Martedì 25 Febbraio 2020
   
Text Size

RIEVOCAZIONE SCUOLA SF NERI COME OSPEDALE SPECIALE C.R.I.

sanfilipponeri-antica-pp

scuola sf neri oggiSabato 4 maggio 2013 ore 10.00 presso la Scuola "San Filippo Neri", alla presenza del Dirigente Scolastico dell’attuale “Istituto Comprensivo Losapio-S.F. Neri”, Anna Grazia De Marzo, Maria Teresa Tracquilio (responsabile CRI locale), del sindaco Sergio Povia, del dott. Tommaso Rizzi e di Angela Capriati (CRI Provinciale), si svolgerà la cerimonia di commemorazione dell’Ospedale Speciale n. 6 della Croce Rossa Italiana. Seguirà fino alle ore 20.00 una mostra storica oltre alle simulazioni di primo soccorso.

Per saperne di più sul perché della commemorazione.

La Scuola Elementare "San Filippo Neri" di Gioia del Colle (originariamente intitolato Edificio Scolastico "Mussolini"), durante la Seconda guerra mondiale, dal 1940 fino al 1945, venne requisita dall'Amministrazione militare per essere utilizzata come Ospedacri storiale Militare di Riserva. Dal 7 maggio 1945 l'Ospedale venne passato in gestione diretta alla Croce Rossa Italiana, che l'adibì ad Ospedale Convenzionato, facendolo funzionare ininterrottamente come tubercolosario sino al 31 agosto 1950, intitolandolo "Ospedale Speciale n. 6 della Croce Rossa Italiana".

L'Ospedale di Gioia del Colle, diretto dal capitano medico CRI Cataldo Balducci, svolgeva la sua opera di cura nei confronti di feriti e malati di guerra, sia militari che civili. Al suo interno si poteva godere del supporto di unità specializzate come le sezioni di disinfezione, i laboratori chimici batteriologici, le stazioni radiologiche, i reparti di medicina e chirurgia. Il personale chiamato in servizio era composto di 76 elementi, suddivisi in ufficiali medici, contabili, medici civili, farmacisti ausiliari, cappellano militare, infermiere volontarie, impiegati civili, infermicimitero-cappelle-privateeri militari, "donne di fatica".

Tra i medici, gli impiegati civili e le "donne di fatica", vi erano numerosi cittadini gioiesi tra cui il dottor Tommaso Rizzi.

(…) Il 21 dicembre 1950 l'edificio venne riconsegnato al Comune di Gioia del Colle (…).

Nel 1995 l'Amministrazione Comunale di Gioia del Colle, guidata dal Sindaco Sergio Povia, dopo il rinvenimento nell'Ossario del Cimitero Comunale di 31 cassette contenenti i resti dei militari deceduti all'interno dell'Ospedale CRI di Gioia del Colle, con la Delibera di Giunta Municipale n. 343 dell' 8 novembre 1995, istituì il Sacello Militare all'interno del Cimitero di Gioia del Colle, collocando il 25 aprile 1996 una targa in memoria "Ai soldati che nell'Ospedale Speciale della Croce Rossa Italiana di questa città si spensero mentre nasceva l'Italia repubblicana perché il loro giovane ed estremo contributo sia monito e memoria per le future generazioni".

(fonte C.R.I.)

(ricerca storica effettuata dal volontario del Corpo Militare CR Donato Ascatigno)

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.