Venerdì 19 Aprile 2019
   
Text Size

AUGURI A VALERIA MARANGI, NEO DOTTORESSA-foto

valeria-marangi-pp

valeria marangi3"Nella mitologia classica l'alloro era una pianta sacra e simboleggiava la sapienza e la gloria: una corona di alloro cingeva la fronte dei vincitori nei Giochi Pitici dell’antica Grecia in cui gareggiavano musicisti e poeti. Vincere la gara costituiva il massimo onore per un poeta che diveniva scrittore ufficiale presso il sovrano. La lucentezza della tua corona splendeva più del solito perché a distanza di tempo dal mondo classico, ora l’Università di Bari saluta te, grande cultrice delle Lettere.

La tua passione per la scrittura è sempre stata una fiamma costantemente accesa dai colori con cui dipingevi i tuoi stati d’animo nelle tue toccanti ed emozionanti opere d’arte poetica. Galassie di sentimenti ed emozioni che attraverso la tua passione sempre ardente, riesci a far brillare nei tuoi versi poetici.

La tua competenza letteraria e la tua versatilità stilistica ti hanno permesso di conoscere anche altri confini della scrittura, come il mondo dell’informazione locale che ti ha visto protagonista per diversi anni. Come pochi, riuscivi con acuta osservazione e spirito critico ad attirare il lettori nella piacevole lettura. Incompresa, non ti sei abbattuta ma hai avuto la tua più grande soddisfazione lo scorso marzo con la pubblicazione di alcune tue poesie nella collana antologico-poetica “Poeti contemporanei” nel sito “Poeti e Poesia” curato e diretto dallo scrittore Elio Pecora.

Tante persone si sono alternate attorno alla tua vita, lasciando un‘impronta incancellabile, ma tra queste la tua famiglia, il tuo ragazzo, gli amici di sempre sono stati punti di forza grazie ai quali sei andata avanti senza abbatterti mai, anche nei momenti più grigi in cui chissà a chi avresti gettato quella spugna in faccia!valeria marangi2

La fase preparatoria della tua tesi specialistica in filologia classica non è stata certo facile: oggetto di ansie che ormai fanno parte di ricordi che ora ti fanno sorridere.

L’11 luglio alle 16.30 sei stata proclamata dottoressa nel tuo curriculum magistrale di Beni archivistici e librari.

Una data che segna il tuo congedo dall’Università tra bei ricordi e qualche amarezza. Ma la vita è fatta di alti e bassi ai quali hai sempre risposto con il tuo sorriso di sempre. In quel giorno memorabile immaginiamo si sia tenuto un gran banchetto dei letterati del passato nel loro Olimpo accompagnati dai personaggi e dalle emozioni delle tue poesie divenuti animati per brindare alla tua avventura appena conclusa e alla prossima - qualsiasi essa sia - che incomincerà.

A te poetessa, giornalista, dottoressa giungano i più sinceri auguri".

I tuoi amici

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI