Gigio 2010-09-04 03:05
Ho visto che tra quelli che volevano l'autografo c'erano un sacco di politici, però si cìsono dovuti accontentare di quello dell'agente, quando l'hanno pagato!
In altri conceerti mi hanno detto che Marco firmava le foto e quando se ne andava le distribuivano tra i fan. A gioia manco questo...
 
 
#17 Dionisio Pasquale 2010-09-04 02:28
Ahiaiaiaiaiaiaiaiae! Quì non c'è Franco Gisotti. E' un puro caso o non si interessa di sagre? Eppure in queste sagre Pierolò era ovunque, brindava persino con le vecchiette con le mutandone di tricone. Mi spiace per Franco. Ma ora lo cerco altrove, penso di trovarlo, non si è ancora convinto della statua del povero San Filippo! A ciao Francooooooooooooooooooooooooooo!
 
 
#16 tantoper 2010-09-03 13:38
;-)Lo squallore è invece quando ci si appiattisce sull'effimero, e questo porta inevitabilmente all'egoismo.
Paragonare pagliuzze le cifre spese, francamente è alquanto superficiale.

:cry:
 
 
#15 la redazione 2010-09-03 00:11
Milly, se puoi comunicarci un indirizzo di posta elettronica in redazione, non come commento, potremmo anche tentare di spiegartelo. attenta però al copyright. non si possono pubblicare su altri siti o riviste o altro senza autorizzazione rilasciata dalla redazione e senza menzionarne la fonte.
Grazie a te e a tutti gli altri per il tempo che ci dedicate.
Un saluto a tutti.

N.B. Più che pagliuzze si tratta di travi. Se leggete meglio vi renderete conto che si parlava non di 38 mila e 400 euro (quelli si riferiscono solo ai cachet degli artisti - 6.000 + 32.400), bensì di oltre 60 mila euro spesi per una sagra che non c'era.
 
 
#14 Milly 2010-09-02 23:55
Volevo ringraziare la redazione per aver messo a disposizione di chi come me non è rimasta fino a mezzanotte i video di Marco (è il mio idolo:-))- GRAZIE anche per le foto... Quelle che stanno nell'altro articolo. Ma come faccio a salvarle?
 
 
#13 annamaria 2010-09-02 20:17
concordo pienamente con "minota".
Trovo di pessimo gusto la critica fine a se stessa, posso non condividere alcune scelte fatte dalla nostra amministrazione, ma mi sembra esagerato cercare sempre qualcosa (o tutto!) che non va bene.
E poi impariamo a non "vedere la pagliuzza..."
 
 
#12 peppe 2010-09-02 17:40
... che tristezza questo blog, si chiudono, dopo gli occhi, anche le orecchie, a breve anche il "comprendonio"! Solo e sempre difese per tutto e tutti!
 
 
#11 minota 2010-09-02 13:30
che tristezza questo blog, si muovono solo accuse contro tutto e tutti!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.