Rifiuti sotto l’albero di fico. Delle storie vanno raccontate…

117761623-321967149160348-3340759182706989755-n

117716995-2427941524174300-3104087863607658980-nPresso il palazzetto della nostra città son stati ritrovati moltissimi rifiuti di diversa provenienza molti dei quali sarebbero potuti servire per altri utilizzi o riciclati. Un tripudio di plastica, vetro, metallo e materiali vari lasciati lì a marcire. Suppongo non sia nulla di nuovo per la maggior parte di noi, lo si vede ovunque a Gioia e specialmente nelle campagne, i luoghi che più di tutti dovrebbero essere protetti.

Ma quale è il problema dei rifiuti? Quali sono le motivazioni per cui dovremmo un po’ di più prenderci cura dell’ambiente?

La spazzatura lasciata sui bordi della strada, nelle piazze, nelle stradine può facilitare la diffusione di malattie perché i rifiuti rappresentano un mezzo per la moltiplicazione dei microrga117723562-301507684454811-7512424678492981764-nnismi. Inoltre, a seconda della natura dei rifiuti questi possono rilasciare sostanze tossiche che danneggiano gli ecosistemi. Uno dei rifiuti che si ritrova maggiormente per le strade sono i mozziconi di sigarette che contengono sostanze tossiche come nicotina, benzene, gas tossici quali ammoniaca e acido cianidrico e composti radioattivi come polonio-210.

I mozziconi di sigarette sono dunque un elemento molto inquinante per il suolo, l’acqua e il nostro organismo. Uno studio effettuato nel 2019 dall’Università di Anglia Ruskin ha riscontrato che le sostanze presenti nei mozziconi di sigarette riducono il successo della germinazione di semi e dello sviluppo delle piante.

Un’altra tipologia di rifiuti in cui ci si può frequentemente imbattere sono oggetti di materiale plastico altrettanto pericolosi per la flora, la fauna e le falde117770486-224776598808588-3226278971755639149-n acquifere con eventuali conseguenze sulla salute umana. La plastica è uno dei materiali più resistenti sulla terra ed è creato per durare - dura oltre 400 anni nell’ambiente. Durante il ciclo di vita dei materiali plastici, questi emettono gas serra che contribuiscono al riscaldamento del nostro mondo che sta mettendo in pericolo interi ecosistemi e popolazioni.

Inoltre, moltissimi dei rifiuti ritrovati sotto quel bellissimo albero di fico potrebbero essere riutilizzati o riciclati. Per esempio boccioni da 3 litri di vino abbandonati possono essere riutilizzati per comprare vino sfuso o vasetti di vetro possono essere riutilizzati per conserve o altri alimenti secchi. Riutilizzare quello che già abbiamo è molto importante per non contribui117659488-352362509497209-9102365402349655744-nre allo spreco delle risorse di combustibili fossili e per ridurre le emissioni legate ai consumi individuali.

E poi, diciamocela tutta, non è più bella una città con meno immondizia in mezzo alla strada?

Il rispetto dei luoghi comuni significa amare la propria famiglia prima di tutto, lasciare un futuro migliore per i nostri figli e nipoti.

Cosa si può fare quindi per quel luogo così devastato? In cantiere c’è un’idea: un’azione di volontariato per ripulire quel luogo e in futuro altri luoghi a Gioia del Colle in diversi quartieri coinvolgendo la cittadinanza attivamente.

Ma poi voi mi dite: “le persone non cambiano e se noi puliamo poi loro sporcano di nuovo” - io invece rispondo che - “Le cose stanno cambiando e noi cambiamo attraverso loro. Gli atti di sensibilizzazione possono promuovere una partecipazione attiva della cittadinanza che con atti concreti può fare la differenza”.