Giovedì 23 Maggio 2019
   
Text Size

CON PRO.DI.GIO. CASO ITEA E “AMBIENTE E SALUTE” A GIOIA

fumate sperimentazioni

procino-colacicco candidati prodigioIl caso giudiziario che ha portato nei giorni scorsi al sequestro, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, dell’impianto gestito dalla società ITEA spa all’interno dello stabilimento AC Boylers spa (ex Ansaldo Caldaie) per presunte violazioni ambientali, ha riproposto in maniera ancora più eclatante la questione del rapporto tra Ambiente e Qualità della vita, a tutela della popolazione di Gioia del Colle. Ed è proprio ‘Ambiente e Salute’ il tema dell’incontro che il Movimento Pro.di.Gio. ha organizzato per domenica 10 marzo alle ore 17.30 nella sala De Deo a Gioia del Colle.

Si tratterà di un vero e proprio ‘focus’ sulla questione-ambiente a Gioia del Colle, in cui il Movimento illustrerà le proprie proposte e chiarirà pubblicamente alcuni aspetti legati alla vicenda-Itea. Interverranno il candidato sindaco di Pro.di.Gio., Donato Colacicco, il candidato vice-sindaco, Daniela De Mattia e il candidato assessore allo Sviluppo, all’Ambiente e all’Agricoltura, il biologo Giuseppe Procino.

Appuntamento, dunque, per domenica 10 marzo alle ore 17.30 nella sala De Deo a Gioia del Colle”.

Ufficio Stampa Pro.di.Gio.

Commenti  

 
#17 Dubbioso 2019-03-07 21:00
Nicola a.
Certo che scrivere inesattezze è proprio il tuo forte Penso seriamente che tu sia uno di quei politici che assolutamente vogliono mettere le mani sul paese per un motivo incomprensibile, diciamo così! Ti sei inventato che c'era la promessa del sottopasso in caso di vincita e per tua sfortuna, scrivi su una pagina che è informata su tutto e quindi riceverai sicure smentite a tutte le tue fantasie.
Questa pagina è veramente indipendente e persegue la verità. Certo che Gioia non merita politici che....... non raccontano la verità!
 
 
#16 Nicola A. 2019-03-07 16:59
Grazie Redazione. Allora il progetto non me lo sono inventato e ricordavo bene (memoria corta màh, per cosa poi). Ora se un gruppo crede in quello che dice, appena riesce a passare ai posti di comando, cerca di realizzare i progetti che gli stanno a cuore per il bene della città e questo pro.di.gio NON LO HA FATTO, anzi il progetto del sottovia è passato nel dimenticatoio. Riguardo le tasse, IO sono uno di quelli che ha pagato una TARI maggiorata e non ho MAI evaso o eluso niente. Con il lavoro dipendente (tartassato da TUTTI) non si sfugge al fisco neanche se lo volessi. Il fatto che la riscossione tributi sia rimasta ai privati comporta un esborso di provvigione che sarebbe servita a ridurre la pressione fiscale che a Gioia è ALTA. Anche questo era un "cavallo di battaglia" di pro.di.gio andato miseramente in frantumi.

La Redazione
Sempre per precisare e per non confondere le acque. Quel progetto, se non ricordiamo male, presentato come opzione ai pericolosi e costosissimi ascensori, sarebbe stato realizzato utilizzando i finanziamenti messi a disposizione per il superamento dei binari. Si da il caso che il progetto, quello di Povia, non passò, in sostituzione si optò per la realizzazione di un sottopasso pedonale, cioè quell'obbrobrio che tutti conosciamo e in pochi utilizzano. Ne consegue che per realizzare il progetto proposto dall'Arch. De Mattia sarebbe stato necessario, lo è tuttora, reperire nuove risorse finanziarie. In quanto alla TARI, non abbiamo parlato di evasione, bensì di agevolazioni non più vigenti o necessarie, stante la modifica del servizio raccolta rifiuti. L'evasione e ben altra cosa su cui si dovrebbe andare a fondo.
In merito alla gestione dei tributi, non si è ancora ben capito per quale motivo qualcuno (non è stato prodigio nè tanto meno l'amministrazione Lucilla) abbia deciso di indire, in tutta fretta, un nuovo appalto, pluriennale, da assegnare all'esterno, e come al solito sempre penalizzante per le casse comunali, anzichè lasciare la decisione di come procedere alla nuova amministrazione che si sarebbe insediata. Domande a cui le risposte non sono mai state soddisfacenti o esaurienti.
Buona serata, a tutti.
 
 
#15 Nicola A. 2019-03-07 12:28
x uomodellastrada, comunque sia il progetto è esistito (altro che memoria corta) solo che nei fatti lo ha accantonato e dimenticato quando amministrando Gioia doveva quantomeno riproporlo. Ma si sa, pro.di.gio. si è vantato del progetto ma poi ha abbandonato al sua creatura. Poi, com'è il fatto che i conti sono migliorati di DUE milioni di euro?? Ma se il comune di Gioia rischia il dissesti finanziario, dove hai preso queste cifre?? Infatti l'anno scorso, nonostante la differenziata le tasse sono A U M E N T A T E.

La Redazione
Quali tasse? La TARI per caso? Non per difendere nessuno, non ne avrebbero bisogno, ma solo per meglio precisare, l'aumento c'è stato è vero ma solo per chi non la pagava o pagava meno rispetto ai tanti, o per chi ha avuto un servizio che ieri non aveva. In quanto al progetto del sottopasso di via Dante, quello presentato dall'allora opposizione all'amministrazione Povia era un progetto di massima alternativo a quello degli ascensori proposti da Povia alla modica cifra di oltre due milioni di euro.
Ah la memoria corta cosa fa. Ma si tratta realmente di memoria corta o di altro?
http://www.gioianet.it/politica/8786-prodigio-un-progetto-per-non-dividere-la-citta.html
Saluti
 
 
#14 Uomodellastrada 2019-03-07 09:51
Nicola lei ha la memoria corta, la proposta di prodigio era di utilizzare i fondi stanziati per fare il sottopasso mentre i professionisti della politica li hanno utilizzati diversamente. Stranamente utilizzati sotto casa di un ex vicesindaco......
 
 
#13 PRODIGIO 2019-03-07 08:51
In Italia, l'ultimo uomo che fece di tutto e di più da solo, finì a testa in giù !

La Redazione
Vediamo con vero dispiacere che continua a non "afferrare" il vero senso delle nostre risposte. Abbiamo esattanmente detto l'opposto di ciò che lei ha inteso. Legga tutto e con più calma.
Saluti
 
 
#12 Nicola A. 2019-03-06 20:03
X UOMODELLA STRADA, Promessa NO, ma un progetto raffigurato di come poteva essere il sottopasso invece della prospettiva degli ascensori presentato in pompa magna con tanto di cartello presentato in piazza ed in altre sedi durante l'amministrazione "POVIA", questo me lo ricordo bene. Poi, Povia è "caduto" ed è subentrato, dopo il Commissario, PRO. DI. GIO. per cui se il progetto era valido perché non è stato realizzato? Se c'era Povia era valido dopo NO???? Oppure quando si stà all'opposizione si raccontano favole per denigrare chi amministrando?
 
 
#11 PRODIGIO 2019-03-06 11:02
Uomodellastrada ogni amministrazione fa cose buone e cose meno buone. Spetta ai cittadini, alle associazioni e alle categorie decidere il bilancio di questa amministrazione caduta prematuramente a causa della sua incapacità di gestire la propria squadra. A tutti noi la matita ! Ma cinque persone non saranno mai in grado di gestire una città di 28 mila abitanti.

La Redazione
La storia insegna, è accaduto più volte e in più parti, che anche un solo uomo può fare di tutto e di più. L'attuale legge elettorale, rappresentativa a più livelli, prevede che nei comuni fino a 30 mila abitanti, quale è il nostro, a governare non possano essere più di un certo numero di assessori, cinque, più il sindaco. Dov'è l'anomalia? Aboliamo la democrazia e con esso il diritto al voto? I problemi sono altrove, insiti, come sempre e sempre più spesso, in chi dovrebbe rappresentare la cittadinanza, e nel loro modo di fare e intendere la politica.
Saluti
 
 
#10 Uomodellastrada 2019-03-06 08:11
Nicola A, sbagliato. Prodigio mette tutto on line, dov'è la promessa del sottopasso?
I conti sono migliorati di 2 milioni di euro. Quindi caro Nicola A, lei è in malafede o semplicemente non si informa.
 
 
#9 Manu 2019-03-05 15:35
#Prodigio. È vero che è una forza politica Chiusa ma ascoltare la buona parte politica gioiese è una assurdità. Dove sta quella parte buona? Io non la vedo! Ammiro invece i componenti della squadra Persone conosciute per la loro bravura! Sono certo che i cittadini sapranno apprezzare quanto l'ex amministrazione ha fatto per Gioia Compresa quella di non aver permesso all'ITEA di fare sperimentazioni pericolose. Una domanda -Come mai si è firmato Prodigio? - non va bene, lei vuole confondere e questo la dice lunga!
 
 
#8 Nicola A. 2019-03-05 13:01
mi associo a PRODIGIO e aggiungo che è anche presuntuosa, arrogante e illusionista. La "bambinata" quando accusavano Gallo di copia/incolla? Ricordate la promessa della riscossione dei tributi? La lotta alla evasione? il progetto del sottopasso auto/pedonale di via Dante? Risultati: la riscossione tributi è rimasta ai privati, l'evasione continua a più non posso, strade rotte, marciapiedi incompiuti, centro storico bloccato a discapito dei residenti, alla fine per la loro incompetenza hanno lasciato la città allo sbando ed affidata per l'ennesima volta al Commissario Prefettizio. Se questa è nuovamente la prospettiva, allora dico NO GRAZIE.
 
 
#7 Uomodellastrada 2019-03-05 10:49
X prodigio in effetti parla di faraonici progetti e gli sta realizzando. I 4 parchi urbani si stanno completando, i lavori per la biblioteca stanno per partire come anche quelli per il Palazzo dell'Inps. E il bando della rigenerazione preso. Le strade le stava cominciando a fare come i marciapiedi. In effetti il commento manca un pochino di obbiettività.
 
 
#6 PRODIGIO 2019-03-05 08:44
Prodigio è una forza politica troppo chiusa in se stessa, troppo rannicchiata e troppo diffidente verso quella parte buona della politica e della società gioiese che gli può dare una grossa mano alla formazione di una compagine amministrativa più ampia e duratura ! Non vincerà con i suoi 1500 voti di lista e vanificherà, come è capitato nei due anni scorsi, tutto quel buon patrimonio di conoscenze e di idee che spesso, escono dai loro laboratori. Tra l'altro parla sempre dei suoi progetti ambiziosi e faraonici e non dice come deve risolvere le immediate e gravi carenze del paese, nelle sue casse, nella sua macchina organizzativa, nel suo decoro urbano. Gioia sembra una città spoglia e depressa, trascurata; Prodigio pensa di farne una nuova Las Vegas, ma senza farci capire COME tutto ciò dovrà essere realizzato ! A copiare i programmi e le buone pratiche che si realizzano in altri Comuni, siamo bravi tutti !
 
 
#5 Walter 2019-03-04 19:44
Jackal, chiedi a Zileni e Derosa! Loro sapranno risponderti con occhio neutro se le sperimentazioni sono state fatte!
 
 
#4 Lino 2019-03-04 19:17
Con Lucilla e Prodigio NESSUNA SPERIMENTAZIONE! NESSUNA! STOP.
sono gli altri che devono imparare da Prodigio come si tutela la salute! Parlano i fatti! Nessuna sperimentazione con Prodigio!
 
 
#3 Stiloso 2019-03-04 19:03
È partito il messaggio e......
Volevo scrivere che prodigio ha una tattica particolare: Lascia che parlino tutti e poi arrivano loro, quelli......chiusi a riccio e impenetrabili. Ascoltare il professor Proocino sarà interessante e così Mastrangelo sarà costretta a leccarsi le ferite. Mi piace prodigio.....
 
 
#2 Stiloso 2019-03-04 18:38
Ecco la conferma a quanto avevo scritto!
 
 
#1 the jakal 2 2019-03-04 17:29
Complimenti all'aspirante sindaco di PRODIGIO, parla di tutto: Ambiente (caso ITEA), Bilancio comunale, Sport, cultura, urbanistica, chianche e giardini ecc. ecc.
Sul caso ITEA, consiglio di invitare il nostro concittadino Roberto Cazzolla, esperto riconosciuto a livello internazionale. Un ex dipendente ITEA, suggerisce di invitare anche qualche esperto del Politecnico di Bari. La presenza del Politecnico potrebbe essere utile per capire meglio i risultati raggiunti con la sperimentazione e se continuano ancora a percepire lauti contributi ......da progetti di ricerca. Inoltre se possono confermare, quello che avrebbe constatato il NOE: e se la strana sperimentazione, senza alcuna sosta,sia continuata a bruciare rifiuti speciali e tossici ospedalieri, per tutto il 2017 fino al giorno del sequestro. Inoltre chiedo ancora: per quale arcano motivo il comune di Gioia rilasciò la variante urbanistica per poter permette ad ITEA di continuare la sperimentazione???. Il Comune in tema Urbanistico territoriale è assolutamente sovrano. PRODIGIO dovrebbe chiarire i fatti e anche le responsabilità. A suo tempo fu anche chiesto di ascoltare il parere di un grande esperto quale è il Dott. Roberto Cazzola....mal sopportato dai tuttologi. Una brutta storia all'epoca dei fatti accompagnata anche da alcuni volantini rivolti contro coloro che la pensavano diversamente....la sperimentazione avrebbe rigenerato l'aria di Gioia del Colle.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI