Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

“MEMORIE DAL FUOCO”, INEDITI ATTI DELL’ECCIDIO DEL 1799

memorie-dal-fuoco-1

Teatralizzazione di grande impatto scenico ed emotivo “Memorie dal Fuoco”, premiata dal calore di un pubblico numeroso e partecipe, in prima al teatro Rossini il 28 dicembre, per rievocare gli eventi che insanguinarono il 1799, alla luce di atti e documenti inediti rinvenuti dall’avvocato Gennaro Losito nell’archivio privato di Luciano Macario, discendente di Filippo Petrera, uno dei quattro uomini arsi sul rogo.

La scelta di “teatralizzare” quanto racchiuso in una pubblicazione che a breve andrà in stampa, corredata dagli atti stessi, nasce dal desiderio di condividere le emozioni scaturite da pagine di storia dolorose eppur avvincenti, dalla narrazione serrata, ingioiellate da odi poetiche, versi didascalici, illustrazioni ed un poemetto a due voci.

Hanno curato la pubblicazione, oltre a Gennaro Losito, Maria Rosaria D’Uggento, Francesco Giannini, Mario Guagnano, Domenico Paradiso e Dalila Bellacicco, membri di un Comitato sorto per elaborarne i contenuti, cui si sono affiancati Cataldo Donvito, attento ricercatore bibliografico, il pittore Mimmo Alfarone, che ha illustrato i tragici eventi in diciassette splendide opere che potranno essere ammirate nella sala De Deo fino al 6 gennaio, e due poeti che hanno ammantato di poesia ed emozioni e letteralmente “lenito” le piaghe della storia.

Il primo, Filippo Paradiso, dedica parole “di fuoco” a Carmina Martellotta e didascalie in versi alle 17 illustrazioni, il secondo, Giacomo Leronni con geniale intuizione compone un poemetto, un vero e proprio invito a “teatralizzarne” i versi. L’entusiasmo contagia anche Vito Osvaldo e la sua DiversaMente, con Giovanna Carelli, Fiorella Cardilli e Laura Colaninno e, per l’occasione, Domenico Di Bari, invitati a dar “voce” narrante e recitante a versi e scritti, in parte accompagnati dal flauto di Ilaria Stoppini.

Davvero molto coinvolgenti recitazione e proiezioni trasformate in un godibilissimo supporto video, egregiamente orchestrato da una regia a dir poco geniale.

A fine della rappresentazione scenica, patrocinata dal Comune, è stata annunciata la nascita del centro studi intitolato al compianto Antonio Donvito… altre pagine di storia saranno scritte nel suo nome.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI