RICOSTRUZIONE TRIDIMENSIONALE PALCOSCENICO TEATRO ROSSINI

LABORATORIO

001_5Luogo: Teatro Comunale Rossini di Gioia del Colle! Ed è proprio la ricostruzione del palcoscenico del teatro Rossini l’obiettivo finale del Laboratorio di Scenotecnica che, non a caso, si tiene nello stesso Rossini in questi giorni nella fascia oraria pomeridiana per un totale di 25 ore.

Il laboratorio in questione è l’ultimo dei cinque corsi organizzati dall’associazione culturale Ombre e facente parte della sezione DOSE, MODO E TEMPO DI SOMMINISTRAZIONE del Teatron, il curativo contro l’indifferenza verso il teatro e che sotto la nomenclatura medica nasconde il progetto di formazione teatrale finanziato dalla Regione Puglia e organizzato dall’associazione culturale Ombre.

Al centro del corso vi è, quindi, una delle tre unità aristoteliche: lo spazio! E di conseguenza il riuscire a comprendere appieno il luogo nel quale ci si ritrova a lavorare.

001_2Infatti il corso, articolato in cinque giorni, parte proprio dallo studio dello spazio scenico fino ad arrivare ad una costruzione tridimensionale del modellino del palcoscenico, con anche la realizzazione di elementi scenici.

Entrando nel “cantiere” si trovano i nove partecipanti, guidati con cura e attenzione dal maestro Nicola Curri, scenografo diplomato all’Accademia delle Belle Arti di Bari che attualmente si occupa di restauro presso il Teatro di Corte del Palazzo Reale di Napoli.

Il clima è allegro e vivace di chi con curiosità si spinge verso confini non del tutto conosciuti, verso l’altra faccia del teatro … Ma, di sicuro, non meno importante.

Ciascuno è alle prese con la sua maquette, termine tecnico per indicare la struttura in miniatura del palcoscenico che in questo caso specifico, come si è detto in apertura, è quello del nostro Rossini!

Visita http://picasaweb.google.it/redazionegioianet/ 2010/laboratorio{/gallery}