GIOVANE STUDENTE AGGREDITO DA TRE RAGAZZINI MAROCCHINI

aggressione-marocchini

436828-studentiUno studente, V. F., è stato assalito e malmenato alle ore 12.45 di oggi, da tre ragazzi marocchini mentre si avviava con due compagne di classe M. F. e C. S. verso la scuola San Filippo Neri.

Il ragazzo è stato aggredito in via Speranza, mentre era di ritorno dal Liceo scientifico R. Canudo, che frequenta, essendo iscritto al secondo anno.

Uno dei tre ragazzi di origine marocchina residenti a Gioia, senza alcun apparente motivo, ha iniziato a spintonarlo, prendendo la rincorsa e colpendolo alle spalle, per poi tirare calci allo zaino.

Lo studente inizialmente non ha reagito, stupito da una così inaudita ed inaspettata provocazione. Il marocchino, non soddisfatto, ha continuato a spintonarlo ed offenderlo. Uno dei aggressionesuoi “amici”, notando che lo studente stava tentando di difendersi, si è avvicinato e dopo aver pronunciato alcune parole “… che noi siamo la mafia…” lo ha colpito al volto e malmenato, tirando ancora calci.

L’aggressione stava trasformandosi in impari rissa, quando una delle due studentesse ha chiamato aiuto, incitando i tre marocchini (uno dei quali conosciuto nel quartiere) ad andar via e lasciarli in pace.

Essendo in pcarabinieri_210rossimità dell’abitazione della studentessa M. F., le grida hanno attirato l’attenzione del fratello della ragazza, che ha fatto rifugiare nell’atrio del portone di casa i tre studenti, per poi riaccompagnare il povero ragazzo malmenato e dolorante, con una evidente ecchimosi sul volto e lividi sul corpo, da sua madre.

Un episodio di bullismo inspiegabile e inaudibile, la cui dinamica, raccontata dai diretti interessati, lascia sbalorditi e senza parole.

Ci si augura che le forze dell’ordine facciano piena chiarezza, su questa vicenda, per evitare una probabile rappresaglia dei giovani locali, con conseguente ed ulteriore escalation degenerativa nei rapporti tra le varie etnie presenti sul territorio.