RAGAZZA FERITA ALLA GOLA DAL SUO EX ‘PROTETTORE’

ragazza-aggredita-pp

ambulanzaRagazza di origini jugoslave, di 22 anni, aggredita e ferita alla gola, con un pezzo di bottiglia in vetro, da un uomo di origine albanese, un 28enne, entrambi ben conosciuti dalle forze dell’ordine.

Il tutto è avvenuto intorno alle 14.00 circa di oggi. Teatro dell’aggressione un bar nella centralissima via Cavour.

Da alcune indiscrezioni parrebbe che il motivo della violenta lite, conclusasi con il tentativo di sgozzarla, sia da addebitare alla decisione della ragazza di abbandonare la “vita” che svolgeva, per conto dell’uomo, sulla provinciale per Putignano. Decisione che lo stesso non avrebbe, a quanto sembra, minimamente gradito. Alcune indiscrezioni parlerebbero di un precedente tentativo con minacce, per persuaderla a tornare sui propri carabinieri 210passi, messo in atto con un coltello alcuni giorni fa.

Sul posto è sopraggiunta una ambulanza del 118 che ha provveduto a trasportarla, sanguinante dalla gola, presso l’ospedale Miulli per le cure del caso. La prognosi parla di circa 10 giorni di guarigione. Sono intervenuti anche i Carabinieri dalla locale Compagnia con una squadra di specialisti della Scientifica (RIS), per accertare le cause e la dinamica dell’aggressione, oltre che per fare piena luce sull’intera vicenda.

L’aggressore è stato fermato e su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, associato presso la locale casa circondariale con l'accusa di tentato omicidio.