Giovedì 21 Giugno 2018
   
Text Size

Statuto comunale. La proposta della coalizione “Un impegno…in Comune”

un impegno in comune

Commenti  

 
#3 DAParadiso 2018-03-12 00:27
E basta!! gira e rigira la colpa ricade sempre su De Rosa e Zileni. Cosa diavolo centra l'approvazione dello statuto con le ingenti risorse che dovrebbe aggiudicarsi il Comune legati a bandi già vinti?? Tanti cittadini si chiedono: Chi teledirige il linciaggio dei due consiglieri?? Tanto non si dimetteranno mai!!. I cittadini gioiesi li hanno votati. I voti conseguiti dalla lista PRODIGIO sono stati circa 1600, tolti circa 580 voti conseguiti dai due consiglieri, al movimento PRODIGIO, con circa 1100 voti gli sarebbero stati assegnati solo tre consiglieri compreso il premio di maggioranza. Il "Direttore di orchestra occulto", evitasse di continuare a far attaccare, tramite anonimi, De Rosa e Zileni perché, a suo dire, avrebbero tradito lo pseudo codice etico."Chi è causa del suo male pianga se stesso". Cari signori di PRODIGIO, avete voluto stravincere.....senza vincere (5 a 2) a discapito dei veri vincitori di SeP.......ora pedalate e cith!!. Signori PRODIGINI imparate a governare con tanta ma tanta umiltà. Un ultimo consiglio non richiesto: i numeri in consiglio comunale li avete.....non svegliate il can che dorme. Con sempre immutata fiducia....ma anche criticando la vostra supponenza vi auguro buon lavoro.
 
 
#2 aldino 2018-03-11 10:38
Se fossi io un componente dell'Amministrazione, lascerei perdere l'approvazione dello Statuto, farei perdere a Gioia tutti i bandi e quindi niente soldi, dopodichè convincerei tutta la giunta a dare le dimissioni e lascerei Gioia, con tutti i suoi problemi compreso bilancio, buche stradali, prima al Commissario e poi in mano ad Antonicelli, Gallo, Paradiso, Mastrangelo, ai i due paladini Lamanna e Capano, a De Rosa confidando sulla sua serietà, e a Zileni affidandolo ai dipendenti comunali che sicuramente, lo staranno aspettando, per ringraziarlo della sua tanto enfatizzatarivoluzione digitale fantasma. la mossa finale poi sarebbe quello di vedere nei banchi dell'opposizione, Lucilla e Cuscito. sai che spada di Damocle sul collo, sarebbe quella presenza tra i banchi? ho questo sogno, un sogno da regalare ai gioiesi a quelli che si fanno infinocchiare da chi sposta il problema molto serio dello Statuto Comunale e parla invece di buche dimenticando che quelle voragini sono state provocate proprio dai loro amici che nonostante abbiano scialacquato un vero patrimonio per appaltare il lavoro al manto stradale, consapevolmente hanno lasciato ai cittadini lo sbriciolamento al pasto dell'asfalto duraturo, bilanci dissestati, niente soldi e sopratutto molte molte molte chiacchiere su FB. A proposito di chiacchiere leggo spesso sui giornali articoli di -opinionisti de noantri- che sarebbero veramente in grado di rispondere alla domanda" FAI IL NOME CHI HA FATTO PIU' DI 200 COMMISSIONI?" che sorpresa sarebbe conoscere il nome.
per questo personaggio, sarebbe la ciliegina sulla torta e poi mi raccomando mandatelo ad amministrare!
 
 
#1 Giuseppe A. 2018-03-10 07:36
Proposta intelligente volta a dotare Gioia di strumenti indispensabili per potere organizzarsi al meglio e restare al passo coi tempi. Sarebbe un grave danno per i gioiesi se questo Statuto fosse ostaggio dei due voltagiacchetta. Si potrebbero finanche perdere dei soldi, ingenti, legati a bandi gia' vinti ma che la NON approvazione dello statuto in tempi stretti farebbe perdere!
Effettivamente non capisco il gioco di Zileni e De Rosa, prima professano il bene per il paese e poi lo affossano. Sembrano essere guidati solo dall'odio.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI