SPICCHIO VERDE: LA RACCOLTA DEI RIFIUTI DIVENTA ARTE

relazione-arianna-morgese_pp

rifiuti_cassonetti_pieniL’emergenza rifiuti torna ad affliggere la popolazione. Questo, in sintesi, il messaggio che i mezzi di comunicazione di massa trasmettono con sempre più insistenza e che i cittadini accolgono con perplessità e sconcerto. La copiosa formazione di rifiuti e l’incapacità di attuarne un corretto smaltimento rappresentano problematiche marcatamente presenti nel nostro Paese.

In occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, la società cooperativa Spicchio Verde, attiva dal 2009 sul territorio gioiese e nata con l’obiettivospicchio_verde di divulgare la cultura della salvaguardia ambientale, della qualità e della sicurezza, diventa project developer e partecipa attivamente all’iniziativa, ideando un’azione volta al riutilizzo dei rifiuti.

intervento-morgeseMarianna Morgese, presidente della cooperativa, annuncia, durante la conferenza stampa tenutasi presso il palazzo municipale il 27 ottobre, di voler coinvolgere l’iraccolta_tappintera collettività in un’azione di raccolta di tappi di plastica, da assemblare, poi, in un mosaico composto da 165 mila pezzi, ossia grande circa 12 metri × 10.

L’obiettivo è quello di educare le nuove generazioni alla corretta differenziazione dei rifiuti e al loro riutilizzo, mediante un “gioco” divertente e originale, di cui tutti, anche i più piccoli, possano essere parte attiva.

L’iniziativa, infatti, oltre che l’amministrazione comunale e gli esercizi pubblici, intervento-sindaco-longomira a coinvolgere anche le scuole, all’interno delle quali sono già partite lezioni di raccolta differenziata e di smaltimento dei rifiuti organici, tenute dalla SPES e da Spicchio Verde.

Il Sindaco Longo appoggia e condivide pienamente il progetto ideato dalla cooperativa e sottolinea come, grazie anche alla forte risposta della cittadinanza gioiese, il nostro Comune occupi il primo posto nella classifica pugliese in fatto di raccolta differenziata. La campagna di sensibilizzazione per l’isolamento dei rifiuti organici ha, infatti, raggiunto il risultato record di 15 tonnellate di sostanze biodegradabili, deposte dai gioiesi secondo i criteri, appunto, della differenziata.61057_107428539316996_107428382650345_60634_1696045_n

Anche al fine di mantenere il risultato raggiunto, Marianna Morgese invita chiunque sia interessato a partecipare al progetto “Non più tappo” a recarsi presso la sede della società cooperativa Spicchio Verde, in Via Giovanni Bovio, venerdì dalle 18,30 alle 20.

L’iscrizione al progetto sarà attestata da un adesivo, che verrà consegnato ai partecipanti e che, esposto, indicherà l’acquisizione dello status di EcoCentro nell’ambito di questa iniziativa.

A una prima raccolta seguirà, il 21 novembre, un’iniziale conta dei tappi, cui se ne potranno aggiungere altri fino al 28 novembre, giornata in cui verrà realizzata la singolare ed ecologica opera d’arte.