Lunedì 14 Ottobre 2019
   
Text Size

SIRACUSA. CRONACA PREMIAZIONE STUDENTI LICEO MARONE-foto

liceo-siracusa-pp

Riceviamo e pubblichiamo.

--------------------------------------------

Cronaca di una premiazione

XXVII Certamen Latinum Syracusanum

liceo-siracusa2Siracusa, città solare e protetta dall'aura divina dell'atmosfera greca e romana che la pervade, è il luogo in cui è nato il Certamen Latinum Syracusanum, competizione fra giovani studenti del biennio e del triennio che coinvolge i partecipanti nella traduzione di brani d'autore e nella parafrasi degli stessi in lingua latina. Il Liceo Classico “Tommaso Gargallo” e l'Associazione Italiana Cultura Classica – delegazione “Renato Randazzo” di Siracusa - hanno ideato questo progetto portandolo avanti fino alla premiazione della ventisettesima edizione, tenutasi il 31 Maggio 2013 presso l'Auditorium del Museo Archeologico “Paolo Orsi”.

Già la nostra partecipazione al Certamen il 18 marzo era stata una bellissima esperienza; conoscere studenti provenienti da varie regioni d'Italia, confrontarsi con loro, ritrovarsi a condividere la passione per una lingua, una civiltà, una storia, è stato per noi un momento di arricchimento.

Quando a scuola è giunta la comunicazione che ci eravamo classificati al terzo e al sesto posto abbiamo esultato di gioia.

liceo premiazione siracusa 0541I compagni di classe si sono stretti intorno a noi, felici per il successo conseguito e da quel momento di gioia collettiva è nata l'idea di andare tutti insieme in Sicilia per la premiazione.

Condividere la gioia moltiplica la gioia stessa.

Siamo partiti in 20 da Gioia la sera del 30 maggio.

Un'intera nottata su un bus di linea, trascorsa a cantare. All'arrivo a Siracusa il mattino dopo eravamo distrutti. Ad attenderci c'era insieme alla nostra insegnante, prof.ssa Gentile, un' ex docente del Liceo “Gargallo” di Siracusa, la carissima prof.ssa Reale che ci ha portato a visitare l'Epipoli, uno dei cinque quartieri dell'antica Siracusa, dove sorge il castello Eurialo.

Nel pomeriggio siamo andati al Museo Archeologico “P. Orsi” per la premiazione.

Tale premiazione ha costituito l'epilogo di una lunga serie di iniziative indette dal Liceo “Gargallo” e incentivate dalla dirigente liceo premiazione siracusa 0463scolastica Antonietta Robusto per far avvicinare i ragazzi ad un mondo antico ma sempre attuale e presente nella vita quotidiana per usi e costumi. All'evento hanno partecipato numerose persone,tra alunni e professori che hanno aderito al concorso. Esso, come è stato sottolineato più volte anche dal dirigente scolastico, è stato un'occasione di confronto e di socializzazione tra giovani di varie regioni, provenienti da ben 16 scuole diverse di tutta Italia,ma accomunati dalla stessa passione: quella per le lettere classiche. La cerimonia è iniziata con una lectio magistralis del professore Mario Capasso, esimio docente di papirologia presso l'Università del Salento e presidente nazionale A.I.C.C.. Il professore, attraverso una presentazione in PowerPoint, ha illustrato a tutti i presenti il suo lavoro per rendere l'idea di cosa significhi essere un papirologo. Tale compito lo ha portato a viaggiare in tutto il mondo. Ha operato in Egitto, nella “Σокоνοπαιου Νησος Φαυυν”, la cosiddetta “isola del deserto del dio Σокоνοπαιος, dal corpo di coccodrillo e dalla testa di falco,dove i templi a lui dedicati erano ricchi di papiri e iscrizioni minuziosamente restaurati e tradotti, fino in Inghilterra, ad Oxford, dove si trova una delle liceo prfemiazione siracusa 0468più ricche e fornite biblioteche di papiri del mondo,passando per l'unico sito archeologico italiano di papiri, quello di Ercolano, ancora quasi del tutto inesplorato. Il professor Capasso si è poi soffermato a descrivere i vari metodi di lavoro dell'archeologo nonché le difficoltà. In seguito si è riportata alla memoria la figura di Renato Randazzo, uomo illustrissimo e colto, che ha contribuito fortemente a fondare e indire questo concorso nazionale.

Dopo aver illustrato brevemente il programma della serata, il professore Pietro Madella Presidente dell' A.I.C.C. di Siracusa ha dato la parola alla preside del Liceo Classico che si è detta orgogliosa di accogliere ogni anno ragazzi di tutta Italia, pronti ad affrontare con serenità testi decisamente impegnativi che mettono in risalto le qualità di logica e ragionamento, indispensabili nella traduzione dal latino all'italiano.

Alla fine della serata ha avuto luogo la premiazione dei vincitori della ventisettesima edizione del Certamen Latinum Syracusanum provenienti dalla Sicilia, dalla Puglia e dal Piemonte.

liceo premiazione siracusa 0494Quando siamo stati chiamati a ritirare il premio insieme alla docente preparatrice, che è la nostra insegnante di Latino e Greco la prof.ssa Carla Gentile, l'emozione è stata immensa.

La prof.ssa Reale ha richiamato l'attenzione di tutti i presenti per comunicare che l'intera classe era venuta a festeggiare i compagni che si erano distinti nella prova. Il professor Capasso si è complimentato non solo per la bravura degli studenti del Liceo Classico di Gioia del Colle ma anche per lo spirito di classe dimostrato.

Siamo stati i più fotografati, perchè, oltre al fotografo ufficiale, i nostri compagni hanno immortalato il momento da più punti nella sala.

Momenti come quello che abbiamo vissuto non solo sono gratificanti perchè compensano gli sforzi che riversiamo nello studio ma anche perchè fanno sentire ancor di più la cultura classica come materia viva.

liceo premiazione siracusa 0483Ricorderemo sempre questo pomeriggio.

E' stato un pomeriggio per crescere, per formarsi e “creare” un futuro; un futuro dove la cultura e la tradizione delle letterature classiche contano ancora molto e sono fondamenta per un mondo che certo inevitabilmente avanza sempre di più verso le nuove tecnologie, ma che non può permettersi di dimenticare i geni, le magnifiche opere e le tradizioni del passato, alla base di ogni conoscenza futura.

Un grazie speciale va al Dirigente Scolastico, alla prof.ssa Reale che ci ha accolto magnificamente a Siracusa, alla prof.ssa Gentile che ci ha preparato, alla prof.ssa Castellano e ai genitori che ci hanno accompagnati in viaggio, alla signora Irene che ha condiviso con noi questo momento e a tutti i nostri compagni di classe.

Giovanni Imperio, terzo classificato

Francesco Cervellera, sesto classificato

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.