Martedì 12 Novembre 2019
   
Text Size

DITE LA VOSTRA SUL “NUOVO LOOK DI PIAZZA UMBERTO I”(?)

000_1175.jpg1

000_1176.jpg2Per il 150° anniversario della Spedizione dei Mille “il Giardino di Garibaldi” trova il look più adatto alle celebrazioni per l’Unità d’Italia.

Ho voluto dare lustro al giardino che più ricorda il risorgimento - dice il Sindaco Piero Longo - cambiando le panchine, etc. tra le aiuole che affiancano la statua di Giuseppe Garibaldi”.

Mercoledì 5 maggio 2010, ricorrendo il 150° anniversario della partenza da Quarto di Garibaldi e dell’inizio della Spedizione dei Mille, lo spazio verde con nuovi fiori e nuove panchine sarà pienamente 000_1177fruibile da parte del pubblico”.

Questi i contenuti di un comunicato pervenutoci dall’Ufficio Stampa del Comune di Gioia del Colle.

Ma cosa c’è di realmente nuovo o cambiato rispetto al passato? Era necessario preparare un comunicato stampa per evidenziarlo? Dite la vostra.

Commenti  

 
#4 enzo cuscito 2010-05-06 21:29
E’ inquietante il modo con cui Pietro Longo usi le “parole” quando deve comunicare un’iniziativa, un’esperienza amministrativa, un evento.
L’impressione, è che abbia poca dimestichezza con le stesse (le “parole”) e con la verità insita in esse. Non so se per scarsa conoscenza o per una precisa strategia di propaganda. Stando a questo comunicato, io comincio, preoccupandomi, a credere alla prima ipotesi.
Che senso ha infatti utilizzare la parola “lustro” per un’iniziativa che ha comportato delle plumbee colate di cemento, delle panchine obsolete (a proposito, da dove vengono queste vecchie panchine usate?) e qualche pianticella già rinsecchita (qualcuno potrebbe anche annaffiarle!)?
Che senso ha utilizzare Garibaldi, l’Unità d’Italia, il Risorgimento per un’operazione tanto misera, insignificante e ordinaria?
“Si è quello che si dà”, scriveva Ignazio Silone in “Vino e pane”.
Se questo è tutto ciò che Pietro Longo riesce a dare alla città, allora siamo di fronte ad un Sindaco che, domani, non sarà additato come “migliore” o “peggiore” di altri. Non sarà additato e basta. Perché nessuno avrà motivi per ricordarsene.
L’ultimo consiglio, almeno per salvare la faccia, rimane quello di tornare a studiare le “parole”, la loro storia, la loro anima, il loro uso, delicato e rispettoso della loro essenza.
Enzo Cuscito
 
 
#3 Mattone 2010-05-06 02:15
Se spargere un po' di cemento sulla piazza vuol dire "dar lustro", credo proprio che abbiano una cognizione sbagliata del bello lassù!
 
 
#2 redazione 2010-05-05 16:15
cogliamo la precisazione, anche se la stessa piazza, strano ma vero, è meglio conosciuta proprio come piazza Garibaldi.
 
 
#1 Ursula 2010-05-05 16:02
Dico che va bene....ma che si chiama Piazza Umberto I....
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.