Sabato 20 Luglio 2019
   
Text Size

LA “VITA DI CORTE” DI “STUPOR MUNDI”

federico-II

P7200295Nell’ambito degli incontri che fanno da preludio alla seconda edizione della Festa Federiciana – che vedrà luce il 24, 25 luglio 2010 – assistiamo, martedì, 20 luglio, presso il nostro incantevole Castello Normanno-Svevo, alla conferenza dal titolo: “Vita di Corte ai tempi di Federico II”.

L’organizzazione è dell’Associazione Culturale “Petali di Pietra” ed, infatti, ad aprire il dibattito è il presidente, la dott.ssa Elvira Pedone, che, per prima cosa, sottolinea l’obiettivo della promozione e valorizzazione del nostro territorio. Partecipano all’incontro, Pasquale Cordasco, docente di storia presso l’Università degli Studi di Bari; Giuseppe Losapio, professore in una scuola superiore di Letteratura Italiana e Storia; il Sindaco, il dott. Piero Longo; la dott.ssa Follino, funzionario storico dell’arte; l’avv. Lucio Romano, moderatore della conferenza; ed il regista Lucio Bianchini, venuto da Roma per regalare ai partecipanti dell’incontro un sogno DSC_0048con la proiezione del suo film, “Il Giorno, la Notte. E poi l’Alba”. Ad accompagnarlo, inoltre, la sua produttrice, Paola Rota, “nipote dell’indimenticabile maestro Nino Rota”, come ricorda l’avv. Romano.

Subito l’attenzione si pone sulla grande fascinazione che un personaggio come Federico II ha esercitato, esercita e continuerà ad esercitare. Federico con i suoi noti appellativi “stupor mundi” (meraviglia del mondo), o “puer apuliae” (fanciullo di Puglia) è un personaggio storico, ma anche umano, dalle grandi suggestioni.

falcoFederico è uomo di indiscusso ingegno, l’ultimo dei grandi imperatori medioevali ed anche il primo sovrano nel senso moderno del termine. Fu uomo politico, un grande accentratore … Fu un uomo attento all’arte, un mecenate raffinato, un attento promotore di poeti. Fu un innovatore tecnologico, ebbe interessi scientifici e naturalistici. Fu un abile cacciatore, tanto da scrivere di suo pugno il famoso trattato, “L’arte di andare a caccia con i falconi”. Alla caccia si collegano le sue famose fortezze che vanno sotto il nome di “domus”.

castel_del_monte_2Ed è il professor Losapio a sottolineare l’importanza delle “domus” e dei castelli come simboli del suo potere. A tal proposito emblematico risulta Castel del Monte per la forma ottagonale, non casuale, perché riprende la corona imperiale che oggi è conservata a Vienna.

Del potere parla anche il professor Cardasco e ne parla attraverso delle immagini tratte da dei libri coevi a Federico II. Passiamo da immagini che ritraggono l’imperatore, ad immagini di vestiti femminili di quel tempo; dalle immagini delle cure termali a Pozzuoli, ad immagini di suonatori di liuto, personaggi mascherati, danzatori. “Sono immagini del potere che colpivano il popolo. Trattasi di un espediente capace di trasmettere un’immagine del potere totalmente estraneo alla gente comune”, in questi termini si esprime il professor Cordasco.

DSC_0045Immagini, inoltre, di forte persuasione sono quelle esposte per l’occasione dall’artista Gino Donvito. C’è una forte attenzione per gli intensi colori, per l’indagine dei dettagli, per i particolari fisionomici, per il trattamento del legno utilizzato rigorosamente in maniera medioevale.

In conclusione c’è la proiezione del film, “Il Giorno, la Notte. Poi l’Alba”, preceduta dal breve intervento del regista romano Lucio Bianchini, “[…] Io Federico l’ho rappresentato così come l’ho sognato, non c’è nessuna presunzione di un film accertato da un punto di vista storico. […] Avevo da poco visto la mostra a Roma in suo onore presso Palazzo Venezia e rimasi affascinato dal suo mantello …”.

Ma, d’altronde, sembra quasi impossibile il non rimanere affascinati da quello che fu detto uno “Stupor Mundi”!

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.