Sabato 14 Dicembre 2019
   
Text Size

CELESTE CADINI, LICEALE GIOIESE, TERZA NEL “PREMIO CONTI”

premio-conti-2013-pp

celeste cadiniLa studentessa Celeste Cadini della IV A del Liceo Classico di Gioia del Colle si è classificata terza per le scuole superiori nel concorso letterario "Allena il tuo cuore" bandito dal Liceo ginnasio "Galileo" di Firenze.

Sabato 23 marzo alle 10 si svolgerà la premiazione a Firenze con la consegna della borsa di studio e la lettura della motivazione del premio. Celeste Cadini frequenta il primo anno del Liceo Classico.

La prof.ssa Grazia Procino, la sua docente di lettere, da noi interpellata, riferisce:Ho parlato del premio e proposto all'intera classe di svolgere un racconto e di spedirlo al Liceo;  dopo averne parlato e aver riflettuto sull'argomento i ragazzi hanno prodotto i racconti. Ho notato subito che alcuni erano davvero toccanti e originali, quello di Celeste è stato apprezzato in modo particolare. Un premio che gratifica la sensibilità acuta di una ragazza e una didattica laboratoriale condotta quotidianamente!”

La notizia che abbiamo ricevuto l’altra mattina - continuagaetano conti con orgoglio la docente -  ci ha lasciato senza parole, perché sono centinaia i ragazzi che partecipano al concorso "Allena il tuo cuore" e la giuria è molto rigorosa. Il concorso è dedicato a un alunno del Liceo di Firenze, Gaetano Conti, morto a 18 anni per un aneurisma cerebrale. L'anno scorso mi sono imbattuta in questo concorso e sono rimasta colpita dalla storia e dalla personalità del giovane Gaetano, infatti ogni anno gli organizzatori prendono un pensiero di Gaetano come argomento di trattazione del racconto”. Quest'anno era il seguente:

Penso che nella nostra società, nella quale l’autorità familiare tende a diminuire sempre di più, una buona correlazione tra studente e insegnante sia fondamentale, perché ci abitua al fatto che nel mondo esistono regole, a volte dure, uguali per tutti, che non tollerano indulgenze e debolezze.

Ispirandoti a questa riflessione di Gaetano, redigi un racconto dal titolo ”Arrivederci, ragazzi”, nel quale emerga l’importanza del ruolo che può rivestire un insegnante nel processo di crescita di un adolescente. La storia deve riferirsi ad un’esperienza personale oppure letteraria, cinematografica o di fantasia”.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.