Venerdì 19 Luglio 2019
   
Text Size

Caso Itea. Centro-sinistra chiede di “costituire il comune parte civile”

ciminiera sperimentazioni itea

Umberto Postiglione“I gruppi politici di “Città di tutti - La Bottega”, “Partito Democratico”, “aSinistra” e “LeU”, facenti parte della neo-coalizione di centro-sinistra a sostegno della candidatura a Sindaco di Donato Paradiso, in relazione al sequestro dell’impianto di sperimentazione ITEA esprimono forti preoccupazioni per eventuali danni arrecati alla salute dei cittadini Gioiesi. La coalizione chiede al Commissario Prefettizio, nella sua qualità di responsabile della salute pubblica, di attingere e rendere pubbliche le notizie sulle reali motivazioni del sequestro e qualora l’indagine si concludesse con un rinvio a giudizio, di costituire parte civile il comune di Gioia del Colle. Inoltre la coalizione si impegna a vigilare costantemente e in tutte le sedi sia su questa specifica emergenza ambientale che su ogni altra problematica ambientale che possa coinvolgere la salute dei cittadini Gioiesi”.

Uff. Comunicazione Coalizione Centrosinistra Gioia del Colle

 

Commenti  

 
#23 the jakal 2 2019-02-28 01:27
In questo caso il condizionale è d'obbligo. Avendo, recentemente, preso visione di buona parte della documentazione, anche giornalistica e politica, accertato che con la società ITEA collaboravano anche enti di ricerca, ritengo che in realtà la pseudo sperimentazione non si sia mai fermata. Recentemente la camuffata sperimentazione di rifiuti tossici-ospedalieri,pare sia venuta a galla per il fatto che un non meglio identificato comitato cittadino abbia presentato una denuncia alla procura. Il NOE poi, a cui deve andare il grazie da parte di tutti i cittadini gioiesi, ha sequestrato l'impianto, con l'augurio che la città ed il Commissario, vigilino affinché si metta la parola fine su questa falsa e pericolosa sperimentazione la quale continuava a bruciare rifiuti tossici nell'assoluta indifferenza di tutte le maggioranze che hanno disamministrato questa martoriata città. Comunque resto convinto che l'impianto in questione non sia stato... mai dico mai spento. Lo scaricabarile delle responsabilità non mi convince!!. Tutti colpevoli...nessun colpevole.

La Redazione
Lo ribadiamo, le sperimentazioni sono fatte anche di studio dei risultati ottenuti. Un conto sono gli studi, un altro le accensioni. Che con Itea collaborassero o collaborino anche altri istituti di ricerca è acclarato dai progetti presentati alla Regione. Se questo blocco sia stato originato dalla denuncia di "un non meglio identificato comitato" non è dato sapere. C'è stato anche chi ha scritto e denunciato direttamente al Ministro dell'Ambiente Costa, ad Emiliano, al Commissario, all'Arpa, all'ASL, ai consiglieri regionali e ai parlamentari dei 5 stelle, che a loro volta hanno presentato delle interrogazioni in consiglio regionale e in Parlamento. Lettere e denunce ben documentate, anche con l'ultima denuncia di Roberto Cazzolla Gatti, pubblicata agli inizi del mese di ottobre 2018: http://www.gioianet.it/cronaca/16162-dubbi-sperimentazioni-a-gioia-roberto-cazzolla-gatti-lancia-un-appello.html.
Pienamente d'accordo sullo scarica barile o rimpallo delle responsabilità messo in atto dalla politica, sia locale che provinciale/metropolitana e regionale.
Saluti
 
 
#22 Uomodellastrada 2019-02-27 19:33
#21 perché parla di variante urbanistica che non esiste? Questo evidenzia l'uso delle parole di alcuni personaggi solo per creare confusione senza avere rispetto della gente.
 
 
#21 the jakal 2 2019-02-27 17:15
I tanti interrogativi, potrebbero essere risolti dalle ex giunta a maggioranza PRODIGIO.
Solo loro potrebbero chiarire i tanti dubbi esistenti sulla gestione del caso ITEA: l'assessore all'urbanistica dovrebbe chiarire l'impellenza nell'aver rilasciato la variante urbanistica senza della quale l'ITEA non avrebbe potuto continuare la sperimentazione; e poi ancora,per quale strano motivo l'amministrazione a guida PRODIGIO non ha mai provveduto a ritirare l'autorizzazione della sperimentazione in autotutela; risulta anche che la sperimentazione non si è mai fermata nonostante il diniego da parte dell'ARPA. Per diramare la questione sarebbe gradito un intervento da parte dell'ex assessora. Anche le muta pareti sapevano che la sperimentazione era concentrata sui rifiuti tossici ospedalieri. Con questo, fine dell'argomento!!.

La Redazione
A quanto si sostiene da più parti, le sperimentazioni sembrerebbe siano riprese solo dopo la caduta dell'amministrazione Lucilla. In quanto al resto, ci sono state più occasioni in cui l'assessore, oltre al sindaco, hanno avuto modo di chiarire. Anche in consiglio comunale.
Saluti
 
 
#20 Stiloso 2019-02-27 16:30
La differenza tra la destragioiese e prodigio stupisce.
La Destra tutta, è molto presente sul web. I suoi componenti taggano mezzo paese e di ogni loro qualsivoglia iniziativa, anche la piu' inutile, fanno innumerevoli condivisioni, addirittura più di 60!
Di contro, Prodigio!...... Chiusa a riccio! Pare si riuniscano 2 volte a settimana per lavorare come se non ci fosse un domani. La Destra urla, ridicolizza, inventa. Prodigio ascolta, non scende ai loro livelli non rispondendo agli insulti, il loro tempo pare sia dedicato al programma e allo studio.
La Destra pubblica parecchio contro Prodigio.
Prodigio con una tattica precisa sferra un attacco e la Destra si ribalta e va a gambe all'aria!
Ecco la differenza: Destra=parole
Prodigio = fatti!
 
 
#19 Angelino 2019-02-26 22:24
Avete visto il video di Mastrangelo? E avete letto i commenti? Persi d'un botto tutti i punti!
 
 
#18 Giulio 2019-02-26 19:25
La vicenda Itea ha avvantaggiato Prodigio, indubbiamente! Dopo il polverone della destra, aver appurato che con Lucilla in 22 mesi nessuna sperimentazione e' stata fatta, e' valso alla coalizione di Mastrangelo l'essersi data la zappa sui piedi!...........
 
 
#17 Antonio r. 2019-02-26 08:41
Buongiorno, dovremmo organizzare tutti noi cittadini una marcia x conoscere tutta la verità, tutti i passati sindaci consiglieri etc etc x un confronto, cosa è stato immesso nell aria? Ora siamo al sicuro? X i nostri figli . Lanciamo un tam tam sui social aiutatemi
 
 
#16 Giacomo 2019-02-25 21:36
Di recente mio malgrado sono stato al pronto soccorso e mi è capitato di vedere il contenitore dove l'infermiera buttava le garze insanguinate. C'era scritto: rifiuti sanitari pericolosi destinati all'inceneritore. Ho pensato: quale inceneritore, quello che sta nel centro di Vienna o uno in Germania? Sei contro gli inceneritori? Perfetto, non posso medicarti perché produrresti rifiuti pericolosi. Se dal mio corpo sono usciti rifiuti pericolosi, vuol dire che io e tutti i lettori e commentatori di gioianet, redazione inclusa, non abbiamo la minima idea di cosa sia un rifiuto pericoloso e di che fine faccia, basta solo che non sia vicino casa nostra.

La Redazione
Tu invece sei favorevole, vero? Qui non si sta parlando di un inceneritore qualunque, ma di un impianto che fa sperimentazioni, che è ben altra cosa. Una domanda. Quanti ospedali o punti di primo intervento o pronto soccorso, o cliniche private ci sono in Italia? Loro dove smaltiscono i loro rifiuti pericolosi (nocivi)? Per caso tutti sotto casa loro?
Un consiglio spassionato, cerca di informarti meglio in merito a questi problemi.
Saluti
 
 
#15 ARPA 2019-02-25 08:23
Ma voi siete sicuri che le agenzie demandate ai controlli abbiano compiuto al massimo...... livello il proprio lavoro ?
 
 
#14 Fausto 2019-02-24 17:52
MASTRANGELO RITIRA LA CANDIDATURA! MA PRIMA DICCI COSA ABBIAMO RESPIRATO NEL 2011. NOI ED I NOSTRI FIGLI!
 
 
#13 Roby 2019-02-24 17:39
Perche' solo con Lucilla l'impianto era spento? Con Povia e Longo ha funzionato, e ne' Mastrangelo, ne' Capano, ne' Lamanna e ne' Donvito hanno detto o scritto niente! E qualcuno e' anche giornalista! Come mai?
 
 
#12 Alberto 2019-02-24 17:35
DX, CON LUCILLA ITEA KAPUTT! E LE ALTRE AMMINISTRAZIONI COSA HANNO FATTO?
 
 
#11 per far rispettare 2019-02-24 16:39
A Laterza sanzioni e controlli severi contro l'abbandono illecito di rifiuti
248
tweet
google+
stampa
CRONACA visibility539 - venerdì 22 febbraio 2019 di La Redazione PIÙ INFORMAZIONI SU Laterza
Il municipio di Laterza
Il municipio di Laterza © Web
Fino a 500 euro di multa per chi abbandona rifiuti in luoghi diversi dalla propria abitazione. Il comune di Laterza ha emanato una nuova ordinanza per combattere in maniera definitiva un malcostume che, nonostante gli ottimi risultati della raccolta differenziata raggiunti, continua ad essere presente.


"Un numero limitato di utenti continua ad abbandonare i rifiuti per le vie cittadine o nelle campagne, o ancora a conferire in maniera del tutto illecita e contraria alla disciplina adottata, i propri rifiuti - si legge nell'ordinanza a firma del primo cittadino Lopane - tutto questo, nel tempo (sono trascorsi quasi sei anni dall’adozione dell’ordinanza cit.), ha comportato gravi disagi e determina una vera e propria emergenza in materia di “igiene pubblica” a causa dei cumuli di rifiuti che puntualmente si ritrovano per le vie cittadine o nelle campagne".

L'ordinanza prevede l'utilizzo di telecamere e/o fotocamere (anche "fototrappole") previa apposizione di appositi cartelli informativi da collocare nelle immediate vicinanze del raggio di azione delle telecamere.

Al contempo saranno elevate le sanzioni, che diventeranno più aspre: 120 euro per chi esporrà la pattumella in un giorno diverso da quello segnalato o fuori orario; 180 euro per i rifiuti depositati al di fuori delle pattumelle; 300 euro per carrellati di condomini ed esercizi pubblici pieni nonostante non sia la giornata di raccolta e fino a 525 euro per l'abbandono di rifiuti non pericolosi di qualsiasi tipo lontano dalla propria abitazione o luogo di lavoro o esercizio.

Dal comune è giunto inoltre l'invito rivolto a tutti i cittadini a segnalare al comando di Polizia Locale situazioni di abbandono di rifiuti per favorire l’azione di controllo del territorio.Sarebbe anche il caso di applicarle anche a Gioia
 
 
#10 Uomodellastrada 2019-02-24 09:37
Come mai solo con l'amministrazione Lucilla l'impianto è rimasto spento?
Ma, forse a pensar male ci si azzecca!!!
 
 
#9 DX 2019-02-24 00:06
X Mimmo: io non sarò ben informato, ma tu forse non ti spieghi bene, e se ti sei spiegato bene, allora io capisco che LUCILLA ha soddisfatto una richiesta di ITEA, affinchè fosse l'ARPA ad esprimersi, solo che contrariamente alle aspettative di ITEA, l'ARPA ha espresso parere sfavorevole ad ITEA.
Scusa per il girotondo di parole, ma se è tutto esatto, ti sembra normale che un Sindaco sia stato così morbido, da concedere al controllato la scelta del controllore? Se alla fine è andata male per l'ITEA, è solo uno scherzo del destino, ma di certo non un merito del tenero ed accomodante Lucilla.
 
 
#8 Sinceramente 2019-02-23 19:43
Tutti dichiarano di aver fatto qualcosa contro l'impianto sperimentale presso la Termosud. Comunque è evidente che i risultati sono stati pari a zero.
Speriamo che nella prossima campagna elettorale si parli del futuro (fino al 2020 e non fino al 2050) e non del passato.
Mettiamoci una chianca sopra.

La Redazione
E certo, è sempre più conveniente ripetere, a chi non vuol mollare, la solita litania, "scurdammoce o passato", purtroppo non "siammo e napule paisà". Una richiesta accomodante, esattamente per chi ha fatto questi sconquassi.
Saluti
 
 
#7 the jakal 2 2019-02-23 18:43
Condivido l'azione del centro sinistra.Sono un cittadino importato, però voglio ricordare ai cittadini gioiesi e se non erro anche all'assessora all'urbanistica, che l'ultima via libera alla sperimentazione fu accordata dall'amministrazione precedente coccolata dall'attuale candidato sindaco di "prodigio". Chi deliberò la necessaria variante urbanistica affinché ITEA continuasse la sua sperimentazione sui rifiuti Speciali e forse anche tossici??. L'ARPA e la ASL hanno sempre svolto la loro parte con la massima responsabilità.E basta!! le responsabilità sono e restano COMUNALI. Smettiamola col mantra di far ricadere le colpe sugli altri. Mi Auguro che i cittadini gioiesi questa volta scelgano la politica: il galantuomo di Donato Paradiso oppure Mastrangelo. Insomma basta con le chiacchiere e con i programmi proiettati al 2050. Continuo a leggere le stupidate sul numero di commissioni comunali, ognuno di loro avrà incassato, per tutto il lungo periodo, circa 1000 Euro però gli ex amministratori non sono stati in grado di recuperare nessun euro dai circa 10 Milioni di tasse non riscosse. A già, forse l'inefficienza dell'amministrazione era da imputarsi ai tre consiglieri di maggioranza che ingenuamente chiedevano di organizzare l'ufficio ragioneria per rendere più efficiente la macchina amministrativa. Per non parlare del caso COOP!! gestito in malo modo da dilettanti allo sbaraglio. Si guardava il pelo e non le travi conficcate negli occhi!!.

La Redazione
“L'ARPA e la ASL hanno sempre svolto la loro parte con la massima responsabilità”. Sì? E in che modo? Non divulgando gli esiti delle sperimentazioni? Non installando le previste centraline di monitoraggio ambientale in una zona ad alto rischio inquinamento, salvo poi “consigliare”, sotto l’amministrazione Lucilla che “non era opportuno continuare a fare sperimentazioni”? E L’Asl, cosa ha prodotto in tutti questi anni? Dov’è l’esito del suo lavoro? Il registro dei decessi avvenuti per tumori è stato mai aggiornato e pubblicato? E come mai non ha prodotto il suo “nullaosta” (parere) prima della conferenza dei servizi, pur essendo uno tra quelli fondamentali per il rilascio dell’autorizzazione a procedere regionale, anche in termini economici. (Circa 5 milioni di finanziamento pubblico a fondo perduto)?
Bravo “Smettiamola col mantra di far ricadere le colpe sugli altri”, forse sarebbe il caso che tutti iniziassero ad assumersele, visto che probabilmente sono stati e sono gli artefici delle malattie e morti di tanti nostri concittadini. Forse sarebbe il caso che se sparissero una buona volta, e non solo dalla politica, ma da Gioia, hanno procurato fin troppi danni. E chi ha memoria storica sa chi sono, eccome.
“…Per non parlare del caso COOP!”, anche qui hai ragione. E’ stato “gestito in malo modo”, ma non “da dilettanti allo sbaraglio”, bensì da presunti fior fior di professionisti. Che continuavano, colpevolmente a guardare “il pelo e non le travi conficcate negli occhi”, quali erano le sentenze di abbattimento pronunciate dal Consiglio di Stato. Ti sei, vi siete, mai chiesto il perché?
Questi personaggi, probabilmente gli stessi che hanno prodotto altri gravi danni in questo paese, dovrebbero lasciare armi e bagagli e abbandonare definitivamente i loro prgetti.
Saluti
 
 
#6 pulcinella 2019-02-23 14:16
Gioia Del Colle ha bisogno di una amministrazione seria,onesta, non collusa. Al momento non vedo candidati che possano garantire piena discontinuità con le passate amministrazioni. Solo Colacicco, ma nella squadra di assessori che ha presentato c'è qualche pecca per difetto. Comunque, speriamo che sia la volta buona che i gioiesi rialzano la testa per la seconda volta. Al netto dei voltagabbana. Sarei fiduciosa ma con cautela.
 
 
#5 Mimmo 2019-02-22 18:55
Dx hai ragione ma non sei informato.Itea non ha fatto sperimentazioni in quanto l'ex sindaco Lucilla, ha chiesto ed ottenuto che fossero l'Arpa e la Asl ad esprimere parere favorevole alla richiesta dell'Itea a farle. SIAMO STATI AL SICURO SOLO CON L'AMMINISTRAZIONE LUCILLA.
PRIMA SIAMO STATI TRADITI PROPRIO DA CHI ORA STA ATTACCANDO.
DA MASTROVITO, A LONGO, A POVIA, SIAMO STATI INONDATI DALLE SPERIMENTAZIONI, LORO ERANO CONSAPEVOLI MA HANNO TACIUTO ED ORA PARLANO E SCRIVONO PRENDENDOCI IN GIRO PERCHÉ VOGLIONO RITORNATE A ROVINARE IL PAESE!
PERSONE CHE NON DEVONO TORNARE!
 
 
#4 DX 2019-02-22 16:25
X Cavolo: il parere dell'ARPA non era un'optional inventato da Lucilla, ma è un'atto d'ufficio pre-esistente,che "stranamente è stato favorevole" per quindici lunghi anni.Un'Amministrazione un po più responsabile avrebbe dovuto come minimo farsi venire qualche dubbio in più, INVECE DI FARE IL SEMPLICE SCARICA BARILE, NON TI PARE?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.