Domenica 19 Maggio 2019
   
Text Size

Giorgia Meloni a Gioia. Passerella tra selfie e degustazioni-foto

l'on giorgia meloni a gioia del colle

l'on giorgia meloni a gioia del colle È iniziato il giro delle parrocchie dei big della politica nazionale, che a ridosso del rientro dal lungo ponte voluto dalla Camera e dal Senato (non il Morandi, purtroppo, perché di ferie parliamo) si concedono qualche scampagnata elettorale.

In piazza dei Martiri, la prima ad arrivare per «pranzare a Gioia del Colle» e, tra una mozzarella ed un bicchiere di vino, spendere anche qualche parola per il candidato sindaco Johnny Mastrangelo, è stata la Presidente di Fratelli di Italia, l’on. Giorgia Meloni.

L’onorevole che vanta il primato delle assenze - è risultata presente in Parlamento solo al 5% delle votazioni, con una media di assenze pari a circa il 79% (dati OpenParlamento) -, ha varcato le porte del Castello, il tempo di scrollarsi la polvere dalle scarpe sul tappetino all’ingresso. Si sa: i tempi della politica dei “big” - quella mordi e fuggi in periodo elettorale - sono spietati e dettati dai cameraman e dai selfie.3

Cavallo di battaglia pre-elettorale, l’Europa matrigna che, imponendo il latte in polvere, avversa i produttori di latte ed altre prelibatezze italiane, tra cui la mozzarella “annodata” in diretta e gustata ancora calda, di cui proprio in questi giorni è in dirittura di arrivo a Bruxelles l’attesa DOP.

Cornice della lavorazione e del siparietto elettorale allestito da Fratelli d’Italia, una piazza Dei Martiri occupata dalle destre che forse ignorano la storia del monumento che li ospita, dove sono incisi i nomi dei giovani gioiesi che nel 1799, per difendere gli ideali della Rivoluzione Francese, hanno perso la vita, martiri solitamente commemorati con deposizione di corona di alloro a metà febbraio, quest’anno dimenticati. Un “ossimoro” che solo chi ha memoria storica può aver colto.

Superato lo scoglio delle dichiarazioni preconfezionate e stereotipate per la stampa, ci siamo fatti spazio per chiederle di esprimersi su tre temi che interessano Gioia del Colle, chiedendo13 all’onorevole Meloni cosa ne pensasse delle dichiarazioni dell’ex Segretario cittadino della Lega, accompagnato alla porta dal candidato Sindaco Mastrangelo ma poi fatto rientrare dalla finestra per aver sottolineato la necessità, “soprattutto con alcune razze, di controllare appartamenti che sono covo non solo di clandestini, ma anche deposito di alcune refurtive”. La Meloni che fino a poco prima aveva dato addosso al Governo (e quindi alla Lega), ha minimizzato la portata razzista della dichiarazione, affermando che «… se fai entrare centinaia di migliaia di persone e qui non hanno una casa, una famiglia, non hanno un lavoro, non hanno una prospettiva, ottieni che in molti casi quelle persone divengono parte della criminalità».

Una risposta ragionevole, se non provenisse da chi si è opposto fermamente al primo tentativo delle Nazioni Unite di proposizione di un approccio internazionale comune al fenomeno migratorio: il Global Compact che, pur non essendo legalmente vincolante, combina il principio della sovranità l'on giorgia meloni a gioia del collenazionale con l’esigenza di un’assunzione condivisa delle responsabilità e della tutela dei diritti umani, secondo un approccio di cooperazione internazionale.

Più decisa in merito alle priorità del Sud, ovvero la difesa «… delle infrastrutture, per produrre lavoro, per sconfiggere la povertà, l’esatto opposto di ciò che ha fatto questo governo».

Ancora una volta una dichiarazione alquanto stridente con gli alleati gioiesi di Mastrangelo, il riferimento è alla Lega di cui in questi giorni è indagato per corruzione proprio il sottosegretario alle Infrastrutture. Il partito di Salvini si rivela, quindi, un nemico al Governo, ma un’ancora di salvezza alle elezioni locali, dove il partito della Meloni spesso gioca il ruolo di fanalino di coda proprio della coalizione di centro-destra. Imbarazzante, poi, la dichiarazione sulla situazione della sanità pugliese, soprattutto perché Fratelli d’Italia ha accolto al suo interno l’ex Presidente della Regione Puglia Fitto: «Non mi chieda proprio…».

Commenti  

 
#60 Bomba 2019-05-18 18:48
Chiedo scusa. Effettivamente mi sono fatto predere dalle chiacchiere da bar. La delibera è ben chiara. Grazie redazione per avermi smentito.
Saluti

La Redazione
Nessun problema. L'importante è rendersi conto che di "chiacchiere" se ne dicono e raccontano tante ma sono i fatti quelli che contano. Meglio informarsi bene prima di dire la propria.
Buon San Filippo a tutti.
 
 
#59 Bomba 2019-05-18 13:05
Effettivamente le chiacchiere da bar mi hanno sovrastato. La delibera è ben chiara.
Chiedo scusa all’ex sindaco Lucilla e Mancino per una cosa affermata non vera.
Saluti
 
 
#58 Alex 2019-05-17 22:43
Capano sfila contro Fitto, portato da Fratelli d'Italia! Non so se vi rendete conto: Capano sfila contro la sua stessa coalizione! Io non so, a questo punto, se Mastrangelo si sia reso conto che la sua e' una coalizione senza capo ne' coda: a loro dire, Speranza e Romano sono a favore dell'integrazione, a differenza della Lega. Capano e' contro Fratelli d'Italia! I nomi degli assessori non si sanno! Il programma elettorale infarcito di errori! Una situazione a dir poco agghiacciante! Votero' Colacicco e Prodigio!
 
 
#57 Francesci 2019-05-16 17:36
XBOMBA.sei veramente una bomba di........di dissenteria. Spero che Lucilla ti DENUNCI,è facile risalire a chi commenta........... Comunque, sei una persona inqualificabile...........
 
 
#56 Pippo 2019-05-16 16:55
Che vergogna
La lista Pizza Gioia nel nostro Comune è a destra con la Lega e alla presentazione insieme a Mastrangelo sostiene Gianni Stea che in Regione è a sinistra
Evviva la coerenza........
 
 
#55 la verità 2019-05-16 16:19
Enzo Cuscito ha deciso di non candidarsi perchè non aveva più un suo movimento di riferimento ( gli è rimasto solo il simbolo tra le mani ). Colacicco o altri, Prodigio sicuramente non gli apparteneva ! Né tantomento, e rimarco, con l'autoritario Colacicco candidato sindaco ! Quindi non capisco perchè lo si debba "santificare" per la scelta di essersi momentaneamente ritirato.

La Redazione
Quindi confermi che Colacicco non ha nulla a che vedere con la sua scelta.
Saluti
 
 
#54 Ex leghista 2019-05-16 11:11
Ma Graziano Procino, coordinatore della Lega, tutto contento come un infante per la visita del suo Capitano, ha avuto il coraggio di dire a Salvini che hanno candidato in lista Colapinto, ex assessore di una giunta PD?
 
 
#53 la verità 2019-05-16 08:52
Ma Enzo Cuscito dove doveva candidarsi eventualmente visto che il suo movimento è sparito ? Doveva mettersi sotto l'egida di Donato Colacicco ? Non penso proprio !

La Redazione
Enzo Cuscito aveva deciso di non candidarsi prima ancora che si sapesse della di Colacicco.
Saluti
 
 
#52 the jakal 2 2019-05-15 19:22
Certi commenti mi tirano per la giacca. In ogni caso la rinuncia dell'INDENNITA' da parte di un qualsiasi componente della giunta deve, dico deve, comunque essere contabilizzata con un movimento di entrata ed uscita all'interno della contabilità di ragioneria. Detto questo, mi preme congratularmi con Enzo Cuscito per aver rinunciato alla sua nuova candidatura(il buon sangue non mente). L'ex sindaco Lucilla (persona per bene), Mancino e De Mattia invece, accettano la demagogica e logorroica proposta del sig. Colacicco!!. Infatti il nuovo candidato sindaco di PRODIGIO avrà pensato: ORA VI FACCIO VEDERE COME SI GOVERNA LA CITTA'. Non conoscendo direttamente il sig. Colacicco, alcuni cittadini mi hanno elencato il suo ricco curriculum POLITICO: Inizia il suo cammino frequentando un rispettabile e noto rappresentante politico gioiese di F.I.; la sua signora, coglie al volo ed accetta, la nomina a Vice-Sindaco in una amministrazione a guida D.S.(ex comunisti); intanto,la maggioranza a guida D.S., manda a casa il Sindaco con la sua Vice :Sindaco; nella successiva competizione elettorale, con un salto triplo-carpato la ex Vice-Sindaca, evidentemente col benestare del suo consorte, si candida, NON ELETTA, nella lista del partito di coloro che mandarono a casa la stessa Vice-Sindaca (i SOCIALISTI AUTONOMISTI). Il Curriculum politico non finisce qui: il sig. Colacicco decide di proseguire lavorando in proprio e partorisce il movimento PRODIGIO. Dopo un primo tentativo, grazie all'apporto risolutivo del movimento di Enzo Cuscito,il duo Lucilla-Cuscito conquistano Palazzo S. Domenico. Poi anche grazie a "insufflate" condite da antipatie interne, si conclude l'avventura del sig BONAVENTURA. Intanto il nostro "eroe",Forte del suo insuperabile curriculum, pensa di fare un bel salto in lungo: SI CANDIDA ALLE PARLAMENTARIE DEL MOVIMENTO 5 STELLE, ottenendo un grande risultato....ben tre voti. Ora ci riprova e... tocca ai cittadini gioiesi esprimersi sul curriculum politico del sig. Colacicco.
 
 
#51 SOLDI 2019-05-15 16:05
Sicuro che le leggi e i regolamenti possano far rinunciare agli emolumenti ad una carica elettiva con una semplice delibera ? Ma non dovevano essere destinati e quindi, tracciati, a categorie o associazioni ?

La Redazione
I documenti vanno letti, prima di procedere a fuorvianti commenti.
Saluti
 
 
#50 Bomba 2019-05-15 09:35
Lo stipendio del presidente Mancino veniva devoluto al sindaco Lucilla.
Questo lo sanno tutti e smettiamola di dire balle. Lucilla aveva fatto male i conti e quindi si è semplicemente accordato con Mancino.
Attenzione io personalmente non vedo nulla di male, ma è questa la verità
Vi invito a smentirmi

La Redazione
Più che a smentirti rischi di essere denunciato per queste affermazioni prive di fondamento. C'è una delibera con tanto di destinazione degli stessi emolumenti a cui il presidente Mancino aveva rinunciato. Infatti, nella delibera è precisato: "per finanziare attività e servizi di natura formativa presso gli uffici comunali, attivando stages e tirocini per giovani diplomati e laureati”, e di "demandare altresì all’Area AA.GG. gli adempimenti consequenziali di competenza". E se ciò, come sostieni, non fosse stato rispettato, a risponderne dovrebbero essere i responsabili di quell'aerea. Ora, prova a smentire questi fatti, ma con delle prove, non con le tue personalissime "verità", da cui prendiamo le distanze, basate su cosa?
Saluti
 
 
#49 Soldoni 2019-05-14 20:26
SOLDI, tranquillo che il Presidente del Consiglio ci ha pure rimesso.
I tuoi amici invece cosa hanno fatto con i soldoni presi? Non dimentichiamo le commissioni!

La Redazione
Il presidente del Consiglio comunale Pierluigi Mancino ha di fatto rinunciato al suo compenso. Il tutto è scritto nero su bianco nella Delibera di Giunta n. 26 del 29/08/2016 "PRESA D'ATTO RINUNCIA ALLA INDENNITA' DI CARICA DA PARTE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. DETERMINAZIONI".
Saluti
 
 
#48 Falco 2019-05-14 18:18
Dateci i verbali delle "famigerate" commissioni......
 
 
#47 Augusto Angelillo 2019-05-14 14:34
Sabato scorso ho assistito all'incontro dei quattro candidati sindaci, beh volevo solo evidenziare come in realtà nessuno abbia realmente soverchiato l'altro, probabilmente dovuto al fatto che le domande erano già state preparate prima e consegnate quindi ai quattro, metodo, per quanto mi riguarda discutibile, solo con domande dirette si può vedere e capire la persona quella che è realmente. Se uno è preparato sa rispondere, ma questo purtroppo è un metodo già usato nel passato recente e che, a parer mio non fa altro che se si va fuori tema ci si arrampica sugli specchi. Comunque è da lodare il fatto che la cosa sia stata almeno fatta (anche se da una associazione di cui uno dei candidati ne era presidente fino a poco fa).
A proposito, vorrei sottolineare che quell'Augusto che ha commentato in precedenza non sono io, vorrei evitare di essere abbinato magari a frasi non pronunciate o pensate da me, io infatti mi firmo con nome e cognome proprio per evitare confusioni, a meno che la cosa non venga fatta di proposito... mi auguro di no. Cordiali saluti.
 
 
#46 SOLDI 2019-05-14 12:23
Prodigio diteci dove sono andati a finire gli emolumenti oggetto di rinuncia del presidente del consiglio comunale. Ieri abbiamo letto dove sono stati destinati gli emolumenti della dottoressa Pitarra, adesso aspettiamo di sapere dove sono finiti quelli del generale Mancino.
 
 
#45 Nicola A. 2019-05-14 07:34
come al solito, invece di parlare di PROGRAMMI si lanciano accuse come i bambini. Pro.di.gio, invece di denigrare gli avversari, raccontaci dove prenderai i soldi per fare una parte del VECCHIO programma. Questo interessa ai cittadini e non i pettegolezzi.
 
 
#44 Attilio 2019-05-13 14:54
Mastrangelo, dove eri quando, consigliere di maggioranza con Longo, venivano ingaggiati avvocati esterni all'ente, con fatturazioni che poi sono diventati debiti fuori bilancio per circa 800.000 euro? Dico, ottocentomila euro! E dove eri quando, sempre nella stessa giunta Longo, non venivano pagate bollette che poi sono diventati debiti fuori bilancio per altri circa 600.000 euro? Dico, seicentomila euro. E sempre Mastrangelo dove eri quando, sempre nella giunta Longo, durata solo due anni, per fortuna dei gioiesi, un consigliere di maggioranza si faceva conteggiare ben 240 commissioni consiliari, percependone il gettone di presenza oltre l'assenza dal lavoro ed il relativo stipendio? E sempre Mastrangelo, sempre nella sciagurata giunta Longo, dove eri mentre l'Itea sperimentava rifiuti nocivi e pericolosi?
E Mastrangelo, sullo scandalo delle assegnazioni delle case popolari, per cui la giunta Lucilla ha fatto denunce alla Finanza, pesantissime, non sai dirci niente?
Mastrangelo, in 20 anni di politica, di te non si capisce bene cosa hai fatto!
 
 
#43 Augusto 2019-05-13 14:42
Mastrangelo ed i suoi molto nervosi! Sanno che la sconfitta e' alle porte! Ed il loro programma, oltre che pieno zeppo di errori, non ha uno straccio di copertura!
 
 
#42 Uffa 2019-05-13 14:42
Il candidato della destra appare sicuro di vincere, si dice. Quello che molti non capiscono, forse nemmeno lui, è che pure se vince non sarà il sindaco, se non sulla carta.
 
 
#41 Givanni 2019-05-13 12:23
IRRITATO. condivido quanto ha scritto.
Basta bulli e bullismo e sopratutto basta con chi, con decenni di amministrazione, ha rovinato il paese. A proposito dell'incontro tra candidati Sindaci, ho notato Colacicco pronto,Mastrangelo in imbarazzo, Paradiso smentito, finalmente, da Colacicco è il 4^ candidato di sinistra che esordiente, con saggezza non si è esposto più di tanto. Buona alternativa al vecchio PD!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI