Martedì 11 Dicembre 2018
   
Text Size

ANTONELLO COSTA & LE DUAL BAND AL ROSSINI

antonellocosta

15 gennaio, ore 21: in scena al Teatro Rossini Antonello Costa & le Dual Band con “A me gn’occhi, please!”

Antonello Costa da vent’anni - praticamente metà del suo percorso di vita - in scena, è di origini siciliane, nasce ad Augusta, la stessa città che ha dato i natali a Fiorello e Corrado Tedeschi.

Maturità classica, scuola di recitazione ed un’innata passione per lo spettacolo.

“A tre anni imitavo mio nonno, mi mettevo la sua “coppola” e camminavo come lui - ricorda Costa - facendo ridere tutta la famiglia. Il primo spettacolino l’ho fatto a sei anni, in colonia, ma è imitando M. Jackson nell’87, all’uscita del suo album “Bad”, che ho scoperto di avere davvero talento!

In “A me gn’occhi, please!” Antonello Costa, parafrasando Gigi Proietti, interpreta se stesso nelle vesti di un giovane comico alla ricerca di un contratto da sogno, sfortunatamente alle prese con un giornalista “schizzato”. Per due ore canta, balla e interpreta Sergio, il re degli esauriti, Don Antonino, lo zio mafioso, Tony Fasano, fissato con gli anni 70, Raffaello Piombo, il cugino povero di Tiziano Ferro, il poeta karaoke, il tanghèro ed altre macchiette del suo vasto repertorio su motivi rivisti e corretti ed omaggi a Charlie Chaplin, Fred Buscaglione, Renato Carosone e Totò, attorniato da due splendide “ballerine”.

Il teatro è il suo primo amore, qui ritrova il meritato successo dopo alcune sia pur esaltanti “sbandate” per la TV, tra le tante ricordiamo “Sabato Italiano, Beato tra le Donne, Buona Domenica e Casa Rai 1”, e passioni più serie per il cinema (da assistente in regia in “Fratelli Coltelli” a protagonista nella “Cavalleria Rusticana” di Puglisi e in “2061, un anno eccezionale” di Carlo Vanzina).

In passato non ha disdegnato le commedie musicali (Aggiungi un posto a tavola, Rugantino…), né ha mai rinnegato un’irrazionale, fatidica, perduta attrazione verso il cabaret, valsa per altro ben due premi nazionali… un “Casanova in cerca d’autore”!

A tempo perso Costa ha persino inciso due CD, l’ultimo dal titolo “7+”.

Lo spettacolo più in linea con il suo personaggio è un varietà in cui musica, danza e gag si alternano per dare maggior spessore alla caratterizzazione di una carrellata di personaggi indimenticabili, dalla simpatia contagiosa, il tutto con spontanea eppur estrema professionalità.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI