Monta la protesta, il degrado e i pericoli di via don Vito Marotta

proteste via don marotta

proteste via don marotta Cresce la protesta dei residenti in via don Vito Marotta, all’altezza del deposito di Favale imballaggi, alle spalle della Coop, quartiere della città che versa in condizioni di grande disagio a seguito dell’inciviltà di pochi e dell’indifferenza delle istituzioni.

A ridosso del deposito, in un’area dismessa, quotidianamente vengono lasciati rifiuti di ogni tipo, con la complicità di una illuminazione inesistente che rende il luogo un posto ideale non solo per le coppiette in cerca di intimità, ma anche per tossici e per chi, non potendo conferire regolarmente i rifiuti, ha allestito in quel luogo la propria personale discarica.

“Quando i rifiuti aumentano, è davvero intollerabile sopportarne il lezzo e il degrado, perciò armproteste via don marottaandomi di guanti e sacchi raccolgo quel che lasciano in giro...”

Per chi come la signora V.B. risiede in questa zona ed è dotata di spiccato senso civico, dedicare parte del proprio tempo libero a tener pulita la zona in cui vive è un gesto apprezzabile oltre che non dovuto, avendo più volte segnalato il problema alle istituzioni. Ma al disagio di recente si è aggiunto un ulteriore pericolo.

“L’altro giorno mentre raccoglievo i rifiuti, sono stata aggredita da un branco di cani randagi ed ho avuto davvero paura…!” confessa la signora che a conferma e testimonianza di quanto accaduto, ha scattato alcune foto in cui si vedono i sacchi abbproteste via don marottaandonati ed i cani attratti dai rifiuti.

Eppure basterebbe poco… basterebbe illuminare quella zona con un lampione, e già questo potrebbe dissuadere chi la sporca. Se poi si piazzassero delle telecamere, il problema sarebbe risolto. Noi residenti abbiamo provveduto a segnalare il disagio, ma ad oggi non ci sono state date risposte.”

E tenendo conto che chi risiede in questo quartiere ha investito non poco, che l’illuminazione ed i servizi di raccolta rifiuti - anche quelli conferiti anonimamente per strada - vengano garantiti, è davvero il minimo cui si debba ottemperare.

Si auspica, pertanto, un pronto intervento ed una risoluzione del problema.