SAN VITO: FESTEGGIAMENTI E CORTEO STORICO

san-vito2

locandina-san-vitoIl 15 giugno alle ore 18 il “Corteo Storico Reone Guarnita” partirà dal Castello, proseguirà in Via Bernal, Corso Cavour, Corso Garibaldi, Via Gioberti, Piazza XX Settembre, Via Monte Sannace per ritornare nel piazzale della Chiesa di San Vito Martire alle 21 circa.

Si celebra così il 51° anniversario della costituzione canonica della Parrocchia, con la rievocazione della donazione alla chiesa di “due vigne e mezzo” da parte del ricco possidente Reone Guarnita, così come riportato nel testamento da lui redatto il 14 settembre del 1292.

Una storia “narrata” il 12 giugno dal professor Mario Girardi, cultore di storia locale. Il professore ha studiato attentamente i documenti risalenti a quel periodo, custoditi nella biblioteca provinciale di Bari ed approfondito con sue personali ricerche gli eventi dell’epoca.

Dai suoi studi si evince che il culto di San Vito era molto antico ed altre notizie di estremo interesse storico – ecclesiastico.

Una rievocazione affidata non solo al corteo, ma anche ad un opuscolo dal titolo “Alla ricerca delle radici del culto di san Vito Martire e del Borgo a Gioia del Colle” in formato fumetto, disegnato da Marco Addati, che narra la storia del culto csantinoon immediatezza e semplicità. A corredo una efficace presentazione di Don Vito Campanella, una sintesi storica del professor Girardi e la trascrizione dell’atto di donazione di Reone Guarnita.

La rievocazione di queste origini attraverso il corteo storico – dichiara Don Vito - ha dunque lo scopo di recuperare una tradizione che ha uno spessore ben più consistente rispetto ai ricordi del secolo scorso. Custodire l’integrità della memoria storica assume dunque una forte valenza culturale a salvaguardia dell’identità gioiese.”

L’evento è curato da Don Vito in collaborazione con le “Pro Loco” di Gioia e Casamassima e con il Comune. Tra i figuranti numerosi gioiesi “prestatisi” per l’occasione.

Martedì, 15 giugno alle 8 di mattina, tutti a far colazione acquistando prelibatezze dal “Mercatino del rustico e del dolce”. In serata, a fine corteo, alle 21 circa, pupi fritti e prodotti locali. Ad animare i festeggiamenti musiche popolari e folcloristiche. Infine, alle ore 23, una estrazione a premi concluderà la manifestazione.