BANDO TRIBUTI. ARRIVA L’APPELLO DI GIOIA2024

municipio palazzo san domenico

Umberto Postiglione Parte da Gioia2024, movimento politico da poco entrato nell’agone cittadino, la proposta di riunire tutte le forse politiche, al di là di ideologie e colori, per chiedere con forza ed uniti per il bene della città al Commissario Umberto Postiglione di modificare il bando di esternalizzazione dei tributi per il prossimo quinquennio in scadenza il 19 settembre prossimo.

Un invito “anticipato” attraverso i social tramite un appello di Filippo Speranza alle forze politiche di tutti i partiti e movimenti.

Il 7 agosto, inoltre, a pochi giorni dalla pubblicazione del bando, il movimento aveva protocollato un primo documento nel quale richiedeva un intervento in merito, ma a cui non è mai stata data risposta.

Tra le soluzioni proposte quella da noi suggerita sin dal 10 agosto scorso, di ridurre a due anni il periodo di esternalizzazione, in modo da consentire alle forze politiche che governeranno Gioia dal prossimo maggio di intervenire per migliorare il servizio e ridurre i costi, riportandolo all’interno del Comune, magari assumendo meno geometri-ingegneri (la programmazione prevede un ulteriore incremento di assunzioni per l’Ufficio tecnico da gennaio 2019, soluzione che potrebbe favorire chi oggi è in posizione utile nelle graduatorie pubblicate in questi giorni sull’albo pretorio) e più ragionieri, economisti e vigili per gli uffici davvero sotto organico.

L’appello sortirà effetto?

-----------------------------------

PER TUTTE LE FORZE POLITICHE

“Il 31 luglio veniva emanato il bando relativo alla assegnazione del ruolo di riscgioia2024ossione dei tributi per i prossimi 5 anni.

Il 7 agosto Gioia2024 protocollava una richiesta di intervento in merito.

Nulla si è mosso e nel mentre sono emersi i disordini gravissimi nei conti della città e relativi alle mancate riscossioni.

Da gioiese sono felice nel vedere molte forze politiche uscire in questi giorni con richieste di incontro col Commissario per cercare di analizzare le possibilità di intervento sul bando.

La situazione è grave e necessità della massima condivisione di intenti su un argomento trasversale e di concreto interesse per noi tutti.

Gioia2024 chiama tutte le forze politiche di Gioia, nessuna esclusa, a sottoscrivere un documento unitario nel quale, mi ripeto, tutte le forze politiche assieme, chiedono un sereno incontro corale con il commissario al fine di valutare quanto meno la riduzione del periodo di assegnazione del ruolo da 5 a 2 anni.

È questo un atto di valore che antepone il bene comune alle bandiere, agli schieramenti in perfetta sintonia con quanto facciamo da sempre... Unire la comunità sui temi essenziali e trasversali.

Siamo certi che tutte le forze politiche aderiranno a questa chiamata per Gioia e rapidamente dato che il termine ultimo per rinegoziare sarà il 19 settembre. Non facciamo campagna elettorale ma facciamo qualcosa di buono per la città prima delle elezioni.

Tifiamo tutti assieme Gioia”.

Filippo Speranza - Gioia2024