Sabato 18 Novembre 2017
   
Text Size

SCUOLA MEDIA LOSAPIO. CI SONO MISTERI IRRISOLTI?

21993078_1522750487748426_170014995791011742_o

21766732_1523684354321706_5606282087705895660_n

Commenti  

 
#12 Matteo Mezzarecchia 2017-10-01 19:21
Frequentatore, quanta ignoranza nel tuo commento.
Se pensi possano esserci "interessi anche forse personali", altro non devi fare che denunciare.
 
 
#11 Frequentatore 2017-10-01 18:55
#10 Franceschino: povero ignorante, sappi, che oggi giorno, ciò che non è a norma, la si può armonizzare ai dettami delle leggi e rendere fruibili tutti gli spazi da persone diversamente abili e da persone normodotate.
BASTA VOLERLO. Ma siccome ci sono interessi forse anche personali, allora tutto viene dismesso per poi scoprire che all'improvviso, che quella struttura, è ritornata a norma.
Come comportarsi in queste situazioni, QUESTA AMMINISTRAZIONE; LO HA IMPARATO IMMEDIATAMENTE: Contrariamente a come gestire al meglio la città.

La Redazione
Ritornata a norma? E come, quando? Interessi personali? Di chi se la stessa struttura, si sostiene, sarà adibita a biblioteca, pubblica? Biblioteca che oggi sarebbe al suo posto se "qualcuno", a suo tempo, avesse fatto il suo dovere di amministratore della cosa pubblica, anzichè spendere soldi a suo piacimento, creando beghe legali. Il passato bisogna ricordarselo sempre, non solo quando conviene.
Saluti
 
 
#10 franceschino 2017-10-01 00:16
Dite ai bottegai che la Losapio non e' a norma.
 
 
#9 Uomodellastrada 2017-09-30 12:43
Cari pitiari di aghi e spilli, il mistero è che la scuola Losapio non è a norma
Ooojh ho svelato il mistero????
 
 
#8 pulcinella 2017-09-29 09:52
A Gioia chiudono le imprese, i negozi, diminuisce il reddito pro capite e aumentano le famiglie in serie difficoltà. La cultura langue in un provincialismo da anni cinquanta, come si vede da alcuni scomposti commenti. L'integrazione dei tanti migranti, lontana da soluzioni accettabili, divide le opinioni dei cittadini tra buonismo a tutti i costi e becera intolleranza. E con tutto ciò si fanno ancora improbabili battaglie di retroguardia! Suvvia, da che mondo e mondo gli anziani devono distinguersi per saggezza e pacatezza. Diamoci una regolata e pensiamo alle cose serie.
 
 
#7 Uffa 2017-09-29 09:42
Come volevasi dimostrare...
 
 
#6 LINGUAGLOSSA 2017-09-29 08:44
Per i nostalgici della Losapio : provate ad ascoltare i ragazzi che adesso sono in altro plesso rispetto a quella baracca fatiscente di Piazza Umberto ! Tra l'altro giusto per sventare questo tentativo di sublime disinformazione, si sa già che il sito è stato reso solamente provvisoriamente, appoggio logistico per la distribuzione delle pattumelle ( non dei bidoni della monnezza ), per poi diventarne una vera e propria biblioteca ! La bottega è composta da personaggi tristi che.... si trastullano con queste polemiche.....!
 
 
#5 F. Giannini 2017-09-28 22:04
Spero che alla fine dell'intervento del prof. Rocco Fasano sia dato spazio a qualche intervento.
Vorrei intervenire e prendermi la responsabilità del trasferimento della Losapio e spiegarne le motivazioni, mettendo al bando inutili speculazioni sulla vicenda, come se non ci fossero altri problemi ben più gravi che affliggono Gioia, problemi ben più seri di cui parlare per trovarne la soluzione.
 
 
#4 DAParadiso 2017-09-28 20:19
X uffa- uno che cerca di impartire lezioni di comportamento nascondendosi dietro L'ANONIMATO. Chi sei?? Insieme al Prof. ROCCO FASANO, sono stato uno dei grandi sostenitori di questa coalizione Però caro SIg. NESSUNO, dopo circa un anno e mezzo di confusione, ci mancava anche questa brutta storia: il palazzo storico DELLL'ABATE PAOLO LOSAPIO associato ai bidoni dei rifiuti. Povera cultura.....ah se il GRANDE CANTORE ISTORICO POETICO potesse rivivere e tornare a narrare "sulle vicende di GIOJA IN BARI" DETTA ANCHE LIVIA"??? Forse riscriverebbe la storia di LIVJA immaginando una lunga fila di "colerosi" privi di cultura e storia. Caro sig. uffa, il tifo si fa allo stadio. Per concludere: fai male alla causa blaterando "tutto va bene madama la marchesa" , ROCCO FASANO invece semina cultura ed è sempre un piacere ascoltarlo. Con riferimento alla passerella... la fanno coloro che si nascondono dietro l'anonimato cioè gli IGNAVI "coloro che non fur mai vivi". Fuori dal Palazzo S. Domenico i cattivi "CONSIGLIORI".
 
 
#3 Pulpito malato 2017-09-28 18:46
......chiedetelo a Paradiso, da sempre sulla scena politica. la scuola. cadeva a pezzi e mó cercano il mistero.il mistero é quello che non accettano il fallimento e sono ancora lì......
 
 
#2 Giovanni Addabbo 2017-09-28 18:04
Agli amici della "La Bottega" dico: Possibile che a Gioia non ci siano altri argomenti per fare "politica"?
Eppure di problematiche ce ne sono tante, ci affanniamo a cercare chi può essere il più bello/a del reame e ci sfugge di notare il vuoto politico che ci circonda.
 
 
#1 Uffa 2017-09-28 14:35
Ma non c'è già stato un evento con la partecipazione di Rocco Fasano sullo stesso argomento? Con quale risultato, oltre alla passerella? Possibile che il nostro paese non riesca a guardare avanti, sempre invece indietro? Che altro si vorrà riesumare, in futuro? Con raccapriccio penso che non sarà difficile, alle prossime elezioni, veder riesumare personaggi del passato. E non mi riferisco solo ai clamorosamente sconfitti delle ultime elezioni comunali. Anche a quelli sconfitti dalla pubblica opinione, già prima delle elezioni. E quando si porrà mano ai veri e profondi guai del paese? Una città che muore, e neppure questa pur onesta amministrazione riesce ad arrestare il declino. Perché? Dove sono le sacche di resistenza al cambiamento? Nell'interesse di chi? Alla ribalta ci sono sempre gli stessi nomi da decenni, l'intellighenzia del paese. Ma visti i risultati, non è legittimo il pensiero che sia una intellighenzia che ha fallito? Una classe dirigente (palese o occulta) si giudica dai risultati. Quali sono? Allora piuttosto che ai "misteri" eleusini della Losapio, perché qualcuno non prova a rispondere a queste domande? Oppure, quantomeno, a porle! Sebbene scomode, sono necessarie per uno straccio di futuro del paese.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI