Elezioni. Pro.di.Gio. approva le linee guida per le candidature

assemblea prodigio

Rese note dal Movimento Pro.di.Gio. le linee guida per le candidature e per i rapporti con le altre forze politiche, in vista delle prossime elezioni amministrative, approvate nell’ultima assemblea del Movimento.

--------------------------

prodigio-logo“Negli ultimi mesi, dopo la caduta dell’amministrazione Lucilla – spiega Elettra Panzarino, Presidente di Pro.di.Gio. – si è lavorato molto, riattivando i gruppi di lavoro tematici per rielaborare il programma. Ci si incontra, come di consueto, tutti i venerdì alle 19.30  nella sede di Pro.di.Gio., in via Giulio Pastore, e ricordo che gli incontri sono aperti a tutti coloro che vogliono dare un contributo alla stesura del programma”.

 “Le linee-guida – prosegue Gianni Fraccalvieri, uno dei referenti per i rapporti con le parti politiche – servono a Pro.di.Gio. per mettersi in relazione con la città e si basano su due livelli: il primo è riferito a movimenti o associazioni che intendono unirsi a noi; il secondo riguarda la presentazione dei candidati”. Fraccalvieri indica a questo punto i punti cardine delle linee-guida. “Per quanto riguarda il primo livello, per i movimenti o associazioni che vogliono unirsi a noi la data di riferimento, quale termine ultimo, è il 31 gennaio 2019. A movimenti o associazioni chiediamo che ci siano finalità statutarie similari, ad esempio la partecipazione popolare nel determinare gli indirizzi del Movimento,  e decisioni condivise. E ancora, la promozione dello sport con finalità educative, attività sociali, programmazione di spazi per i cittadini a tutti i livelli, e il possesso di un codice etico”. Per Pro.di.Gio. “condizioni irrinunciabili – aggiunge Fraccalvieri – sono stabilire insieme il programma di mandato, l’individuazione del candidato sindaco  – Pro.di.Gio. ne ha designato uno che, in caso di adesione di movimenti o associazioni, verrebbe sottoposto al gradimento di tutti – e infine una verifica a metà mandato, in caso di successo elettorale, del raggiungimento degli obiettivi prefissati”.

La scelta delle candidature, secondo livello delle linee-guida, non potrà prescindere “dalla consapevolezza del compito delicato da ricoprire – spiega Fraccalvieri – dalla necessità di dedicare molto tempo a questo e dal rispetto dei ruoli”. Quanto alle caratteristiche dei candidati, “il sindaco dovrà avere capacità di gestire questo ruolo e carica umana, gli assessori – proposti dal sindaco o dai soci dei movimenti – dovranno essere figure preparate, mentre i consiglieri comunali dovranno essere indicati dai movimenti, essere soci e soprattutto buoni cittadini”.

“Il percorso di Pro.di.Gio., iniziato tanti anni fa – conclude Anna Maria Longo, anche lei referente del Movimento per i rapporti con le parti politiche – non ha mai avuto pause. Il Movimento ha fatto per due anni esperienza di amministrazione e, caduta la giunta Lucilla, si è rimboccato le maniche ed ha ripreso il lavoro. Per noi le priorità della città balzano agli occhi ogni giorno, mentre c’è chi allestisce gazebo per capire ancora quali siano queste priorità e chi invece sta ancora pensando a come mettersi insieme ma non so se troverà il tempo per mettere su un programma. Noi – conclude Longo – restiamo fedeli al nostro progetto: la nostra onestà è riconosciuta, e penso che siano emerse in questi due anni anche le nostre capacità”.

– Clicca »qui« per rivedere la presentazione
– Clicca »qui« per le linee guida del Movimento Pro.di.Gio. relative alla presentazione di candidature per le elezioni comunali 2019
– Clicca »qui« per le linee guida del Movimento Pro.di.Gio. relative ad accordi elettorali con altri movimenti civici
Movimento Pro.di.Gio.

Progetti di Gioia