GdF: SEQUESTRATI ARTICOLI CONTRAFFATTI. 2 DENUNCE

gdf-sequestro-prodotti-contraffatti-pp

 

foto1"Militari del Comando Provinciale Guardia di Finanza di Bari (Nucleo pt Bari), hanno portato a termine un’importante operazione di polizia a tutela dei consumatori, sequestrando circa 22 mila prodotti, tra i quali, dispositivi di alta tecnologia (microcamere, dvr, gps tracker), accessori per la telefonia e l’informatica, materiali elettrici nonché occhiali e numerose confezioni di sigarette elettroniche.

Le indagini rappresentano l’ulteriore sviluppo di attività investigativa derivante da una precedente operazione condotta dagli stessi militari nel mese di marzo u.s. e terminata con il sequestro di oltre 38 mila prodotti contraffatti o privi delle necessarie certificazioni.

In particolare è stato individuato un ulteriore deposito di un importante distributore di prodotti della specie, sito in Modugno (BA); l’illecita attività commerciale si celava dietro un’insegna di articoli di “bigiotteria”.

Nel corso dei controlli effettuati sono emerse numerose violazioni penali ed amministrative alle norme poste a tutela della sicurezza della proprietà industriale.gdf evasione fiscale

Infatti, alcuni articoli, provenienti dalla Cina, riportavano il marchio “CE” palesemente contraffatto, per altri, pur se provvisti di tale marchio, non era stata seguita la procedura di certificazione prevista; altri ancora riportavano “brands” di note case produttrici palesemente contraffatti. Nel corso del controllo sono state rinvenute anche numerose sigarette elettroniche prive di qualsiasi indicazione sia sul produttore sia sui componenti delle fiale di ricarica.

Quanto rinvenuto nel corso dell’operazione, ammontante a circa 22 mila articoli commerciali, per un valore al dettaglio stimato in oltre 210 mila euro, è stato sottoposto a sequestro penale ed amministrativo.

Il rappresentante legale della ditta, titolare del detto deposito commerciale – un cittadino cinese di 52 anni - è stato deferito all’Autorità giudiziaria per “frode in commercio”, “vendita di beni con marchio 321072 Guardia-Finanza-controlli1contraffatto”, “introduzione e commercio di prodotti con segni falsi” e “ricettazione”.

Lo stesso è stato segnalato alla Camera di Commercio ed alla Regione Puglia per le violazioni amministrative previste dal codice del consumo.

E’ stato, inoltre, segnalato all’Autorità giudiziaria per analoghi reati il titolare di un’azienda di importazione della merce sottoposta a sequestro.

L’operazione della Guardia di Finanza complessivamente svolta dal mese di marzo a quello in corso ha permesso quindi di sottrarre dal mercato ben 60 mila articoli potenzialmente pericolosi per la salute pubblica e/o contraffatti, per un valore di circa 610 mila euro, nonché di deferire all’A.G. competente n. 3 responsabili".

(fonte Comando Provinciale Bari)