Martedì 20 Agosto 2019
   
Text Size

IL “SUD”, “I TROMBONI” E LA “TERRA DI BARI” DI MIMMO CASTELLANO

mimmo-castellano-sud-pp

Riceviamo e pubblichiamo.

--------------------------------------------

SUD

sud-mimmo-castellano2Sud non è soltanto il titolo di un film di Gabriele Salvatores di qualche anno fa, SUD è stato anche il nome di una rivista di “critica e costume”, che il nostro concittadino “Maestro delle Arti grafiche” MIMMO CASTELLANO produsse in qualità di editore e redattore nei lontani anni 1962/63.

Con lo stesso formato di un giornaletto a fumetti e con un’accattivante stile grafico di copertina, ma che rispecchiava allo stesso tempo lo stile di quell’epoca, la rivista SUD si presentava nel panorama editoriale degli anni del “boom economico” (prerogativa però del solo nord-Italia) con una critica sociale e culturale di notevole stile e spessore.

Viene spontaneo pensare che trattandosi di un’iniziativa di giovani meridionali, quella pubblicazione non potesse avere la giusta “forza” per uscire al di là dei ristretti confini della propria provincia, che a quel tempo era ancora denominata: TERRA DI BARI.

Al contrario invece, SUD aveva diffusione a carattere Nazionale, ed aveva un concessionario esclusivo per la distribuzione sia nazionale che estera, tale G. INGOGLIA, con sede a Milano, al civico 59 di una strada che di lì a poco tempo sarebbe diventata “per un motivo a tutti noto” la via più famosa per tutti gli italiani: la via “GLUCK”.

Di notevole approfondimento dei temi “meridionali” erano gli articoli di ANSELMO TURSI, che con evidente competenza al riguardo commentava il fallimento “predeterminato” che si nascondeva fra le righe delle tante leggi speciali per il “Mezzogiorno”, le quali finivano sempre (e finiscono ancora) per arricchire inesorabilmente il Nord-Italia. Un chiaro esempio era l’articolo dal titolo: INDUSTRIE PER I CAFONI, una chiara esemplificazione di come quelle leggi speciali non tentavano di creare industrie “del Mezzogiorno” bensì industrie “nel Mezzogiorno”, ovvero in un meridione subalterno, anche sul sud-mimmo-castellanoproprio stesso territorio, e non solo quando le sue popolazioni “in massa “erano costrette ad emigrare nel nord.

Una rubrica a firma di CASTELLANO era invece “I TROMBONI”, una critica ironica diretta a quei professionisti meridionali che egli definiva “affamati“ (di potere e denaro) che dietro l’apparente nobile proposito di essere “amici del popolo”, mal celavano i loro intenti speculativi di arrampicatori sociali.

Particolarmente saliente è un passo di Castellano, quando scriveva a proposito dei “Tromboni”, nominati per vie clientelari e non per meriti a capo degli innumerevoli “Centri Studi” per il mezzogiorno:… IL SUD HA MOLTI PIU’ CENTRI STUDI DEI SUOI STESSI PROBLEMI! … IN QUESTI SACRARI E’ VIETATOL’INGRESSO AI PROFANI ED AI PROFANATORI, AGLI IPERSENSIBILI (PERCHE’CAPISCONO TROPPO) ED AGLI INGENUI (CHE POTREBBERO FARE DOMANDE IMBARAZZANTI)…..FRATTANTO FUORI DAI CENTRI STUDI PIOVE, GRANDINA, CROLLANO I PADIGLIONI, E NELLE CAMPAGNE IL RACCOLTO VA IN MALORA. MANCA L’ACQUA PER BERE E PER IRRIGARE E I CAROSELLI DELLA CELERE CARICANO I DIMOSTRANTI ED I LIBERI CITTADINI. E NEI CENTRI STUDI SI STUDIA! (Tratto dal n.3 di SUD, Ottobre 1962)

L’intera pubblicazione del biennio 62/63 di quella rivista si trova presso la Biblioteca Nazionale di Bari, nella biblioteca Comunale di Gioia purtroppo non vi è traccia, è evidente però che quella iniziativa editoriale cosi “trasversale” se pur di breve durata, abbia lasciato il segno. Lo dimostra il fatto che qualcuno abbia trovato “due numeri” di quella dozzina di pubblicazioni, su una bancarella in uno quei preziosissimi mercatini dell’usato, segno che chi ha conservato per diverse decine di anni quelle riviste nella propria libreria, quando ha deciso di disfarsene ha dato a queste il giusto valore, rimettendole in circolazione.

Leonardo Girardi

 

 

Commenti  

 
#4 Rosa e Alberto 2013-03-12 19:41
Ottimo articolo chiaro e molto esaustivo,certo sarebbe bello se tutti si interessassero della storia del "nostro SUD" comunque faccio i miei piu' sinceri complimenti a chi ha scritto tutto cio'. BRAVO!
 
 
#3 Francesco 2013-03-03 20:13
proverò a chiedere se inviano testi tramite posta.
 
 
#2 Leonardo Girardi 2013-03-02 22:36
Come puoi leggere nell'articolo quelle riviste si trovano presso la Biblioteca Nazionale di Bari. I due numeri di cui parlo li ho restituiti al legittimo proprietario, mi spiace. Buona tesi.
 
 
#1 Francesco 2013-03-02 15:21
Per la mia tesi di laurea, mi servirebbe dare un'occhiata a queste riviste. Dove potrei trovarle? Grazie
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.