Giovedì 24 Settembre 2020
   
Text Size

ORESTE CASTAGNA ACCOLTO DA 300 BAMBINI ESTASIATI -foto-

castagna-SF-Neri-pp067

castagna-bambini-SF-Neri-09Una l’idea progettuale: “Mass-media”, tante, originali e in alcuni casi anche “geniali” le sceltegrafico – editoriali” attraverso cui tradurla in realtà.

Nel progetto continuità del I Circolo San Filippo Neri un valore aggiunto alla creatività di docenti ed alunni: Oreste Castagna, autore e regista televisivo, che nel teatro Rossini è stato accolto dai circa 300 bambini della scuola dell’Infanzia e Primaria con applausi fragorosi ed entusiastici.

Non accade tutti i giorni di vedere “dal vivo” uno dei personaggi della “Melevisione” e di cantarne insieme la sigla. castagna-progetto-tv-SF-NerIl dirigente, professor Giovanni Stano, dopo aver presentato il regista e sottolineato la valenza del progetto e dell’attualità del tema trattato, ha lasciato la “scena” a “Il cartastorie”.

Si è aperto il sipario ed ha avuto inizio la magia!

“Appesi ad un filo c’erano diversi cartoncini di varie dimensioni e colori – ci racconta Ezia Castellaneta, docente della scuola d’Infanzia - a seconda della storia raccontata hanno preso forma. Un paio di forbici usate con estrema abilità hanno trasformato quei cartoncini in rondini, nuvole, soli, lupi, rane e farfalle, il tutto accompagnato da canzoni e movimenti castagna-progetto-SF-Nerche hanno coinvolto ed entusiasmato tutti i bambini. E’ stato emozionante vedere lo stupore disegnato sui loro volti ed ascoltare le esclamazioni di gioia, quando Oreste dalla sua borsa ha tirato fuori " DODO' " il mitico personaggio dell'Albero Azzurro!”.

Dopo lo spettacolo Oreste Castagna ha risposto alle numerose domande poste dai bambini e  incontrato il sindaco Piero Longo, di ritorno dall’auditorium del Liceo Scientifico R. Canudo dove era in corso una conferenza con il medievista professor Franco Cardini.

castagna-opere-SF-Neri-043Il regista si è quindi recato alla San Filippo Neri per visitare la mostra dei lavori prodotti dagli alunni, tra l’altro molto apprezzati.

Gli spettacoli che proponiamo sono ispirati dagli stessi bambini con cui è splendido interagire. In teatro – afferma Castagna - è tangibile la percezione delle emozioni, è su di esse, su questo piano che si comunica. Da loro si apprende tanto!”.

Negli occhi dei piccoli scolari, in fila verso l’uscita, curiosità e sorrisi birichini, sanno di essere “protagonisti” di un progetto più grande di loro, di poter comunicare castagna-staff-SF-Neri-012“senza schermi” con uno dei personaggi di quella “scatola magica” che tanto fascino esercita, in grado di rendere reale l’irrealtà e irreale la realtà. Nello sguardo del regista danza la stessa scintilla di fanciullesco entusiasmo, a conferma che si può destare stupore solo se si è capaci di stupirsi, abbandonando schemi e “schermi” per viverne la magia.

Esorcizzare la paura dell’abbandono, della solitudine, enfatizzare comportamenti e talvolta esasperarli “ad arte”, strategia vincente per porli al centro dell’attenzione e, attraverso il linguaggio delle fiabe, educare ai valori dell’amicizia, della solidarietà, sono questi gli obiettivi che si prefigge chi, come Oreste Castagna, sceglie di comunicare attraverso il teatro per poi portarne “i frutti” in televisione trasformandola in… “Melevisione”!

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.