Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

PRO.DI.GIO. RISPONDE AI DUE CONSIGLIERI. “DIMETTETEVI”

coordinamento prodigio

Commenti  

 
#25 Ragazzo97 2017-11-08 13:43
Personalmente, penso sia una vera e propria follia sottolineare ed accusare i due ex consiglieri di maggioranza di aver violato il codice etico del suddetto partito PRO.DI.GIO; richiamando quasi una sorta di vincolo di mandato ed evidenti limitazioni della libertà di pensiero ed idee circoscritte esclusivamente alle "linee guide" imposte daun regime di democrazia interna al partito, mi auguro. Uno dei pilastri del nostro costituzionalismo è sicuramente la libertà di rappresentare il proprio elettorato come meglio lo si crede, perciò ad di là delle logiche interne al partito è sicuramente una piena facoltà dei due consiglieri quella di estraniarsi da una maggioranza che evidentemente si ritrova ad essere inconcludente oltre che incompetente e per di più sta perdendo quella fiducia incontrastata che popolo gioiose aveva riposto in loro al tempo delle elezioni comunali. Che poi la scelta di "appoggiarsi" ad un gruppo misto può essere sicuramente collegata a vecchie medotologie politiche è certamente discutibile e lampante; ma ciò non toglie che il due consiglieri hanno il diritto di "proteggere" in un certo qual modo il proprio elettorato anche, come in questo caso abbandonando il proprio partito politico di rappresentanza. Perché anche con la dovuta riconoscenza ad un movimento politico che ha permesso ai due consiglieri la candidatura nelll'attuale coalizione di maggioranza, bisognerebbe ricordare che mai come nelle elezioni comunali sono i volti e le personalità dei candidati che "portano i voti" sopratutto quando si parla di un movimento politico locale che per quanto può esprimere idee innovative e linee guida ben precise è ancora lontano dalle logiche dei grandi partiti di rilevanza nazionale che garantiscono consensi anche al di là dei "personaggi" che propongono.
 
 
#24 Aldo 2017-11-07 21:03
Lucilla,al contrario dell'ex vicesindaco, e' una persona che ha sempre messo la faccia in ogni singola battaglia che ha combattuto.
 
 
#23 EX EX EX 2017-11-07 17:49
L'ex Vicesindaco, al contrario di Lucilla, era rimasto inchiodato alla poltrona. Non dimentichiamolo. Grazie a lui non si e' potuto andare al voto molto prima!
La poltrona, ora, se la puo' solo vedere in sogno. E se anche si candidasse, sono sicuro che giammai riuscirebbe ad essere eletto!
 
 
#22 Aldino 2017-11-07 16:19
pare che un importante componente della Città Metropolitana, abbia chiesto al sindaco Lucilla di ritirare le dimissioni.
 
 
#21 Populista 2017-11-07 09:55
E'il solito modo di fare di chi reclama democrazia fino alla paranoia, quello di ricattare qualunque maggioranza eletta "DEMOCRATICAMENTE". E'ora di svegliarsi e capire che le dittature esistono anche sotto i regimi democratici,...cambia solo "la facciata".
 
 
#20 pulcinella 2017-11-07 08:33
#Veritiero - Non mi sembra corretto fare satira e ironia a danno del vecchio vicesindaco. Ormai è stato cancellato dalla scena politica di Gioia, a cosa servono più questi commenti.......?
 
 
#19 Veritiero 2017-11-06 18:07
Rivoglio il vecchio vicesindaco, come sindaco questa volta. Gia' come Vicesindaco di Povia gioia era rinata. La mensa scolastica massimo la fine di novembre era attiva! Le buche per le strade erano pochissime. Gli ascensori sulla via di santeramo erano li' per essere costruiti. Progetti su progetti. Eravamo invidiati. C'erano feste e sagre, e tutti contenti
 
 
#18 Vanni 2017-11-06 18:02
LUCILLA RIPENSACI. DOPO DI TE, IL DILUVIO!
 
 
#17 Leo 2017-11-06 18:00
Ma Derosa cosa ha fatto in 500 giorni, chiedeva il vicesindaco? 10 giorni sono passati ma il Derosa ancora non risponde!
 
 
#16 Basito 2017-11-06 17:58
Tutti a casa subito avete fallito!
 
 
#15 marco 2017-11-06 17:07
Ma davvero quelli di Prodigio credono che i patti sottoscritti, gli statuti, i codici etici, abbiano un valore per chi ha in mente solo le poltrone e il proprio interesse? Ingenui! La politica è ben altra roba. E’ giusto che andiate a casa se non avete voglia di diventare come i due signori consiglieri!
 
 
#14 Uffa 2017-11-06 15:37
Credo che si sta scherzando col fuoco. Gioia del Colle è attraversata da intrecci d'affari, e c'è chi dice malaffari, che fanno gola a molti. Sono d'accordo con chi pensa a personaggi pupari che hanno bisogno di una amministrazione compiacente. Questa (ex?) maggioranza invece dà fastidio e quindi va eliminata. Però non c'è nessuna alternativa possibile, neppure tra chi si è intestato il titolo di opposizione. Quindi se ai pupari riuscirà di liquidare la giunta Lucilla, il destino del paese è lo sbando. Ai pupari non interessa, perché a loro interessano gli affari, non il paese. Ma davvero vi sembra che ci sia in giro un personaggio in grado di fare il sindaco? Oppure una coalizione di persone capaci e integerrime al tempo stesso? Io non ne vedo, tra i soliti noti. Quantomeno non in grado di raccogliere voti. Quindi il rischio è serio. Se riusciranno a far fuori questa amministrazione perché si mette di traverso ai pupari, avremo una amministrazione fantasma, o peggio fantoccio.
 
 
#13 permissivo 2017-11-06 15:35
non credo al signor da paradiso che scrive del contributo dato da De Rosa come capogruppo, ma credo invece a quanto detto in conferenza stampa dal Vice sindaco e cioè che non c'è nessun atto che attesti il lavoro fatto dal consigliere in 500 giorni. Ho notato che da un bel po' il signor da paradiso è molto nervoso e penso non possa essere sereno nei suoi giudizi. Oggi infatti chiama i suoi ex amici di Sep, sfigati!
 
 
#12 remeber 2017-11-06 11:43
Siamo tornati al ventennio minacce e linciaggi che vergogna ANDIAMO A VOTARE SUBITO se questo e' il nuovo............
 
 
#11 LINGUAGLOSSA 2017-11-06 10:32
Una lettera....che serve a nascondere la loro cronica incapacità di gestire le relazioni all'interno del loro gruppo ! E' tipico di chi ha pochi argomenti per giustificare questo fallimento politico, per le loro grosse carenze nella governance del movimento e della coalizione tutta (visto che la coalizione è completamente nelle mani degli umori di Prodigio), attaccare i due consiglieri stessi con accuse spesso pretestuose e strumentali senza invece difendersi dalle eccezioni, in buona parte veritiere, dei consiglieri De Rosa e dei Zileni ! Invece, adesso, di ammansire gli umori dei due fuoriusciti, li peggiorano, pur sapendo che loro non si dimetteranno mai e che comunque daranno un appoggio fattivo all'azione amministrativa qualora i gli amministratori stessi ritroveranno la capacità (comunque mai avuta) di negoziare e approfondire le proposte dei due. Una lettera miope, aggiungo, anche a livello giuridico, perchè non c'è statuto che tenga sul vincolo di mandato perchè il vincolo di mandato è palesemente INCOSTITUZIONALE !
 
 
#10 MIKI 2017-11-06 08:57
Cara Direzione al ballottaggio Lucilla ha preso li stessi voti portati da De Rosa e compani, altimenti col cavolo otteneva quel consenso...cerchiamo di essere onesti e obbiettivi e non andare dove tira il vento..saluti

La Redazione
Al ballottaggio la coalizione che appoggiava Lucilla ottenne 9.629 voti, più del doppio di quelli ottenuti al primo turno. A differenza di Gallo le cui preferenze scesero da oltre 5100 a 4.581. Quindi il contributo di De Rosa e compagni fu sicuramente positivo ma non determinante per l'elezione del suo sindaco. La verità storica bisogna raccontarla per intero, con onestà intellettuale, diceva qualcuno, ma anche con dati alla mano. "Senza andare dove il vento tira....".
Saluti.
 
 
#9 Marco 2017-11-06 07:32
Derosa e Zileni attaccati alla poltrona.
Hanno tradito i loro stessi principi
 
 
#8 luciano 2017-11-06 07:25
giusta la richiesta di Prodigio, Zileni e De Rosa devono dimettersi e fare in modo che altri due possano prendere il loro posto in consiglio comunale e garantire la sopravvivenza sicura di questa amministrazione. il gruppo misto definito giustamente gruppo comodo nella conferenza stampa, è una iattura per il paese. lo questi due che sembravano una risorsa si sono rivelati opportunisti e attaccati alla poltrona.
Penso che Zileni sia stato trascinato da De Rosa in questa brutta situazione. ora il tempo sta per scadere e quindj Zileni dovrebbe tentare di rientrare nell'amministrazione e riprendere a fare il suo lavoro. un discorso a parte merita De Rosa che pur decantando le sue capacità non ne ha messe in atto nessuna. Zileni
ti ripeto che per il bene del nostro paese o rientri o dimettiti solo così puoi confermare il buon nome che ti ritrovi.
 
 
#7 Nicola Zingaretti 2017-11-06 02:01
Lucilla dimettiti non sei capace di fare il sindaco
 
 
#6 Onestà 2017-11-05 23:12
Che i due consiglieri abbiamo preso una decisione giusta o sbagliata che sia non si discute, ma se il sindaco si è dimesso per far paura (a chi) non si può sentire.
Mantieni le dimissioni se vuoi veramente far fuori de rosa, tanto si è capito che ormai è guerra interna.
Ma occhio a ritirarle perché altri due consiglieri stanno solo aspettando il momento per farti fuori.
4 novembre assenti ingiustificati
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI