Domenica 15 Settembre 2019
   
Text Size

GIOIA DEL COLLE INVASA… DA PANCHINE PUBBLICITARIE

panchine-pubb

montaggio1Questa mattina, 11 febbraio 2010, in molti avranno notato una squadra di operai che armeggiavano sul piazzale prospiciente alla Chiesa di San Rocco, in via Cavour.

Incuriositi si saranno anche chiesti che tipo di lavori avrebbero eseguito.

Una curiosità soddisfatta nel giro di due, tre ore, intorno a mezzogiorno, quando gli stessi operai hanno iniziato a montare dei telai in ferro.

Risultato?montaggio2

Tre belle panchine, nuove di zecca, posizionate, strano ma vero, a pochi centimetri dalla strada e  rivolte verso la stessa. In molti si sono chiesti il perché senza ottenere risposta. Per i più “fantasiosi” per dare la possibilità di ammirare quello straordinario monumento qual è la chiesa di San Rocco.  L’arcano è stato chiarito quando, per completare “l’opera d’arte”, sono stati montati gli schienali.

Ebbene, altra stranezza, gli schienali altro non erano che pannelli pubblicitari inneggianti a tre ditte che operano sul territorio, molto vicine a questa amministrazione, anzi, si può senza ombra di dubbio dire che operano all’interno e per conto della stessa amministrazione.

Da una piccola indagine è emerso che non saranno (purtroppo o per fortuna?) le uniche.

Queste panchine altro panchine-pubb2non sono che le prime di una lunga lista di altre panchine, sicuramente identiche sia nella conformazione che nella posizione strategica ma non nei messaggi, che saranno installate in diverse vie e piazze della nostra città.

Più precisamente nei pressi dell’INPS, del Palazzetto, di Via F. Fellini, di Via G. Pastore c/o Murrina, del Giardino di Paolo VI (solo per le panchine mancanti), Via Padre Pio c/o chiesa del Crocifisso e Via Federico II di Svevia c/o e di fronte Hotel Villa Duse.

panchine-e-pubbl-Delib.GUna decisione presa dall’Amministrazione in carica e ufficializzata con Delibera di Giunta n.206 del 30.10.2009. Una delibera in cui si autorizza la società richiedente, la CRA Pubblicità s.a.s., con sede legale in Cercola (NA), ad installarle perché “è volontà dell’Amministrazione comunale migliorare l’estetica del proprio territorio e consentire ai cittadini di fruire di tali panchine”.

Una autorizzazione della durata di “anni sei dalla data di stipula della convenzione”, e con l’esonero dal “pagamento della tassa di occupazione di suolo pubblico in considerazione che le panchine diverranno di proprietà comunale al termine della concessione”.

Nella convenzione è previsto anche che “le postazioni individuate potranno essere successivamente modificate di comune accordo tra la CRA Pubblicità s.a.s. e l’Ufficio Traffico”.

In tanti si chiederanno perché prevederlo e non farlo prima della stipula. Ma soprattutto perché installarle in una posizione non solo pericolosa (perché troppo vicine alle carreggiate stradali) ma anche dannosa per la salute degli utilizzatori, soprattutto anziani e bambini, per via dei gas nocivi emanati dagli scarichi dei numerosi automezzi in transito che saranno di conseguenza costretti a respirare?

Commenti  

 
#4 leone 2010-02-12 12:44
Dopo i loculi di corso Garibaldi le panche con lo sponsor della agenzia di pompe funebri ma ci vogliono un gran bene i nostri amministratori...
 
 
#3 Marianna 2010-02-12 12:03
Come dal film di Troisi/Benigni:"Ricordati che devi morire", "Ricordati che devi morire".
......."Sì, vabbè mo' me lo segno!!!!"
 
 
#2 lunastella 2010-02-12 01:27
:P al cimitero le panchine decenti, in città invece, ci rifilano loculi e panchine mostro!!!!!!!!!
 
 
#1 ..... 2010-02-11 22:02
Ma sono pure di cattivo gusto!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.