Giovedì 18 Luglio 2019
   
Text Size

Convenzione Concorso P. Argento. La Città Possibile chiede spiegazioni

concorso argento

cultura candidato paradiso“La coalizione di centrosinistra "La Città Possibile - Donato Paradiso Sindaco" considera la cultura quale elemento fondamentale non soltanto per l'arricchimento della coscienza collettiva della comunità ma anche per il suo sviluppo economico e lavorativo. Non a caso nel programma elettorale della coalizione stessa si parla di investimenti produttivi a lungo termine, in questo campo.

Sembra tuttavia doveroso richiamare l'attenzione sulla recentissima deliberazione n° 134 del 9/5/2019 "Approvazione della convenzione tra il Comune di Gioia del Colle e l'associazione musicale e culturale Daniele Lobefaro per l'organizzazione e gestione del concorso internazionale di musica Pietro Argento".

Tale convenzione, di durata decennale (2019 - 2029), prevede di destinare la somma di euro 20.000,00 a titolo di contributo, sul bilancio 2019 per l'organizzazione dell'evento, oltre a una serie di servizi gratuiti (affissione comunale, ufficio stampa, spedizioni postali, uso del teatro comunale e del pianoforte Yamaha C5), nonchè servizi oggetto di rimborso (indennità e/o compensi collaboratori, compenso direzione artistica, noleggio pianoforti, spese di accoglienza, spese di soggiorno e pasti giuria, rimborsi e compensi giuria, pick-up da e per aeroporto, spese tecniche teatro, servizio di pulizia teatro, stampati, dominio e gestione sito web, spese grafiche, pubblicità, promozione e comunicazione...).

Si evidenzia che, da un lato, non è stato posto un tetto massimo ai servizi gratuiti e ai rimborsi previsti, con il rischio concreto e conseguente che questi possano raggiungere cifre ragguardevoli; dall'altro, non si comprende in maniera univoca cosa la stessa convenzione voglia dire all'art. 5, nella parte in cui recita: "Il Comune si impegna a intervenire economicamente con un finanziamento a titolo di contributo di € 20.000,00 (diconsi ventimila), per gli anni dal 2019 al 2021 e per gli anni a venire".

In proposito si interpella il Commissario Prefettizio Dott. Postiglione, al fine di chiarire se la somma di 20.000 euro si riferisca al triennio o ad ognuno dei singoli anni (2019, 2020, 2021). Nel primo caso verrebbe confermato quanto già previsto dalla convenzione precedente, pertanto nulla quaestio (al netto del necessario e atteso chiarimento sul limite a servizi gratuiti e rimborsi). Se invece i 20.000 euro riguardassero ognuno dei singoli anni (con un impegno di spesa potenziale pari a 200.000 euro per i prossimi 10 anni), tale scelta, presa a poco più di due settimane dalle elezioni amministrative comunali, parrebbe quantomeno discutibile per almeno due ordini di ragioni. Il primo attiene ad un profilo di iniquità nei confronti di altre associazioni culturali che operano da anni sul territorio gioiese, proponendo eventi di rilevante e consolidato impatto sociale, economico e mediatico; il secondo attiene ad un profilo di opportunità, in considerazione della nota, difficile situazione in cui versano le casse comunali e della conseguente incertezza dei margini di manovra. Per tali motivi e in quest'ultimo caso, invitiamo il Commissario a ritirare la delibera, ritenendo opportuno che la questione formi oggetto di valutazione del futuro sindaco democraticamente eletto”.

La Città Possibile - Donato Paradiso Sindaco

 

Commenti  

 
#15 Maurizio Vacca 2019-05-21 14:42
Per dovere di cronaca vorrei chiarire alcune cose in merito all'intervento del signor Angelillo (mi sento chiamato in causa). Teatrolab2.0 chièdiscena,sino all'ultima edizione appena terminata, godeva di convenzione comunale che prevedeva (come per tutte le associazioni organizzatrici di eventi - gioia bambina inclusa) l'utilizzo gratuito della struttura teatrale solo per i giorni del festival per ovvi motivi logistico organizzativi. La nostra associazione quest'anno ha utilizzato il teatro rossini per 4 date, oltre festival, di avvicinamento al festival pagando regolare compenso per i servizi tecnici (tecnico di palcoscenico, servizio accoglienza) affidati all'associazione ombre per 450€ giornalieri oltre ad una integrazione di 150€ giornaliere per orario straordinario del responsabile tecnico (oltre le 8 ore consentite da regolamento comunale) per un totale di 600€ giornaliere. Per tutta la manifestazione abbiamo pagato regolarmente affissione in forma ridotta quando non previsti sponsor... Questo solo per dovere di cronaca ricordando che a fronte del contributo comunale l'associazione ha organizzato 12 giorni di eventi che hanno portato una ricaduta economica, oltre che culturale, riguardevole sul territorio. L'auspicio è che la prossima amministrazione, a fronte di contributi erogati, richieda report dettagliati in merito agli eventi oggetto di finanziamento.
 
 
#14 Pietro 2019-05-19 22:06
Follia!! Davvero irritante e scorretta questa delibera. Le spiegazioni sono state ampiamente fornite anche nei commenti che mi hanno preceduto: come e se possibile bloccare questa delibera impropria?? Con che faccia questa associazione prende ciò che le altre di pari o forse superiore qualità, non ricevono?? Che si faccia qualcosa!!
 
 
#13 Fabio 2019-05-19 19:50
Come ha potuto farci questo il Commissario, lui che ha sempre parlato di fallimento, lui che ha chiuso l'asilo nido comunale?
 
 
#12 Indispettito 2019-05-19 19:49
Praticamente si stanno regalando oltre 20.000 euro per un evento inutile, senza aver il men che minimo rendiconto?
 
 
#11 Vittorio R. 2019-05-19 19:34
Speriamo nella Corte dei Conti!
 
 
#10 Alfredo 2019-05-19 19:33
Faccio appello ai miei concittadini affinché capiscano l'importanza di avere uno come Colacicco sindaco. Dobbiamo proteggere i soldi delle nostre tasse da queste cose.
 
 
#9 Bianca Lancia 2019-05-19 08:57
..........c'è chi......tiene troppo, troppo, "troppo assai assai" a questa convenzione, Pertanto non ritirera' mai, mai, e poi mai questa delibera!
 
 
#8 Istruito 2019-05-18 16:33
Mi risulta che per quel concorso l'organizzazione riceva decine di migliaia di contributi da privati , soldi di sponsor, piu' le iscrizioni dei concorrenti. Puo confermare Redazione?

La Redazione
Le quote d'iscrizione sono previste nel bando di concorso, gli sponsor ci sono sempre stati ed evidenziati in tutte le edizioni. Come accade in quasi tutti gli eventi organizzati da privati. Nulla di strano in tutto ciò.
Saluti
 
 
#7 Curioso 2019-05-18 16:33
20.000 euro per un concorso a cui assistono qualche decina di gioiesi? Siamo davvero impazziti. Ma come ha fatto a farsi triplicare questo contributo?
 
 
#6 Propaganda 2019-05-18 08:57
Un vero è proprio colpo di mano quello messo a segno! Con tutti i problemi che questa città ha, si sperperano soldi in questo modo. I nostri figli sono costretti a frequentare scuole fatiscenti e prive di arredamenti dignitosi, e si permette ad una sola associazione privata di incassare tutti quei soldi, di cui non si conosce l'utilizzo. E' vergognoso. Per quanto non lo sopporti, spero che Colacicco arrivi prima possibile al comune per mettere fine a questo sperperio delle nostre tasse.
 
 
#5 Ciaone 2019-05-18 07:59
Non comandano né sindaci né commissari. Andate negli uffici comunali e trovate tutti i parenti della gente imbucata in teatro... in biblioteca ... in fantomatici infopoint. Ca va sans dire
 
 
#4 Bianca Lancia 2019-05-17 21:29
Chiedete e vi sara' dato.
Bussate e vi sara' aperto.
Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino!
Ecc. , ecc., ecc....
 
 
#3 Sinceramente 2019-05-17 21:17
Come spesso accade in questo paesello la cultura non viene svolta senza fini di lucro. Dopo la lista elettorale ora anche la sponsorizzazione comunale. Nemmeno a Bari si darebbero tali somme per un evento di nicchia che non coinvolge i cittadini. Il Commissario forse non ha ben chiaro come si svolge questo concorso a cui non partecipa nessun gioiese ma maestri di pianoforte forestieri. Se fosse un evento aperto avrei capito il contributo. I nostri figli continueranno a suonare la pianola e il flauto a scuola.
 
 
#2 Augusto Angelillo 2019-05-17 16:11
Ai tempi in cui ero Presidente della Pro Loco “Antonio Donvito” di Gioia del Colle proposi a ben due sindaci e in contemporanea anche ai loro delegati alla Cultura di assumere come patrimonio della Città più eventi che a quel tempo erano presenti nel territorio e precisamente:
1. Il concorso Internazionale Pietro Argento
2. La Notte di San Lorenzo
3. La Festa Federiciana
4. Il Presepe Vivente
5. Il Coro Iubilate Deo
6. Il Gruppo dei Lariulà
Mai avuta risposta in proposito, ma questo posso anche capirlo, politicamente non sarebbe stato un passo che avrebbe portato voti.
Tralasciai, per motivi di conflitto di interessi o presunti tali, tutto l’aspetto puramente teatrale (la mia Compagnia Teatrale, Teatralmente Gioia, in campo da oltre trent’anni, la Compagnia Ribalta Gaia, lo stesso operante da trent’anni, l’Associazione OMBRE e altre realtà e iniziative), pertanto non sono contrario a priori alla delibera in oggetto, sono contrario che questo lo abbia fatto un commissario a venticinque giorni prima delle elezioni e in termini assurdi.
Perché assurdi?
Perché vengono messi in essere una serie di termini senza senso, per quanto riguarda un Ente Pubblico, viene dato tutto gratuitamente senza prevedere alcun rientro per il Comune, l’Affissione totalmente gratuita anche in presenza di sponsor (associazioni patrocinate dal Comune che hanno sponsor pagano per intero l’affissione come stabilito dallo Statuto Comunale), pagare spostamenti degli artisti, il rinnovo del sito web di una associazione privata (il Comune ha un suo sito proprio e va a pagare altri siti?), l’uso totalmente gratuito con annessi del teatro e la completa gestione del Teatro nei dieci giorni del Festival e di altre attività dell’Associazione Beneficiaria escludendo di fatto l’Associazione che ha vinto regolarmente un bando pubblico e quindi per quei giorni il Comune paga praticamente due volte (ma questo è accaduto per un’altra iniziativa, altrettanto lodevole), non scordiamoci che il Commissario ha chiesto alle associazioni del Territorio il pagamento dell’Energia Elettrica e ha avanzato anche l’ipotesi di far pagare l’uso del teatro Rossini all’Associazione Ombre, Associazione che ha vinto legittimamente il bando di gestione del teatro. Devo fare un plauso a cotanta lungimiranza, Gioia del Colle non finirà mai di stupirmi. Attenzione, ribadisco (e su questo voglio essere chiaro) che non è assolutamente un attacco ad iniziative più che lodevoli, però credo mi si debba spiegare perché i rappresentanti di alcune associazioni per un motivo o per un altro non siano mai state ricevute dal Commissario, nonostante richieste di appuntamenti… Mah... mistero
 
 
#1 Attila 2019-05-17 15:05
Ancora una volta la dimostrazione di continuare a non rispettare le regole fondamentali della P.A.e del buon padre di famiglia, seminando ovunque insuccessi quali la chiusura dell'asilo nido,il termine anticipato della mensa scolastica, l'abbandono delle problematiche impianti sportivi, il trasporto rurale...
Valore aggiunto alla carriera che premia con incarichi presso la ex Spes e di vice segretario comunale e incarichi di dirigenza presso ARO 5 alla faccia di chi paga le tasse.Gli amministratori comunali presenti e passati cosa hanno fatto?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.