Aggiornamento Covid-19. Anche a Gioia positivi in netto aumento

POSITIVI CORONAVIRUS

CORONAVIRUS AGGIORNAMENTISulla scorta dell'ultimo bollettino pervenuto dalla Prefettura di Bari, a Gioia del Colle, 204 cittadini (+141 rispetto al dato rilevato il 10 giugno) sono positivi al Covid-19.(*)

In base all'ultimo report settimanale dell'Asl Bari, il n.68, dal 13 al 19 giugno 2022, nella nostra città si è registrato un dato relativo all'incidenza pari a 523,7 nuovi casi per 100.000 abitanti (la media sul territorio provinciale è 369,4), a fronte di un evidente stallo nelle vaccinazioni, ormai da mesi bloccati più o meno sugli stessi numeri e sulle stesse percentuali.

(*) Nonostante ciò i dovuti controlli sul rispetto delle norme di isolamento latitano così come gli ulteriori dati che per trasparenza amministrativa andrebbero comunicati, sempre chiesti e mai pubblicati. Come il numero totale dei positivi riscontrati nel nostro comune, il totale dei guariti e degli eventuali decessi e dei tamponi effettuati. Oltre a quanti positivi sono attualmente ricoverati nelle strutture ospedaliere preposte. Questi dati quando saranno resi pubblici?

Aumenti confermati anche dalla Fondazione GIMBE che nel suo ultimo monitoraggio rileva “nella settimana 15-21 giugno, un netto aumento dei nuovi casi (255.442) in tutte le Regioni italiane. In 105 Province si registra un incremento percentuale dei nuovi casi, l’incidenza supera i 500 casi per 100.000 abitanti in 16 Province. In crescita gli indicatori ospedalieri con l’area medica che segna un incremento di oltre 700 posti letto COVID in 10 giorni. Calano i decessi (-19%).

Ferme le percentuali di chi ha ricevuto almeno una dose di vaccino (88,1% della platea) e di chi ha completato il ciclo vaccinale (86,6% della platea). Sono 6,85 milioni i non vaccinati, di cui 2,82 milioni di guariti protetti solo temporaneamente. 7,98 milioni di persone non hanno ancora ricevuto la terza dose, di cui 2,47 di guariti che non possono riceverla nell’immediato. Nette differenze regionali per la copertura con quarte dosi degli immunocompromessi e degli altri fragili. La diffusione delle varianti BA.4 e BA.5 ha contribuito ad una netta ripresa della circolazione virale con effetti già evidenti sugli ospedali: fondamentale indossare le mascherine nei luoghi al chiuso e potenziare la campagna vaccinale”.